Il tributo di Forcione all’Africa nelle due splendide serate barghigiane

-

Due Eccezionali e seguiti concerti hanno ravvivato il fine settimana barghigiano.Venerdì e sabato sera al “Differenti” si è esibito davanti ad un numeroso pubblico il noto chitarrista Antonio Forcione con il suo quartetto composto da Jenny Adejayan al violoncello, Nathan Thomson a contrabbasso e flauto ed Enzo Zirilli alle percussioni. Il tutto con uno scopo benefico: quello di raccogliere fondi, ma anche di valorizzare il lavoro dell’Associazione Amatafrca che in circa 10 anni ha realizzato importanti progetti umanitari in Rwanda.
Sono state proposte due serate diverse tutte comunque ispirate a sonorità etniche: “African Dawn” e “Creativity and passion”.
Il concerto di venerdì 19 settembre ha proposto una serie di brani a tema scelti tra la ricca produzione di questo quartetto che ha presentato le migliori impressioni legate alla musica ed alla cultura del continente africano.
In “Creativity and passion”, il tema del concerto di sabato 20, l’AFQ ha spaziato nella libertà di espressione musicale e soprattutto in vari generi musicali.
Le due serate sono state rispettivamente introdotte dai saluti del presidente di Amatafrica Lido Stefano e da Marta Rossi che hanno illustrato il lavoro che l’associazione svolge in Rwanda da diversi anni.
Il notissimo chitarrista che ha trovato il suo successo in Gran Bretagna, ha regalato al pubblico due performance di altissimo livello ed ugualmente bravisono stati i musicisti che l’hanno accompagnato in questa sua nuova esperienza barghigiana.
Come sta scritto nel profilo che si trova nel suo sito ufficiale (www.antonioforcione.com), intenso e straordinariamente creativo, Antonio Forcione è un artista che si distingue.
Imprevedibile, rappresenta la celebrazione di ciò che la vita stessa contiene di inaspettato.
La sua musica ha una delicatezza rara, oltre ad esprimere umorismo e passionalità.
Oltre ai due concerti dell’AFQ, giovedì e venerdì 18 e 19 settembre Antonio Forcione ha tenuto a Barga una master class avanzata per chitarra.
Nell’occasione si sono svolti anche workshop di violoncello, violino e viola; di basso e contrabbasso e di percussioni, tenuti dai musicisti che lo hanno accompagnano in questo suo nuovo viaggio in Toscana.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.