Tag: roberto bacci

- di Redazione

L’osservatorio amatoriale di Castelvecchio Pascoli ha contribuito alla scoperta di un oggetto straordinario

CASTELVECCHIO PASCOLI – Il 30 Agosto scorso l’astrofilo  Gennady Borisov comunica  la scoperta di una cometa proveniente dalla nube di Oort con orbita parabolica .Successivamente, all’aumentare del numero di osservazioni  effettuate, fra cui quelle dell’osservatorio di  Castelvecchio Pascoli, gli astronomi si sono resi conto di essere davanti ad un oggetto peculiare; infatti la  cometa non appartiene al sistema solare ma proviene dagli spazi siderali, probabilmente da un altro sistema solare collocato nella costellazione di Perseo .Avendo una traiettoria iperbolica attraverserà il nostro sistema solare tra Marte e Giove nei prossimi mesi per poi perdersi nuovamente negli spazi siderali. È la prima cometa interstellare mai osservata, designata dal Minor Planet Center come “C 2019 Q4 Borisov” nella circolare 2019-R106 in cui sono pubblicate anche le misurazioni effettuate da Castelvecchio Pascoli dall’astrofilo Roberto Bacci. Il suo diametro è stimato in circa 10 Km ; la cometa si trova attualmente a 2,5 Unita Astronomiche ed è in avvicinamento ad una velocità di circa…

- di Redazione

Ad un passo dalla luna. Buona la prima

La prima delle due serate di osservazione del cielo, organizzate dal Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese,  con il patrocinio  del comune di Barga, ha visto  una numerosa  partecipazione di pubblico. Infatti più di 150 persone ieri sera hanno potuto osservare con i telescopi la spettacolare eclissi parziale di Luna  e pianeti giganti di Giove e Saturno. I telescopi posizionati sulla terrazza del belvedere Magri saranno a disposizione del pubblico anche stasera dalle 21.30.

- di Redazione

Barga  sarà … “A Due  Passi dalla Luna”

BARGA – Nelle serate del  16 e 17 luglio  dalle 21.00, per  i Barghigiani e i turisti la Luna sarà  più vicina; infatti , in uno dei punti più  panoramici di  Barga, la terrazza  che si affaccia su via Hayange, il Belvedere Magri, saranno collocati  due telescopi per l’osservazione della Luna. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Barga e organizzata dall’astrofilo castelvecchiese Roberto Bacci del Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese,viene promossa per celebrare il  cinquantesimo anno dallo sbarco sulla Luna avvenuto  il 21 Luglio del 1969. Oltre all’osservazione del nostro satellite e dei pianeti giganti Giove e Saturno  sarà  possibile visionare delle stampe in cui vengono indicati i punti di atterraggio delle varie missioni Apollo.

- di Redazione

E’ il castelvecchiese Roberto Bacci il Garfavolista dell’anno

Si è svolta  a quarta edizione della  manifestazione organizzata dalla Pallavolo Garfagnana che ha riportato in palestra  giocatori che hanno fatto parte del movimento palllavolistico Lucchese e della Garfagnana per moltissimi anni. In concomitanza con  l’attribuzione del premio “Garfavolista dell’anno “, che quest’anno è stato assegnato a  Roberto Bacci di Castelvecchio Pascoli,  motivandone l’attribuzione per la  passione e capacità organizzative in ambito sportivo, si è svolta anche la partita  delle “Vecchie Glorie”, che ha visto fronteggiarsi due formazioni composte per la squadra A  da  Roberto Baccie  Roberto Nottoli come centrali ,Marino Michele, Riccardo Pardi e  Giovanni Scognamiglio come laterali, alla regia Luca Cortopassi, opposto Alessandro Spagna e come  libero Enrico Matelli ; per la squadra B alla regia  Gilberto  Giannasi, al centro Giorgio Bertoni, Giacomo Mori,  laterali Roberto Lupi, Pierluigi Giannasi, Giuseppe Simonini, opposti Michele Gianasi e Antonio Grassi. Nel primo set una partenza bruciante per la formazione B che riesce ad ottenere un vantaggio di nove lunghezze; nella  seconda meta  del set…

