A Barga Valdo Spini in ricordo dei fratelli Rosselli

-

“Una storia di giustizia e libertà”: titolo più adatto non poteva essere trovato per la bella mostra dedicata ai due fratelli Carlo e Nello Rosselli, intellettuali antifascisti assassinati in Francia nel 1937, su mandato del regime.

Una mostra che è stata inaugurata la mattina del 15 maggio alla presenza di Valdo Spini, già deputato e docente universitario, attualmente presidente della Fondazione Circolo Rosselli, amico di Barga da lunga data. L’iniziativa si è aperta con i saluti del sindaco Bonini, di Mauro Campani presidente di ANPI Barga (promotrice della mattinata) e di Mario Regoli in rappresentanza dell’ISREC, cui ha seguito l’intervento di Valdo Spini che ha tracciato in maniera limpida e stimolante la vicenda dei fratelli Rosselli; di seguito l’inaugurazione della mostra presso la Biblioteca comunale, visibile fino al 2 giugno negli orari di apertura (dal lunedì al venerdì 14.15-18.45; martedì e giovedì mattina 9-12).

Una location scelta non a caso: la Biblioteca è difatti intitolata ai fratelli Rosselli dal 1974, come ha ricordato il direttore di ISL Barga Sara Moscardini, allorché in seno al Comitato per il trentennale della Resistenza e della Liberazione, promosso da Umberto Sereni, si avanzò la proposta di attribuire a diversi luoghi del barghigiano nomi di personaggi, eventi e fatti legati all’antifascismo e alla Resistenza: così la biblioteca acquisì l’attuale denominazione, benché esistente già dal 1949. Ricorrono infatti in questo 2019 i settanta anni di un istituto che primeggia in Valle del Serchio per numero di volumi e qualità dei servizi.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*