Elezioni: è bufera per il volantino di Sereni. Insorge il centrodestra

- 15

Elezioni. Oggi ultima giornata per esprimere il proprio voto per le europee e le elezioni amministrative: per eleggere insomma il sindaco ed il nuovo consiglio comunale che è la cosa che in tutto il comune conta di più a Barga, dopo dieci anni di “impero” Sereni. Erano e sono insomma soprattutto attese proprio le elezioni ammistrative. L’esprimere il proprio voto per decidere che sostituirà il sindaco di Barga che negli ultimi cinque anni ha governato forte di una maggioranza di quasi l’80% degli elettori del comune; indubbiamente con un forte appoggio popolare che non è mai mancato fino alla fine del suo mandato.Il lizza, ricordiamo, tre candidati: Marco Bonini per il centro sinistra e, a destra Oriano Bartolomei, candidato appoggiato anche dal PDL e Giuliano Guidi che più volte si è però proclamato a capo di una lista alternativa.Alle 12 di oggi la percentuale dei votanti era del 32, 27 & per le comunali e del 34,29 % per le europee. Un dato tutto da interpretare in attesa delle statistiche che usciranno fuori stasera alle 19 e puoi alla chiusura definitiva dei seggi alle 22.Intanto, in questi giorni di elezioni, a far discutere, e molto, è stato lo specialissimo addio del sindaco Umberto Sereni che nell’ultimo suo giorno di primo cittadino del comune di Barga ha inviato, per lo più alle testate giornalistiche, un volantino molto particolare e che ha suscitato tanto scalpore
soprattutto negli ambienti del centro destra. Il volantino lo riproduciamo insieme a questo articolo. Non ci sono né nomi, né cognoni, ne offese ad alcuno, ma a destra è stato preso come un forte attacco nei confronti del presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, in relazione alle ultime vicende di gossip (e nemmeno tanto di gossip) che lo hanno visto protagonista e che lo hanno messo non poco in crisi.
Ho solo espresso la mia opinione – ha detto Sereni da noi raggiunto telefonicamente – quello che pensavo; non ho certo gravato sulle casse comunali nella diffusione di questo volantino, come è stato detto. Ho versato alle casse comunali la cifra di 10 euro per tute le spese sostenute, ma in realtà di spese non ce ne sono state.
Comunque, come ci ha ancora su questa vicenda: “Il sindaco è molto sereno, di nome e di fatto. E’ stato un altro servizio all’immagine di Barga. Una vera e propria pubblicità per Barga – ha aggiunto – che non è costata nemmeno una lira. Adesso Berlusconi ha scoperto che esiste Barga e che è anche un comune importante. Più di così”.
Sulla vicenda comunque le forze di centro destra si sono a dir poco agitate. Hanno definito il volantino dai toni volgari e soprattutto un gesto fatto a spese dei contribuenti èer esprimere un’opinione personale. Il fatto è stato anche segnalato alle forze dell’ordine ed il maresciallo della stazione CC di Barga ha avviato una indagine.
Di sicuro, anche nel suo specialissimo addio alla comunità, il sindaco Sereni farà ancora a lungo parlare di sé.

Tag: , , , , , ,

Commenti

15


  1. Non tutti siamo uguali ( per fortuna )
    Vorrei che il Sindaco Sereni fosse più rispettoso ( negli ultimi giorni del suo mandato ) dei propri concittadini, che per ragioni di democrazia potrebbero non condividere le sue manie di protagonismo e per le quali debbono pagare anche loro. Grazie Umberto


  2. il maresciallo della stazione CC di Barga ha avviato una indagine….
    Ecco l ennesima dimostrazione delle vostre virtù caro il mio sereni. Un uscita di scena in perfetta coerenza con tutto il vostro (discutibile) operato. La nostra fortuna è che non dovremo più vergognarci di figure come questa. Accuse come quelle citate nel suo volantino (velate da un sottile strato di timore) sono frutto di pregiudizi, ovvero il male della politica. “..avvertite subito i carabinieri” scriveva…beh sembra che qualcuno l abbia fatto!


