Vietato l’uso di contenitori di vetro o metallo per bevande e alimenti in occasione di eventi. A Barga arriva l’ordinanza

-

BARGA – A  seguito dell’Ordinanza  n.103 di oggi 22 giugno  avente per oggetto “Misure di sicurezza – divieto di vendita e asporto di alimenti e bevande in contenitori rigidi quali metalli e vetro per gli esercizi commerciali e di somministrazione situati nelle aree degli eventi e zone limitrofe in occasione delle manifestazioni previste nel territorio comunale”, il sindaco Caterina Campani rende noto che è fatto

DIVIETO di vendita e somministrazione, anche per mezzo di distributori automatici, di alimenti e bevande in contenitori di vetro o metallo nelle aree interessate da eventi, manifestazioni, sagre, feste paesane, che si svolgono nel territorio comunale o comunque in occasione di qualsiasi situazione che comporti aggregazione di persone; tale divieto risulta esteso anche alle aree limitrofe di ogni singolo evento, per un raggio di 100 metri dal perimetro esterno delle aree interessate dalla manifestazione stessa e nell’orario compreso tra 1 ora prima dell’inizio di ciascun evento ed 1 ora successiva alla conclusione dell’evento.

Gli esercizi commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande potranno servire gli alimenti e le bevande in contenitori di vetro o metallo solo all’interno dei locali e/o negli appositi spazi allestiti e autorizzati per la somministrazione esterna al locale, vigilando che non si verifichi l’asporto dei sopradetti contenitori.
Il presente divieto è rivolto ai seguenti soggetti:
società titolari o gestori di distributori automatici;
esercizi commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande, ubicati nelle aree delle manifestazioni nonché in quelle limitrofe sopra individuate;
Enti, Associazioni, Comitati e comunque a tutti coloro che in qualità di organizzatori di manifestazioni svolgono attività temporanea di somministrazione di alimenti e bevande in occasione di sagre, fiere o altri eventi comunque denominati.

E’ vietato inoltre l’utilizzo di bottiglie di vetro e lattine per il consumo di bevande nelle aree pubbliche e aperte al pubblico.

L’accertato e mancato rispetto della presente ordinanza da parte dei titolari e del personale addetto agli esercizi di somministrazione, oltre alle possibili conseguenze penali, è sanzionabile ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000 (Articolo 7-bis Sanzioni amministrative  1. Salvo diversa disposizione di legge, per le violazioni delle disposizioni dei regolamenti comunali e provinciali si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro…omissis)

E’ fatto obbligo a chiunque di osservare e di fare osservare quanto ordinato.

All’atto della contestazione i trasgressori sono tenuti a cessare il comportamento vietato, l’inosservanza dell’ordine verrà perseguita a norma dell’art. 650 del Codice Penale.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.