Un concorso di idee per rilanciare Barga Giardino

-

Verrà indetto un concorso di idee per riqualificare tutta l’area di Barga Giardino. A comunicarlo nell’ultima riunione del Consiglio Comunale è stato il vice sindaco e assessore all’Urbanistica Alberto Giovannetti. Già più volte l’assessore ha fatto riferimento all’intenzione dell’amministrazione di migliorare l’assetto urbanistico e la fruibilità di tutto il Giardino di Barga che diventerà il biglietto da visita della città. Il concorso di idee è stato considerato lo strumento in grado di offrire le migliori progettazioni inerenti l’abbellimento e la migliore fruibilità di quello che è il quartiere centrale di Barga capoluogo. In questa ottica potranno essere ridisegnati spazi a servizio di tutta la comunità, nuove aree da adibire a parcheggi e a servizi. Come spiega il vice sindaco Giovannetti, il tutto interresserà la parte che va dal Piazzale Pertini sino all’area pedonale di Via Pascoli, via Mordini , Via Giardino e Piazza San Rocco. Ciò recherà nuova e migliore visibilità agli esercizi commerciali che sono dislocati su questo percorso ma al tempo stesso potrà fornire idee nuove per l’utilizzazione degli edifici e degli spazi comunali che si trovano su questo tragitto.
Tutta l’Amministrazione Comunale con a capo il Sindaco Marco Bonini sta lavorando, d’intesa con l’ufficio Assetto del Territorio a questo progetto che vedrà la luce nelle prossime settimane e che rappresenterà uno degli aspetti cardine del nuovo Regolamento Urbanistico.
L’obiettivo che si propone il sindaco e tutta l’amministrazione oltre ad essere quello di migliorare l’aspetto di Barga in chiave turistica e di accoglienza, mira a fornire ai residenti nuove zone di aggregazione e di socialità, sfruttando aree e spazi che oggi non sono adeguatamente a sevizio dei cittadini. Il concorso, sostiene l’assessore all’urbanistica Alberto Giovannetti, si inquadra in una nuova politica urbanistica che mira al recupero e alla valorizzazione di Barga e sarà accompagnato anche da nuove iniziative più generali che potranno riguardare anche i privati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*