Inquinamento, fondi della provincia per la cultura e viabilità in consiglio comunale

-

Nell’ultima seduta del consiglio comunale avvenuta lunedì sera, oltre all’approvazione del nuovo statuto della Fondazione Giovani Pascoli, si è discusso di un aggiornamento del programma delle opere pubbliche e contestuale variazione di bilancio. Si
tratta per fortuna di una variazione in aumento inerente le entrate dallo stato, in precedenza valutate prudenzialmente troppo basse nel bilancio di previsione, come risposto dall’assessore al bilancio Vittorio Salotti
Riguardo al programma delle opere pubbliche l’assessore Passini ha riferito che il Comune sta facendo domanda per la partecipazione ad un bando che, se andrà a buon fine, permetterà la realizzazione della bretellina di collegamento fra il ponte sul Serchio e la KME, portando a compimento il progetto che dopo la realizzazione del ponte sul Serchio porterà ad eliminare il traffico pesante dai centri abitati di Fornaci e Ponte all’Ania.
A tal proposito è intervenuto anche il sindaco Marco Bonini che ha reso noto di aver scritto all’Amministrazione Provinciale per sollecitare la trasformazione della segnaletica, già decisa da tempo, per dirottare il traffico pesante dalla SR 445 alla Lodovica. Bonini ha anche aggiunto che se il provvedimento non arriverà dalla Provincia il Comune procederà comunque a vietare il transito ai mezzi pesanti nel tratto della SR 445 di sua competenza.
Altro punto interessante è stata l’ordinanza del Consigliere Emma Biagioni, del gruppo di opposizione Spazio Libero, riguardante la situazione delle frazioni basse del Comune e, in modo particolare di Mologno, in seguito ad alcune segnalazioni che pervenute dagli abitanti della frazione circa la presenza in determinati momenti di cattivo odore che potrebbe essere causato dall’impianto di Bricchettaggio di Gallicano.
La risposta è arrivata dall’assessore all’ambiente Giorgio Salvateci che ha spiegato che in precedenza non sono mai state fatte segnalazioni di questo tipo ma che, vista l’interpellanza, sono stati contattati gli abitanti della zona interessata i quali hanno fornito ai vigili un’ idea di quelli che sono gli odori che in alcuni casi si sentono, oltre a comunicare la presenza sporadica di polveri sui davanzali.
Salvateci ha garantito che l’Amministrazione presterà la massima attenzione e cercherà di approfondire questa problematica e che se fossero riscontrate situazioni di inquinamento dovute all’impianto di bricchettaggio, l’Amministrazione Comunale interverrà per risolvere la situazione”
Da riflettere c’è sicuramente sull’interpellanza discussa nella stessa seduta e presentata dal consigliere del gruppo “Per Barga e i suoi paesi”, Giuliano Guidi secondo il quale sono pochi i soldi spesi dall’Amministrazione Provinciale a sostegno delle manifestazioni culturali del comune di Barga, rispetto a fondi spesi inutilmente come nel caso del progetto per gli scavi del Frizzone che non sono mai andati a buon fine e dove in tutto sono stati investiti quasi 690 mila euro.
Guidi si è rifatto alla polemica emersa sui circa 700 mila euro andati praticamente al vento relativi agli scavi del Frizzone, molti dei quali provenienti proprio dalla provincia di Lucca ed ha chiesto di sapere, a fronte di sprechi così evidenti, quanti sono i soldi concessi per la cultura al Comune di Barga, soprattutto in merito alla valorizzazione del patrimonio pascoliano che rappresenta una delle eccellenze della cultura dell’intera provincia di Lucca. La risposta è venuta dal sindaco Marco Bonini: in pratica circa 40 mila euro per il 2009 e circa 44 mila euro per il 2010.
“Invece di buttare via soldi per progetti inutili – ha commentato Giuliano Guidi – la Provincia dovrebbe investire maggiori fondi su progetti di valorizzazione più concreti ed attuabili, favorendo territori come il comune di Barga a forte vocazione turistica. E invece a noi arrivano solo spiccioli. Uno scandalo”.
Guidi ha voluto anche sottolineare che è abbastanza strana la disattenzione e lo scarso aiuto della Provincia alla cultura del Comune di Barga, in considerazione anche dell’alta rappresentanza barghigiana in seno all’Amministrazione Provinciale con due assessori e due consiglieri provinciali ed ha richiesto che si faccia maggiore pressione in vista delle celebrazioni del centenario pascoliano nel 2012. “Invece di buttare soldi al vento c’è da augurarsi che per celebrare Pascoli nel 2012 i soldi della Provincia vengano spesi meglio. Bisogna quindi che anche l’Amministrazione Comunale si impegni a vigilare ed a richiedere una maggiore attenzione”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.