  3. perché…
    Vorrei avere delucidazioni del perchè il mio commento non è stato pubblicato. Forse perchè toccava troppo l’ex sindaco?Forse perché in questo comune non esiste la libertà di opinione?Non c’erano offese per nessuno, a differenza del volantino dell’ EX sindaco.Gradirei fosse pubblicato senza censura!


  4. perchè::: 2
    Caro Marco, mi sembrava di averti spiegato per bene il motivo per cui non è stato pubblicato. Ti ho anche richiesto per email, di correggere il termine utilizzato riferendoti all’ex primo cittadino; questo anche in considerazione che non ti firmi con il tuo vero nome. Se mi rimandi il testo corretto oppure firmato con il tuo vero nome e cognome, cosa che dovresti fare sempre, provvederò a pubblicarlo.


  5. non ho ricevuto nessuna mail
    Scusa ma non ho ricevuto nessuna mail in cui mi indicavi l’eventuale correzione. Veramente il mio nome è Marco, ma se non ci credi non è che mi cambi la vita. firmo sempre col mio nome.

  6. Massimo Marco


    pochezza intellettuale….
    con questo suo ultimo volantino il nostro, per fortuna, ex sindaco ha dimostrato di essere quello che è….E’ chiaro il riferimento al presidente del consiglio, caro ellegi, ed è chiaro che ormai sereni sta dimostrando nel suo piccolo, quello che sta succedendo in ambito nazionale, la caduta inesorabile della sinistra e delle sue ideologie…ah! ma quali sono? In questo periodo non ne hanno fatta una. il sindaco ha solo aumentato la tarsu e speso nelle varie inaugurazioni, feste d’addio e volantini. Non credo proprio che il Presidente del Consiglio, si abbassi a considerare un personaggio come sereni ed un comune come il nostro, sotto l’egemonia, fino ad ieri, del PD del “colle”. Sereni, per salvare la poca faccia che le è rimasta…..faccia un altro volantino e chieda scusa a tutti i suoi ex cittadini e a tutti gli italiani. Aspetto un suo comunicato sul risultato elettorale, ma credo che non avverrà…si rifugierà solo nel suo appartamento a Lucca.


  7. A proposito di cose di cui vergognarsi..
    Per quanto riguarda le uscite spesso un po’ folkloristiche del nostro ex sindaco più o meno condivisibili, vorrei capire questa logica strisciante per cui quando le esternazioni (spero sia gradito l’educato eufemismo) le fa il premier sono spiritosaggini incomprese e se le fa qualcun’altro sono figure vergognose. Invito caldamente questi fustigatori a corrente alternata a mandare in vacanza le proprie sorelle, nipoti e figlie minorenni in quel ritiro spirituale che e’ Villa Certosa (invito i lettori a visitare il sito di El Pais, pericoloso giornale sovversivo spagnolo e vedere con i propri occhi prima che la nuova legge sull’informazione metta il bavaglio anche a Internet) e a farsi un serio esame di coscienza. Spicciatevi ad oscurare Internet prima che la piena vi travolga.


