Tag: vento

- di Redazione

Codice giallo per vento forte fino a martedì 25 maggio

Dopo la pioggia di queste ore la sala operativa della Protezione Civile Regionale ha emesso una nuova allerta meteo di codice giallo per il forte vento valida per la giornata di martedì 25 maggio. La vigilanza riguarda in particolare le  zone centro-settentrionali della Toscana, la costa e l’interno, soprattutto la Versilia, la Garfagnana, le Apuane, l’Appenino pistoiese e l’Arcipelago.

- di Redazione

Allerta gialla per vento, mareggiate e rischio idrogeologico

La Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione civile regionale ha emesso un allerta codice giallo per venti, mareggiate e rischio idrogeologico fino alle ore 10l di domenica 31 gennaio. Una perturbazione atlantica interesserà le nostre regioni dalla serata di sabato con piogge e rovesci temporaleschi a partire dai settori occidentali.

- di Redazione

Codice giallo per forti piogge, vento e mareggiate

Si prolunga e si estende a tutta la Toscana il codice giallo per rischio idrogeologico fino alla mezzanotte di martedì 29 dicembre. E’ in vigore invece fino alle 12 sempre di martedì, il codice giallo per vento e mareggiate sulla costa.

- di Redazione

Maltempo, nuovo codice giallo per vento e ghiaccio

La Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un nuovo codice giallo per vento e ghiaccio valida per tutta la giornata di domenica 17 dicembre. Ghiaccio domenica mattina e in particolare nelle zone interne con possibili situazioni occasionalmente pericolose per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Per il vento possibili fenomeni occasionalmente pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi e danni a carattere locale. Il consiglio è di limitare gli spostamenti laddove solo strettamente necessari.

- di Redazione

Codice giallo in tutta la Toscana per pioggia, vento e mareggiate

La Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per l’intero territorio toscano, e quindi anche per la provincia di Lucca, valido fino alla mezzanotte di venerdì. Un’ intensa perturbazione interesserà la regione, portando piogge abbondanti e a tratti persistenti. Previsti anche vento e mareggiate lungo la costa. Precipitazioni intense sono previste anche per la giornata di sabato.

- di Redazione

Codice giallo per vento sul litorale per tutta la giornata di venerdì

La Sala operativa unificata della Protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per vento con validità per tutta la giornata di venerdì 20 novembre che interessa anche la nostra provincia, in particolare il litorale.

- di Redazione

Maltempo e vento. Chiusi i cimiteri per lunedì 29 ottobre

In considerazione dello stato di allerta – Codice Arancio – su tutto il territorio comunale per il rischio idrogeologico-idraulico e soprattutto per il rischio vento fino alle ore 24,00 di oggi, lunedì 29 ottobre, e visto che si stanno verificando cadute di rami dalle piante e di tegole e calcinacci dai fabbricati posti all’interno dei vari cimiteri comunali, il Sindaco ha emesso una ordinanza di divieto di accesso e di utilizzo di tutti i cimiteri  del comune di Barga per l’intera giornata del oggi, 29 ottobre, fino alla cessazione dello stato di allerta meteo prevista per le ore 24,00. L’ordinanza di divieto di accesso e utilizzo dei cimiteri comunali potrebbe continuare nel caso la Regione Toscana dovesse emettere un prolungamento dell’allerta.  

- di Redazione

Vento forte e “illusione” neve anche a Barga. La situazione meteo

Vento forte e qualche “sfiocchettata” fino a Barga, dove in qualche tratto il terreno è anche imbiancato, e poco sotto; il tutto portata dal vento stesso di Tramontana che da ieri imperversa. Questa la situazione meteo al momento (sono le 9,30) con la zona montana, Renaio e fino a Pegnana, imbiancata fino dalla serata di ieri dalle neve che cade in Appennino e che qui, portata dal forte vento che si registra in quella zona, favorisce l’imbiancamento delle strade e qualche accumulo che comunque non rende difficoltosa più di tanto anche la circolazione. Per chi si reca in mo9ntagna comunque è necessario essere dotati di catene da neve o gomme invernali, questo è bene sempre ricordalo. Per quanto riguarda i danni secondo l’assessore alla Protezione Civile Pietro Onesti, sono un albero caduto sulla strada per Tiglio, ma rimosso in poco tempo. I mezzi spalaneve invece no n sono entrati ancora in funzione in quanto proprio il perdurare del vento e…

