Aggiornamento situazione Coronavirus “Covid-19”. Il bollettino dell’Azienda USL. ecco i casi comune per comune

-

LUCCA – Ecco l’aggiornamento sui casi di Coronavirus “Covid-19”.  La comunicazione fornita è quella in possesso dell’Azienda  alle ore 16 e fa riferimento alle 24 ore precedenti. Le comunicazioni relative alle positività emerse successivamente saranno rese note nel dettaglio il giorno successivo.

Nell’area vasta dell’Azienda USL Toscana nord ovest (che comprende anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana) si sono registrati 131 nuovi casi positivi, così suddivisi per Zona e per Comune di residenza.

 

Per quanto riguarda la provincia di Lucca ecco i nuovi casi:

 

Piana di Lucca: 16

Comuni: Altopascio 1, Capannori 12, Lucca 3;

Valle del Serchio: 14

Comuni: Borgo a Mozzano 1, Camporgiano 1, Castelnuovo Garfagnana 1,  Coreglia 2, Pieve Fosciana 1, San Romano in Garfagnana 1, Vagli di Sotto 6, Villa Collemandina 1;

Versilia: 23

Comuni: Camaiore 4, Forte dei Marmi 2, Massarosa 4, Pietrasanta 6, Seravezza 1, Viareggio 6.

 

8 casi da attribuire: altra Azienda, altra Regione o dati non disponibili.

 

 

Lucca: trasferite da domani (27 marzo) le vaccinazioni pediatriche

 L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica che, in previsione dell’imminente apertura di posti letto  “Covid-19”, è stato stabilito di trasferire l’attività delle vaccinazioni pediatriche da Lucca al Centro sanitario di Capannori, in piazza Aldo Moro, al piano terra, già a partire da venerdì 27 marzo.

I genitori che avevano già l’appuntamento sono stati avvertiti telefonicamente del cambiamento di sede

DONAZIONI

Lions di  Lucca: tre gare di solidarietà per l’Anestesia e Rianimazione e per la Terapia sub-intensiva dell’ospedale “San Luca”

E’ arrivato nelle scorse ore l’ecografo polmonare donato al reparto di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale “San Luca” di Lucca. La donazione è il risultato della prima delle tre gare di solidarietà per un totale di quasi 45mila euro di attrezzature donate al San Luca. Questa prima raccolta, partita dal Lions Club Garfagnana e che ha coinvolto in poco tempo tutti i Lions Clubs Zona G della 4° Circoscrizione (LC Antiche Valli – LC Garfagnana – LC Lucca Host – LC Lucca Le Mura – LC Pescia – LC Pietrasanta Versilia Storica) e la onlus “Amo dell’Amore”, ha raggiunto la quota di quasi 22mila euro con cui è stato possibile acquistare l’ecografo polmonare portatile utile nella battaglia contro il COVID-19. L’ ecografo a tre sonde aiuterà infatti i sanitari a fornire diagnosi più rapide ed efficaci per molti pazienti che sono ricoverati in reparti diversi del presidio ospedaliero lucchese.

“Questo importante strumento medico – commenta il presidente di zona, Alessandro Colombini – la cui scelta è stato concertata con il primario e lo staff del reparto di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale San Luca di Lucca è già in funzione, a beneficio dei pazienti e anche a supporto del lavoro di tutti quei medici oggi in prima linea nella battaglia al virus. I nostri ringraziamenti vanno ai presidenti dei sei Club della nostra zona e a tutti i soci Lions, alla onlus Amo dell’Amore e alle altre associazioni, che si sono immediatamente attivate per la realizzazione di questo Service.”

La Direzione dell’Azienda USL Toscana nord ovest e la direzione dell’ospedale di Lucca esprimono un sentito ringraziamento ai Lions e ribadiscono che per l’Azienda e per tutto il suo  personale è fondamentale percepire la vicinanza della comunità nelle sue varie componenti.

Grazie a una seconda gara di solidarietà sempre da parte dei Lions Zona G, sono poi stati acquistati un videolaringoscopio e due monitor multiparametrici, raccolta a cui hanno contribuito anche Soroptimist e Panathlon di Lucca, i soci Lions di vari Club e l’Associazione Culturale Francesco Xaverio Geminiani, con cui si è potuti arrivare a un totale di quasi ottomila euro e rispondere così alle esigenze espresse dal reparto per i nuovi posti di terapia sub-intensiva.

Intanto è già partita, sempre dai Lions, una terza raccolta per l’acquisto di dispositivi di sicurezza personale, in arrivo nei prossimi giorni dalla Cina.

 

 

ll Rotary Club di Lucca dona due monitor ed un sistema ecografico palmare all’ospedale San Luca

Due monitor per la visualizzazione dei parametri vitali dei pazienti ed un sistema ecografico palmare per diagnosi e trattamenti rapidi.

Sono stati donati dal Rotary Club di Lucca, insieme a Rotaract di Lucca, per l’ospedale San Luca per aiutare il personale in questo momento di emergenza Coronavirus.

“Proprio su indicazione dei sanitari – evidenzia il presidente del Rotary Club di Lucca Domenico Fortunato – abbiamo concentrato le nostre risorse su strumenti che vengono usati  quotidianamente dai professionisti per curare i pazienti del San Luca.

Insieme agli altri componenti del consiglio, a tutti i soci ed ai nostri giovani del Rotaract, abbiamo infatti acquisito e donato due monitor utilizzati per la visualizzazione dei parametri vitali delle persone ricoverate, apparecchi quindi di grande importanza nell’attività quotidiana in ospedale, ed un dispositivo ecografico ultra-portatile con funzionalità avanzate anche eventualmente per la telemedicina.

Il nostro Club conferma quindi la propria volontà di fornire risposte in un settore molto sensibile per la nostra comunità, come appunto quello sanitario, e riteniamo che questo service possa rappresentare un aiuto concreto al buon funzionamento dell’ospedale in questo momento di grave emergenza”.

La Direzione dell’Azienda USL Toscana nord ovest e la direzione dell’ospedale di Lucca ringraziano il Rotary Club di Lucca per il costante supporto offerto.

Questi atti di generosità sono infatti importanti per le strutture e per il personale che percepisce così ogni giorno la solidarietà e la vicinanza della comunità.

Donazione di 3.131 euro della Fedaliisf Sezione Toscana Nord Ovest

Gli Informatori scientifici del farmaco aderenti alla Fedaiisf (Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco), sezione Toscana Nord Ovest, consapevoli dell’emergenza sanitaria attuale che ci vede tutti coinvolti, hanno deciso di essere presenti al fianco dei medici e del personale sanitario in questo momento di estrema difficoltà. Nella doppia veste di cittadini e informatori scientifici si sono resi disponibili, in virtù delle loro competenze farmacologiche e biomediche, ad essere comunque un punto di riferimento per qualsiasi necessità di tale genere. Al contempo pur riconoscendo l’efficienza delle amministrazioni pubbliche coinvolte ma ritenendo doveroso aiutare chi è costantemente in prima linea a combattere per la collettività, hanno attivato una raccolta fondi cui hanno potuto partecipare sia informatori sia privati cittadini raccogliendo la cifra di 3.131 euro già devoluta all’Asl Toscana nord ovest  per l’acquisto di quanto necessario ad affrontare l’attuale emergenza sanitaria. Si ringrazia tutti coloro che hanno partecipato a questa raccolta.

La Direzione dell’Asl esprime un sentito ringraziamento alla Fedaliisf ed evidenzia che per l’Azienda e per tutto il suo  personale è fondamentale percepire la vicinanza della comunità nelle sue varie componenti.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*