Garbage, ossia recupero

- 1

Garbage, ossia, immondizia, cose da gettare ma recuperabilissime: questo il titolo della mostra ed il senso delle opere del giovane artista Riccardo Marsili, che espone a Barga nella Galleria comunale di via di Borgo dal 12 al 21 settembre.L’artista lucchese, autodidatta, crea le sue opere con i materiali più disparati, ma rigorosamente di recupero per raccontare la società dei consumi e per sua stessa ammissione, per realizzare e realizzarsi, per vincere la timidezza e il senso di inadeguatezza, per trovare un modo d’espressione.
L’obiettivo secondo lui è recuperare, anche figuratamente, senza darsi nessun limite.
Le donne sono un’altro dei temi affrontati da Riccardo: a volte streghe, a volte brutte, a volte sfigurate; sempre comunque diverse dalla Donna rappresentante di bellezza, maternità e bontà come quasi sempre è raffigurata, perchè anche loro, come ci fa notare l’artista, hanno lati negativi e a volte spaventosi.
Riccardo non è nuovo nel mondo dell’arte, avendo già esposto le sue opere a Lucca, Viareggio e Barga e partecipando attivamente ai lavori dell’associazione Anni Argento di Ponte a Moriano, che raggruppa artisti con stili anche molto diversi tra loro, ma accomunati dalla stessa voglia di “esprimere”.
Da sottolineare inoltre la sua presenza nella lista di artisti contemporanei stilata da Artarchivio.com di Roma.

Tag: , , , ,

Commenti

1

  1. pietro borghetti


    ottimo esempio di arte concettuale
    mi complimento con l’artista lucchese Riccardo Marsili, che con la sua arte ha potuto dare alla città di Barga un emozionante percorso di toni e colori.dott. Pietro Borghetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.