Fornaci in… Canto 2020 musica al centro (e spettatori a distanza)

-

FORNACI DI BARGA – Questa è l’estate di un’edizione straordinaria di Fornaci in…canto che resta Festival perché avverrà in tre serate, il 30, 31 luglio e 1 agosto, ma che rivede la sua formula perché diventa intrattenimento con musica dal vivo.  In Piazza IV Novembre a Fornaci di Barga (LU), questa XII° sarà un’edizione sperimentale e fuori dalle abitudini, dove non si farà tardi perché le esibizioni dureranno circa 30 minuti a cantante, i cantanti ad esibirsi ogni sera saranno tre, e dove le performance saranno messaggi appositamente studiati da una selezione di vincitori delle passate edizioni.

Il calendario preparato dagli organizzatori Massimo Salotti, Direttore artistico, e Lucia Morelli prevede:

 

Giovedì 30 luglio: Burcu Duran feat Daniele Belli con ‘Musiche del Mediterraneo’; Patrizio Pierattini con ‘The invisibile Essential’ – (a scatola chiusa’) Regia di Michela Mirabucci; Cecè Tripodo con ‘Intimo’

Venerdì 31 luglio: Andrea Maestrelli con ‘Le canzoni di Leonardo’; Alfonsina con ‘Emozioni dal passato’; Annarè Persiano con ‘L’Amore al tempo del gluten free’

Sabato 1 agosto: Gerardo Attanasio con ‘Piccolo viaggio nella canzone d’autore’; Frances con ‘Non so cambiare idea’; Tommaso Baldacci feat Zeno Marchi con ‘Dietro maschere bianche e nere’

Distinguendosi per impegno nella formazione, con l’obiettivo di incentivare lo studio e la ricerca in ambito musicale, Fornaci in…canto mantiene anche per il 2020 le borse di studio in denaro attribuite agli artisti selezionati, quest’anno offerte da BVLG Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana BCC Banca Credito Cooperativo.

Dalle musiche suonate dai balconi di tutta Italia, a dare il senso di un abbraccio simbolico nel momento più alto dell’emergenza sanitaria, nasce la volontà di dedicare un Premio speciale a chi si è distinto per impegno e capacità comunicativa. Il Premio Venti d’Arte, dal nome dell’associazione che da sempre organizza il Concorso musicale, sarà assegnato a Jacopo Mastrangelo il giovane chitarrista noto per aver suonato Morricone al cospetto di una Piazza Navona deserta e poi al Campidoglio invitato dalla sindaca di Roma. La motivazione: un ringraziamento per aver mandato all’Italia intera un messaggio simbolico di speranza attraverso il linguaggio della musica.

La musica sarà al centro, letteralmente, perché le nuove regole di distanziamento sociale hanno cambiato le prospettive visive e d’ascolto ed è stato necessario ribaltare i vecchi programmi inventandone di nuovi.  In Piazza IV Novembre il pubblico siederà opportunamente distanziato sulle gradinate, o stazionerà in piedi, cantanti e musicisti staranno all’interno di una struttura i cui spigoli disegneranno un cubo. In piena sicurezza sarà possibile assistere ad un Festival che sarà connubio di musica, arte e performance.

 

L’amministrazione comunale, che da sempre sostiene l’evento, ha ritenuto importante mantenere la manifestazione in un momento storico così particolare, salvaguardando, in sicurezza, i momenti e gli incontri culturalmente significativi: ’In seguito alla pandemia abbiamo dovuto necessariamente ridimensionare molti eventi’ dice la sindaca Caterina Campani ma siamo convinti che portare avanti la progettualità culturale sia uno degli elementi su cui costruire la ripresa di una comunità.’

E’ confermata la collaborazione con NoiTv, la tv della provincia di Lucca, che  trasmetterà in differita, sul canale 10 del digitale, le tre serate di intrattenimento musicale.

La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale Venti d’Arte in collaborazione e con il sostegno del Comune di Barga, vede il contributo di importanti aziende del territorio che hanno deciso di investire in cultura.

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*