E’ deceduto don Silvio Baldisseri

- 1

BARGA – Le campane del Duomo di Barga hanno suonato a morto stamani: alle 6 circa è deceduto all’ospedale “San Francesco” di Barga, dove era ricoverato dai primi di dicembre, don Silvio Baldisseri, il fratello del cardinale Lorenzo Baldisseri. Un sacerdote, don Silvio, molto legato alla comunità barghigiana dove fino a due anni fa, quando le sue condizioni di salute non erano poi peggiorate,  ha prestato servizio come cappellano dell’ospedale San Francesco,

Don Silvio Baldisseri era nato a Camporgiano nel 1934 ed è stato ordinato sacerdote nel duomo di Barga il 22 settembre 1956.
Da prete ha prestato servizio al pensionato Toniolo, a Santa Cristina, a Bientina, Coltano. Dal 1958 al 1959 era stato vicario parrocchiale a Santo Stefano extra moenia e dal 1959 al 1961 è stato cappellano al duomo di Barga e parroco a Renaio. Ha prestato servizio fino al 1972 a Loppia e poi fino al 1994 a Sant’Ermete di Pisa. Dal 1994 don Silvio fratello come detto del Cardinale Lorenzo Baldisseri,  è stato parroco di Fornaci di Barga, per poi tornare a Barga dove ha appunto  svolto la missione di cappellano dell’Ospedale di Barga.

In questi anni, per il suo impegno sacerdotale è stato anche nominato canonico del Duomo di Barga

Don Silvio ha raccontato la sua storia in libri, che hanno fissato tanti momenti dei decenni trascorsi nella nostra comunità. Gli ultimi due sono stati presentati, era il 2017,per ricordare il periodo del suo incarico come pievano di Loppia dal 1961 al 1972.

Il sacerdote, che è stato anche responsabile dell’Anspi per il settore della musica, ha organizzato per molti anni anche rassegne di gruppi corali ed indubbiamente è stata persona molto conosciuta ed apprezzata nella comunità di Barga, Fornaci, Loppia, Filecchio ed anche fuori dal nostro comune.

In questi giorni che hanno preceduto la morte, quando le sue condizioni di salute si sono fatte più gravi,  non gli è mai mancata la costante ed affettuosa assistenza del fratello, il Cardinal Baldiìsseri che è voluto restare al suo fianco.

I funerali di don Silvio si terranno nel duomo di Barga mercoledì pomeriggio in orario ancora da confermare.

Al fratello, al Cardinale Lorenzo Baldisseri, ai famigliari tutti di son Silvio, la cui famiglia proviene da San Pietro in campo, le nostre sentite condoglianze.

Tag: ,

Commenti

1

  1. pier giuliano cecchi


    Don Silvio resterà tra noi come un ultimo esempio del grande attaccamento del mondo della Chiesa locale alla straordinaria storia di Barga, di Fornaci di Barga e altre attenzioni di notevole spessore. Possiamo inserire Don Silvio in quel filone che prende inizio in maniera consistente e direi unica, con la figura del Canonico Pietro Magri, che poi passa attraverso il Proposto Alfredo Della Pace, per venire a Mons. Lino Lombardi e infine Mons. Alfredo Baroni, citando anche Mons. Piero Giannini.
    La chiesa locale ha sempre posto attenzione alla storia del territorio, per certi versi delineandone l’evolversi culturale. Un modo interessante per far capire ai fedeli quanto sia inserita nel tessuto sociale, quasi un testamento che ha il suo avvio nei secoli più remoti, quando Barga aveva due distinte ma unitissime realtà: Comune e Chiesa, tanto da poter ancora dire che se nello stemma di Barga ci fosse unito alla barca il Duomo o San Cristoforo (c’è dietro), non sarebbe una bestemmia, perché l’evoluzione storica della stessa Barga, in un certo momento, fine sec. XII e poi il XIII, si muove su questi fattori strettamente uniti.
    Ciao Don Silvio e grazie per quanto ci hai lasciato con i tuoi libri. Lavori che saranno conservati nell’angolo più importante delle nostre biblioteche, assieme a quelli di chi come te vestì l’abito talare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*