Continuano i lavori di adeguamento degli ospedali

- 1

Negli stabilimenti ospedalieri di Barga e Castelnuovo Garfagnana, integrati e organizzati come unico presidio, si è iniziato da diversi anni il percorso di adeguamento degli edifici sia dal punto di vista antisismico che funzionale e di sicurezza antincendio, un percorso che ha avuto un’accelerazione grazie al cosiddetto “Piano Rossi”.A Barga sono in fase conclusiva i lavori di adeguamento antisismico e funzionale per il padiglione D che contiene tutte le degenze, le sale operatorie e le sale parto. Sono in fase di completamento anche le nuove sale parto che permetteranno di aumentare ulteriormente il livello qualitativo del reparto di Ostetricia e Ginecologia, che già svolge un’importante funzione di punto di riferimento per la salute delle donne della Valle del Serchio e non solo.Sono in corso i lavori per la realizzazione dell’edificio che ospiterà il nuovo centro trasfusionale, il laboratorio e la dialisi, un’opera molto attesa dai cittadini. Dopo l’apertura della moderna struttura di Castelnuovo, anche il San Francesco avrà quindi un centro trasfusionale e una dialisi pienamente rispondenti ai bisogni degli utenti. La conclusione di questo percorso permetterà il consolidamento dell’attività della medicina trasfusionale, settore in cui l’Azienda USL 2, grazie alla collaborazione con le associazioni dei donatori di sangue, si conferma tra le Aziende migliori a livello regionale con un contributo significativo della Valle del Serchio.
A seguire verrà adeguato l’edificio sede del laboratorio analisi.
Nello stabilimento ospedaliero di Castelnuovo i nuovi edifici che ospitano Pronto Soccorso e Centro Trasfusionale sono ovviamente stati costruito secondo le più recenti norme antisismiche.
Sono in atto ormai da diversi anni gli interventi di adeguamento anti-sismico e funzionale dei padiglioni del presidio: sono già stati adeguati i padiglioni delle degenze mediche e chirurgiche e sono programmati quelli per le sale operatorie.
Nell’ambito di questi lavori si sta concludendo un percorso significativo che permetterà di riunire su un unico piano e rendere sempre più adeguate le degenze dell’Area Chirurgica. I nuovi locali verranno inaugurati il prossimo 18 aprile, insieme alla nuova Tac a 16 slices, prodotto dell’ultima evoluzione tecnologica del settore, già attiva al “Santa Croce” da qualche mese. Questa apparecchiatura garantisce, rispetto al modello precedente, una maggiore velocità e una migliore qualità dell’immagine.
Sempre a Castelnuovo sarà attiva entro l’anno anche una nuova apparecchiatura per la risonanza magnetica che, oltre a permettere prestazioni più rapide e di maggiore qualità, ha una caratteristica particolarmente innovativa: consente di effettuare esami sia in posizione supina che in posizione eretta. E’ quindi indicata per indagini di tipo osteoarticolare, quando è necessario analizzare organi sotto carico.
La realizzazione delle nuove sale operatorie, della nuova sede di Cardiologia e Intensiva Cardiologica completeranno l’assetto dello stabilimento ospedaliero.

Commenti

1

  1. nicola salotti


    Re: Barga e i suoi artisti emergenti
    Ti ringrazio…
    vedrò di non mancare in uno di questi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.