A Cascio la cinquantesima Sagra delle Crisciolette

-

CASCIO – Mezzo secolo di vita, e ogni anno che passa è sempre più bella. La “sagra delle Crisciolette”, in programma nei due weekend lunghi a cavallo di luglio e agosto, festeggia la sua 50ma edizione; a testimonianza che quando la comunità è unita, non ci sono scadenze che tengano. Nei giorni 26,27,28 luglio e 2,3 e 4 agosto tutto il borgo fortificato di Cascio sarà la cornice di un appuntamento tra i più sentiti nella Valle, e che attira migliaia di persone da tutta la regione. Ogni sera, per festeggiare degnamente questa ricorrenza, i volontari dell’Asr Cascio prepareranno le rinomate crisciolette, i piatti di questa terra, i mitici “bomboloni dell’Anna”. Oltre a tutto ciò, saranno attivi tre bar, il fortino sarà teatro di eventi culturali e molto altro ancora sotto le note delle orchestre che si alterneranno davanti alla chiesa di San Lorenzo.

Per festeggiare degnamente questo compleanno, poi, ci sarà una sorpresa sempre diversa e di sicuro impatto. Il presidente dell’Asr Cascio, Alessandro Bertolini (da 25 alla guida di questo gruppo che funziona come un orologio svizzero), non lascia trapelare nulla, ma di certo sarà qualcosa di innovativo. Come sempre, a far la spola tra il parcheggio del cimitero e il paese, ci sarà una navetta gratuita. Le aree di ristoro saranno come sempre dislocate nella zona della Stalletta, del campo di calcetto, della terrazza sulle Mura, e attorno al Torrione. Sei serate da vivere, con ben tre generazioni di cascerotti che si alterneranno nella preparazione delle crisciolette, piatto nato per sfamare le famiglie nei primi anni ’40, e diventato uno “sfizio” da condire con formaggio o pancetta.

Insomma, le buone tradizioni continuano a far parlare, sfamare e divertire migliaia di appassionati.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*