Ristrutturata la rete dei trasporti pubblici in provincia di Lucca

-

Una serie di importanti novità interesserà il trasporto pubblico locale della provincia Lucca a partire da lunedì 15 marzo, quando entrerà in vigore il nuovo Piano Urbano della Mobilità. Gli interventi riguardano la riorganizzazione dei servizi urbani di Lucca e Viareggio e di quelli extraurbani della Piana, della Valle del Serchio e della Versilia e rispondono alle nuove esigenze del territorio. L’intento è di migliorare le
prestazioni, incrementando il numero dei passeggeri, fidelizzando quelli attuali e, nel contempo, rendendo più efficiente la gestione del trasporto pubblico anche attraverso l’eliminazione di corse a zero o scarsissima utenza. Il complesso degli interventi previsti interessa un volume di percorrenze annue di 3,5 milioni di chilometri, pari a circa il 27% dell’intero “prodotto” di trasporto lucchese (12,9 milioni di km). Il nuovo piano è stato presentato questa mattina (giovedì 11 marzo) a Palazzo Ducale dall’assessore provinciale ai Trasporti, Silvano Simonetti, dal direttore di Vaibus, Gian Luca Venturi e dalla dottoressa Cecilia Di Somma del Servizio trasporti dell’amministrazione provinciale.
«Il Piano – afferma l’assessore provinciale Silvano Simonetti – nasce da un lavoro durato oltre un anno e che ha visto la concertazione con tutti i Comuni del territorio e con Vaibus. In questo modo abbiamo recepito le esigenze dell’utenze e delle amministrazioni, cercando di dare vita a un servizio rispondente alla domanda. Il sistema di trasporto pubblico, comunque, che non è rigido, bensì aperto a tutte quelle modifiche, determinate dalla nascita di nuove esigenze. La Provincia, infatti, intende promuovere il servizio pubblico ed è disponibile ad accettare proposte di miglioramento e di ottimizzazione, a fronte di sopravvenute necessità e della volontà dei Comuni di potenziare ulteriormente il servizio attraverso investimenti finanziari o strutturali, come, ad esempio, la creazione la riqualificazione delle fermate, la creazione di corsie preferenziali, o fermate attrezzate per disabili».
Lucca e Piana di Lucca
In attesa che il Comune capoluogo ridisegni le linee che interessano l’area urbana e il centro storico, la ristrutturazione del servizio urbano ha portato alla riorganizzazione delle corse e all’adeguamento delle percorrenze in base ai flussi di traffico, con la conseguente riduzione dei ritardi.
A livello extraurbano le novità riguardano la tratta Altopascio–Lucca, che interessa una zona della Piana in cui al costante aumento della popolazione si accompagna un incremento dell’utenza. In particolare si realizza nel pomeriggio/sera il cadenzamento del servizio con corse ogni ora per senso di marcia, con l’obiettivo di ulteriori, eventuali intensificazioni in relazione alla crescita della domanda di trasporto.

Viareggio e Versilia
L’intervento in Versilia è il più complesso e impegnativo. Sulla rete urbana di Viareggio è previsto un diverso dimensionamento del servizio nelle varie stagioni, che viene intensificato nel periodo estivo, in relazione alla maggiore popolazione presente (Linee 23/24 e 27/28).
Un altro aspetto rilevante è costituito dall’estensione del percorso della linea 25/26 fino all’Ospedale Unico della Versilia, lungo un percorso che interessa l’abitato di Lido di Camaiore.
Molto articolato anche l’intervento che riguarda la rete extraurbana nella zona che va da Pietrasanta a Viareggio e che di fatto costituisce una “città estesa”. Qui è stata realizzata una saldatura di due linee Lucca- Massarosa-Viareggio e Viareggio-Camaiore. Su questi percorsi è stato predisposto un servizio regolare che garantisce, in entrambi i sensi di marcia, corse ogni mezz’ora sulla tratta Massarosa–Viareggio-Ospedale Versilia–Pietrasanta.
E’ stato potenziato anche il servizio di collegamento tra Camaiore capoluogo e l’Ospedale della Versilia. Infatti, oltre alle già esistenti 5 coppie di corse navetta ne sono state istituite ulteriori 7 giornaliere, mediante la deviazione delle corse attuali.

Valle del Serchio
Per quanto riguarda la valle del Serchio, si è cercato di porre rimedio alle criticità della zona: il servizio bus sulla direttrice di fondovalle poco regolare e non puntuale, la funzionalità dell’interscambio bus-treno con la linea Lucca-Piazza al Serchio–Aulla da perfezionare e la presenza di numerose corse a bassa o addirittura nulla frequentazione.
Gli interventi, quindi, riguardano la realizzazione di un servizio coordinato treno/bus nel fondovalle, il miglioramento dei collegamenti con i presidi sanitari e le stazioni ferroviarie, la creazione di una nuova linea destinata a migliorare i servizi interni all’area urbana di Castelnuovo e l’introduzione di alcune corse aggiuntive.

Le tariffe
Per quanto riguarda le tariffe, i costi del trasporto pubblico in provincia di Lucca non subivano aumenti dal 2007 (tranne un aggiustamento delle tariffe extraurbane nel 2008) e l’adeguamento in corso è in linea con il tasso programmato di inflazione.
Sulla rete urbana di Lucca sono stati ritoccati i costi dei biglietti a tempo da 70 e 180 minuti che aumentano rispettivamente di 10 e 20 centesimi.
Gli abbonamenti, invece, subiranno in media un aumento di soli 40 centesimi; e ciò per salvaguardare gli utenti abbonati e favorire la fidelizzazione.
Sulla rete urbana di Viareggio, in considerazione dell’estensione del servizio, sono state individuate tre aree distinte (Torre del Lago, Viareggio centro e Lido di Camaiore) ed è stata introdotta la tariffazione a zone. All’interno di ciascuna zona potrà essere utilizzato il biglietto da 1 euro (valido 70 minuti), per i movimenti tra due zone limitrofe quello da 1,10 euro (valido 80 minuti) e per i movimenti tra Torre del Lago e Lido quello da 1,20 euro (valido 90 minuti). Il tutto, con un vantaggio economico per gli utenti che attualmente per la tratta Viareggio-Lido o Torre del Lago-Lido pagano un biglietto extraurbano da 1,60 euro.

INFORMAZIONI
Per due giorni – lunedì 15 e martedì 16 – Vaibus mette a disposizione dell’utenza un numero di telefono al quale chiedere informazioni sul nuovo servizio. Il numero è lo 0583/541229. Inoltre, sarà possibile accedere a tutte le novità del servizio sul sito di Vaibus: www.vaibus.it

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.