Associazione Pendolari Toscana Nord Ovest: “Va scritta una nuova pagina nella riorganizzazione del trasporto ferroviario”

-

In questo periodo di lockdown,è stato necessario apportare una rimodulazione dell’offerta commerciale, la Regione ha garantito la mobilità agli operatori sociosanitari, ma rispondendo positivamente alle istanze relative la programmazione poste dagli utenti.

La fase 2 si avvicina, bene l’intervento dell’Assessore Ceccarelli, sull’organizzazione dei servizi nei territori, al quale chiedo la massima condivisione non solo con le aziende ed enti locali, ma anche con i comitati e le associazioni pendolari.

La programmazione, dovrà tener conto di diversi fattori:

1- Andranno rispettate tutta una serie di regole igienico sanitarie sui treni e sui bus;
2-Dei nuovi orari di ingresso e di uscita dai luoghi di lavoro;
3-Che molto spesso in diverse aree territoriali, si sovrappongono bus e treni nella stessa fascia oraria e soprattutto nella stessa tratta;
4-Rilanciare il turismo uno dei settori che risentirà molto della crisi economica, come? cercando di intercettare il target e la domanda di prossimità con un rilancio a livello locale su distanze brevi o medie;
5-Sarà necessario quindi riconsiderare anche le corse, per evitare sovraffollamenti su alcune e vederne altre completamente vuote.

Tenendo conto di quanto sopra indicato e considerato che il passaggio del Coronavirus impone, comunque, la scrittura di una nuova pagina di progettualità anche per il trasporto ferroviario, il diretto coinvolgimento in tale processo delle associazioni che danno voce agli interessi degli utenti rappresenta, a mio avviso, un’occasione per tutte le parti in gioco.

La ripresa, quale sfida che ci attende anche in termini di innovazione, sarà molto impegnativa, ma condividendo ce la faremo!

Presidente Associazione Pendolari Toscana Nord Ovest

Michel Rocchiccioli

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*