  8. isotta…fraschini?
    Cara Isotta, io mia figlia l’ha manderei più che volentieri in vacanza a Villa Certosa, sicuro che non rischierebbe niente, a differenza di quanto vogliono far credere i tuoi amici di sinistra, che non avendo idee o proposte (come del resto non ne hanno mai avute), hanno preferito attaccare il Premier su aspetti NON veri della sua vita privata credendo che la stragrande maggioranza degli italiani avesse i paraocchi (pensando di avere a che fare con persone simili al loro elettorato), e cambiasse idea sul voto….invece, mi spiace per te e per tutti i sudditi della sinistra e dell’ex sindaco, il pdl ha vinto, mentre la comatosa sinistra ha perso inesorabilmente. Riguardo alla libertà di stampa, ce n’è più ora che prima, poi a sentir parlare di libertà una di sinistra mi fa solo ridere…Ribadisco che il tuo ex sindaco (non mio perché non mi sono mai sentito rappresentato da lui), è sceso molto in basso con questo goffo, senza senso, oltraggioso e non divertente volantino. Quello che maggiormente non accetto è l’utilizzo del simbolo del nostro Comune e dei nostri soldi (anche se 10 euro come dice sereni, ma non ci credo) per fare questa bassissima cosa.Perché non fai insieme a lui un volantino sull’ormai fatiscente sanità nella Valle e a Barga? Perché non su l’aumento della tarsu del 20%? Perché non sulla distruzione della Pista Onesti? Perché non sull’impoverimento sempre crescente di Barga? Perché non sui numerosi viaggi in Francia, Scozia e Lapponia del sindaco e del suo entourage a spese nostre? Ce ne sarebbero di volantini da fare….Forse i carabinieri dovrebbero essere chiamati per queste cose…Sveglia Isotta…


  9. risposta a Massimo Marco
    Caro Signor Massimo, innanzi tutto La ringrazio per la sua sollecitudine a farmi “svegliare”, ma cortesemente respingo al mittente, visto che sono ormai una vecchia signora e di cose ne ho viste forse piu’ di Lei. Volantini non ne faccio con nessuno, ho la fortuna di avere un computer e di saperlo usare per quello che mi serve, cioè per non restare fuori dal mondo. Vorrei farLe notare che forse il mio modo di pensare sulle vicende del premier è forse più legato alla tradizione cattolica che non al libretto rosso dei pensieri di Mao, però capisco che forse per Lei e’ più schematico classificarmi tra i “nemici” che accettare un confronto civile. Noto comunque (e con una certa soddisfazione) un nervosismo eccessivo nella sua risposta, segno che la vicenda tocca palesemente un nervo scoperto. Comunque mia figlia a Villa Certosa non ce la manderei, Lei della sua faccia quello che vuole. Le chiedo comunque una maggiore educazione e rispetto, come si confà a una categoria di persone, la sua, che vorrebbe rappresentare al governo la tradizione, la famiglia e il pensiero cattolico. La saluto cordialmente.


  10. tradizione cattolica…
    Cara Sig.ra Isotta, non è mai troppo tardi per “svegliarsi” e a volte la differenza d’età non conta per vedere meglio o peggio alcuni avvenimenti. La parola “nemico” mi sembra esagerata e soprattutto non sono affatto nervoso, come Lei crede, ho soltanto cercato di farLe capire meglio il mio pensiero (ripeto, mio e mai penserei di inculcarlo o oblligare qualcuno a farlo proprio), pensiero che resta immodificato poiché continuo a reputare subdolo e per nulla intelligente attaccare una persona sul piano personale con notizie false, solo per nascondere la mancanza di idee e proposte.Lei si definisce cattolica, come del resto anche io, ed in questo periodo, soprattutto, in cui esserlo sembra quasi un difetto, mi fa piacere sentirlo dire, però mi permette di criticare coloro che fino a qualche si anno fa seguivano le idee di don Sturzo ed ora appoggiano o vanno a braccetto con il materialismo e con coloro i quali non impiegano molto tempo a denigrare il nostro Credo.Ripeto, e mi spiace perché la Sua soddisfazione verrà meno, non sono affato nervoso, anzi tranquillissimo, soprattutto dopo il successo elettorale, e sono sempre stato e sempre lo sarò per un dialogo civile e costruttivo, quando però dall’altra parte ci sono persone che non seguono con i paraocchi quello che dice il loro capo del momento.Un’ultima cosa, Lei scrive “una maggiore educazione e rispetto, come si confà a una categoria di persone, la sua, che vorrebbe rappresentare al governo la tradizione, la famiglia e il pensiero cattolico”… bene io rispetto tutti e l’educazione mi è stata insegnata e la paleso in ogni istante della giornata e non mi permetto mai di dare del maleducato a chi non la pensa come me perché, come ben ha detto Lei, seguo la tradizione, la famiglia ed il pensiero cattolico, cosa che altri credono o si immaginano di fare ma in realtà non lo fanno.Cordiali saluti


