Gli appuntamenti e le tradizioni della Befana

-

E’ l’ultimo, ma sicuramente uno dei più sentiti, appuntamenti delle feste quello legato alla Befana.
Barga sarà come al solito in prima fila nel rispettare questa tradizione. La giornata della vigilia e quella del 6 gennaio saranno particolarmente movimentate in tutto il comune. Cuore della festa e della tradizione Barga e Pegnana grazie all’impegno dell’Associazione Perché la tradizione ritorni – La Befana, alla quale si deve anche la nascita della “casina della Befana” di Pegnana: meta ogni anni di migliaia di bambini provenienti anche da fuori da regione che vanno ad incontrare la cara, vecchia Befana ed a raccomandarle di non essere avara di regali la sera della vigilia dell’Epifania.
A Barga ed a Pegnana le iniziative in programma saranno proprio organizzate da questa associazione con il rinforzo determinante dell’Amministrazione Comunale e quest’anno anche della Pro Loco e dell’associazione “Per BA.R.G.A”.
(continua…)

A Barga, la festa si concentrerà nella giornata del 5 gennaio. Grande attenzione viene rivolta ai bambini che potranno incontrare la Befana già dal primo pomeriggio quando, come da tradizione, vestiti da befanine e befanotti, saranno in giro a cantare la questua ricevendo piccoli doni e dolciumi dai commercianti e dagli abitanti. Ad un certo punto arriverà anche la Befana, che assieme ai bimbi si fermerà in alcuni punti del Giardino. Si comincia in particolare dalle 14 con il ritrovo con la Befana davanti alla Pasticceria Lucchesi.
Poi tutti in Piazza Angelio davanti al falò dove la Befana non mancherà di dispensare una carezza e doni a tutti i bambini presenti.
La sera in giro per le case, tradizione che vale in tutto il comune, arriva di nuovo la befana con la collaborazione di tanti assistenti, a portare i regali ai bambini.
E per i più grandi invece, dopo il tramonto tanti appuntamenti da non perdere. Dalle 18,30, giro di aperitivi con la “Barbantana card”. In più, nel centro storico, degustazione di prodotti tipici (biscotti della befana, caldarroste, castagnaccio). Il tutto in collaborazione con AS Barga, gatti Randagi e Lake Angels.

La serata poi continua in piazza Angelio con la festa dedicata ad accogliere i gruppi mascherati in giro per il Castello. Il tutto davanti ad un bel falò e con l’accompagnamento musicale diPopy Dj.
I canti di questua dei giovani, ed i gruppi che la sera della vigilia porteranno la befana ai piccini sono naturalmente previsti anche per le vie di Filecchio, Pedona, Ponte all’Ania, ma anche a Fornaci, Albiano e a Castelvecchio Pascoli.
A Castelvecchio Pascoli da ricordare il 5 gennaio anche il tradizionale “Veglione della Scopa d’Oro” che ora porta il nome “Tre Broom”e si svolge nella bella sede dell’Auditoriuma del Ciocco.

Spostiamoci al 6 gennaio quando a Fornaci, nella chiesa del SS. Nome di Maria, in Fornaci Vecchia, verrà riproposto “Omaggio a Gesù Bambino”: musica, canti, riflessioni sulla festa dell’Epifania. Il tutto a cura dei ragazzi del catechismo ed allestito dagli attivi collaboratori dell’Unità Pastorale. Tornerà anche l’appuntamento nella chiesa di Tiglio, con i bambini che reciteranno poesie davanti al presepe.
A San Pietro in Campo, il giorno dell’Epifania, torna pure l’iniziativa del Comitato Paesano che formerà un grande gruppo per raccogliere offerte e doni da devolvere in beneficenza. Così avverrà anche a Mologno, sempre a cura del locale comitato paesano.
Per il giorno 6 non è poi da mancare l’ultimo saluto con la Befana che riceverà tutti, grandi e piccini, presso la sua casina a Pegnana. Si comincia dalle 14.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.