- di Redazione

Allerta meteo arancio per forte vento

Il Centro Funzionale Regionale (CFR) della Regione Toscana ha emesso un’allerta meteo di colore arancio (fase di attenzione) dalle 12.00 di oggi (lunedì 16 gennaio) alla stessa ora di mercoledì 18 gennaio per forte vento, anche con raffiche molto intense di Grecale su tutta la regione e quindi anche sull’intero territorio della provincia di Lucca. Le previsioni meteo, infatti, indicano un’intensificazione dei fenomeni ventosi a causa del minimo barico di pressione posizionato sul medio-basso Tirreno. Intanto, da ieri, è interrotta la strada comunale “Diga di Trombacco-Fornovolasco” in loc. Boscaccio (Comune di Fabbriche di Vergemoli) dove si è verificata una caduta massi lato monte. La strada non è transitabile nemmeno per i mezzi di soccorso. La frazione di Fornovolasco è comunque raggiungibile passando da Vergemoli – Castellaccio – Grotta del Vento – Fornovolasco. Un’ulteriore viabilità è costituita dalla strada che da Gragliana conduce a San Pellegrinetto per poi raggiungere Fornovolasco. Sul sito interessato dalla frana – avvisati dal Centro Intercomunale Garfagnana…

- di Redazione

Danni maltempo, 38 le domande idonee per i rimborsi

Il Comune di Barga ha pubblicato sull’albo pretorio gli esiti dell’istruttoria finalizzata alla concessione di contributi a favore di soggetti privati e attività economiche e produttive relativi ai danni alluvionali degli anni passati (dal marzo 2013 al 24 e 25 agosto 2015), nell’ambito della delibera del consiglio dei ministri del 28 luglio, pubblicata il 6 agosto sulla gazzetta ufficiale. Al Comune in precedenza erano state presentate 90 domande di contributo per i danni verificatisi con le frane e gli allagamenti dell’ottobre 2013 per un totale di 834 mila euro; 14 domande per i danni verificatesi nel periodo da gennaio al febbraio 2014 per un totale di oltre un milione di euro e 113 domande, per un totale di 665 mila euro, per i danni causati dal vento del 5 marzo 2015. In totale appunto più di 2,5 milioni i danni denunciati. Per ottenere i contributi, dopo la presentazione di nuove domande, avvenuta nei mesi scorsi (scadenza il 30 settembre), era…

- di Redazione

Danni maltempo 2013-2015. In arrivo i rimborsi. Ecco come fare le domande

Due milioni e cinquecentomila euro circa per un totale di 217 domande. Ammontano a tanto i rimborsi previsti con la delibera del consiglio dei ministri del 28 luglio, pubblicata il 6 agosto sulla gazzetta ufficiale, che potranno essere concessi a privati del comune di Barga per i danni subiti a case, altri immobili e beni mobili in seguito agli eventi calamitosi che si sono verificati nel periodo che va dal marzo 2013 al 24 e 25 agosto 2015. Per quanto riguarda il territorio barghigiano erano state presentate 90 domande di contributo per i danni verificatisi con le frane e gli allagamenti dell’ottobre 2013 per un totale di 834 mila euro; 14 domande per i danni verificatesi nel periodo da gennaio al febbraio 2014 per un totale di oltre un milione di euro e 113 domande, per un totale di 665 mila euro, per i danni causati dal vento del 5 marzo 2015. In totale appunto più di 2,5 milioni i…

- di Redazione

Tombe danneggiate dal vento al cimitero; dopo un anno ancora nessuna soluzione.

Da tempo è in corso su Facebook un dibattito che coinvolge gli abitanti del comune di Barga sullo stato di poca cura dei principali cimiteri del comune, quello di Barga e quello di Loppia. Alessandra Magnani ha rinverdito la discussione pubblicando le foto della devastazione della bufera di vento del marzo 2015 che danneggiò seriamente il cimitero di Barga. Un paio dei giganteschi abeti che si trovavano nel cimitero urbano, si abbatterono su diverse tombe dei posti distinti danneggiandone a decine. Da allora però rimane quella ferita aperta. I resti di quelle tombe e di quelle lapidi sono ancora lì a ricordare quello che avvenne e la signora Magnani nonché altri cittadini si chiedono del perché di uno spettacolo così indecoroso. Il problema non sembra destinato a trovare una soluzione veloce anche perché investe non solo i parenti delle persone sepolte nelle tombe devastate, ma anche il Comune di Barga e le assicurazioni. “Le pratiche sono ancora aperte. Proprio alle…