  11. Risposta
    Caro Signor Massimo, noto con piacere che i toni sono molto cambiati. In questo momento, mi creda, non se ne può più dei toni aggressivi e di questa contrapposizione indegna di un paese civile. L’esperienza mi ha insegnato che il bianco e il nero nella vita reale non esistono, che nelle tante sfumature c’e’ spesso del buono e non necessariamente ciò significa sempre piegarsi a compromessi. Ho imparato a rispettare i punti di vista diversi dai miei, che spesso mi hanno insegnato vedere le cose in modo più ricco e piu’ creativo. La tradizione cristaiana e’ sempre stata alla base del rispetto reciproco e della diversita’, dell’accoglienza e della compassione. Anche chi alle amministrative non ha votato come Lei (la maggioranza) non e’ detto che per questo lo abbia fatto acriticamente. Nel rispetto reciproco e nel lavoro comune cerchiamo di far crescere Barga e renderla ancora di più quel gioiello che molti ci invidiano. Se ci sono cose che non vanno (ad es. la pista Onesti) un clima di collaborazione fra tutti ci permetterà di evitare errori inutili. Non trasformiamo battaglie giuste in inutili scontri ideologici. Rischiamo di rimetterci tutti. La saluto definitivamente.


  12. Rif: risposta a Massimo Marco
    Come fa sig. Massimo Marco a pensarla così? Ad essere così indignato? Ma perché non si indigna dello spettacolo indecoroso che ogni giorno viene da chi ci rappresenta ai massimi livelli nel mondo? I gesti, le parole, i fatti che spesso ci regala il nostro presidente del consiglio. Quelli sì dovrebbero farla rabbrividire!!!


  13. Silvio Berlusconi
    Pensavo forse è un pò tardi scrivere un commento su un episodio che sembrava “stranamente” stato dimenticato dal popolo di Barga …. però visto che il Giornale di Barga tiene tanto a Silvio Berlusconi dato che gli ha dedicato anche un sondaggio, allora a questo punto posso anche perdere 2 minuti ….. Ho letto che il nostro rispettoso ex-Sindaco di Barga in un’intervista di qualche giorno fa dei consigli al suo successore di essere “il Sindaco di tutti” ….belle parole….visto che nel suo ultimo mandato ha proprio fatto il contrario….forse si era dimenticato che quasi il 50% della popolazione ormai è di Centro Destra….comunque oltre a questo volantino di basso livello, ho dovuto sopportare ogni volta che andavo in Comune di vedere manifesti, sempre a spese nostre, esposti al pubblico che prendeva in giro il Ministro Brunetta .. come per esempio quello rivolto ai suoi dipendenti comunali “State attenti che Brunetta vi sta guardando” Bel esempio di buona amministrazione…complimenti veramente…grazie Sereni


  14. Silvio Berlkusconi”
    Cara Sonia, secondo me il Sereni faceva bene a dire che era il sindaco di tutti visto che era stato rieletto con il quasi 80% di consensi. Non mi pare poco. Anche adesso che tu evidenzi che la metà della popolazione barghigiana è di destra, il Bonini ha ottenuto il 68%. Mi pare insomma che anche buona parte della popolazione di destra si senta ben rappresentata da come governa il centrosinistra. Altrimenti avreste vinto voi le elezioni. E così non è stato. Sull’ironia in corso sul nostro presidente del consiglio secondo me avete poco da indignarvi. Vi dovreste casomai vergognare.

  15. Sonia Ercolini


    Silvio Berlusconi
    Gentile Sig. Zavoli,ovviamente non è ben informato sui risultati elettorali. Le consiglio di consultare i risultati del Comune di Barga sia per le Europee che per le politiche nel 2008. I risultati amministrativi a Barga, come tutti sanno, non riflettono mai l’andamento generale della popolazione. P.S non mi vergogno assolutamente !saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.