- di Redazione

Un asteroide “impattatore virtuale” osservato da Castelvecchio Pascoli

Un sorvegliato speciale dei cieli è stato monitorato anche dall’osservatorio di Castelvecchio  Pascoli che da anni ormai collabora con il Minor Planet Center  di Cambridge (USA) nella ricerca a catalogazione  degli oggetti  Neocp: asteroidi che hanno orbite che intersecano quella della Terra. La notte del 4 settembre il telescopio  Newton da 40 cm  dell’Astrofilo Roberto Bacci  di Castelvecchio, ha ripreso una sequenza di immagini di un asteroide osservato la prima volta  la sera precedente  dall’osservatorio astronomico T08  ATLAS-MLO, Mauna Loa  delle isole  Hawai . L’asteroide, grazie anche alle osservazioni effettuate dall’osservatorio di Castelvecchio, è stato categorizzato come appartenente alla famiglia degli Aten il che significa che l’orbita eliocentrica è per lo più interna all’orbita terrestre:  sono  dei corpi difficili da scoprire con i telescopi a terra  perché risultano visibili principalmente  dall’emisfero diurno.  L’asteroide  ha le dimensioni di circa 40 metri (stime lo danno  da 25 a 75 m di diametro)  . Un corpo relativamente grande delle dimensioni comparabili con quelle  dell’oggetto…

- di Redazione

Echi dell’eclissi di luna

A Castelvecchio  Pascoli più di un centinaio  di  persone hanno potuto osservare nei giorni scorsi  l’eclisse attraverso un telescopio messo a dispostone da un Astrofilo locale, Roberto Baccii. Moltissime le famiglie con bambini che più e più’ volte hanno richiesto di mettere  l’occhio in quel  magico strumento  che faceva vedere loro il pianeta di turno  o la luna rossa e cupa come una brace che andava spegnendosi .Infatti quasi tutti i pianeti  del sistema solare erano  schierati  come se anche loro fossero parte di questo evento, con il rosso Marte proprio sotto la luna  osservato al telescopio, un disco molto grande perché in opposizione  ma senza nessun dettaglio di rilevo visibile;   a sud  Saturno che per un po’  ha rubato la scena  alla Luna per l’incomparabile bellezza dei suoi anelli;  poi ad  ovest Giove il gigante del sistema solare con le sue 4 lune  e infine  prima che arrivasse il buio; il pianeta Venere con la sua sfavillante azzurra lucentezza. …

- di Redazione

L’ Eclisse Lunare del secolo si vede anche da Castelvecchio Pascoli

Venerdì 27 Luglio a Castelvecchio Pascoli sarà possibile osservare l’eclisse di Luna con alcuni telescopi messi a disposizione dagli Astrofili a partire dalle 20,30. Lo rende noto l’astrofilo castelvecchiese Roberto Bacci, principale fautore del ritorno del planetario al Primo Maggi9o a Fornaci nella scorsa edizione. L’eclisse, fa sapere Bacci,  può essere osservata anche ad occhio nudo: “Vi aspettiamo numerosi per seguire l’evento astronomico più importante e spettacolare dell’anno”. Il punto di osservazione con i telescopi lo trovate nel giardinetto in Via dei Pieri . Ecco gli orari utili: ore 20.24: inizia l’eclissi parziale ore 21.30: inizia l’eclissi totale, la luna diventa rossa ore 22.21: momento di massima eclissi ore 23.13: fine dell’eclissi totale ore 00:19: fine dell’eclissi parziale ore 01:28: fine dell’eclissi di penombra. .

- di Redazione

A Fornaci non solo “Primo Maggio”: tre giorni dedicati all’astronomia

Torna dopo 5 anni a Fornaci di Barga il planetario. Nei giorni 29-30 Aprile e 1 Maggio sarà disponibile, grazie all’interessamento del “Comitato 1° Maggio” in collaborazione con l’Astrofilo castelvecchiese Roberto Bacci, un planetario di 7 metri di diametro con proiettore digitale in altissima risoluzione. Il planetario fornito da una ditta specializzata in eventi a carattere scientifico culturale, sarà  gestito da volontari di diverse associazioni astrofili toscane: il Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese, l’associazione Astrofili Alta Valdera, l’associazione Astrofili Cascinesi e l’Associazione Isaac Newton di Santa Maria Monte. I volontari si alterneranno nei giorni della mostra effettuando delle sessioni della durata di circa 20 minuti in cui illustreranno le meraviglie del cielo stellato. Oltre a questo sarà presente uno stand allestito all’interno della ex scuola elementare con una esposizione di telescopi e strumenti per l’osservazione del cielo e una mostra fotografica  dedicata all’Astronomia. Sempre in questi spazi della fiera saranno previsti dei brevi incontri in cui gli astrofili tratteranno in forma…

- di Redazione

“Confermato” da Castelvecchio Pascoli un Asteroide peculiare

Si tratta di un asteroide appartenente alla categoria dei NEO “Near Hearth Object” asteroidi con dimensioni di svariate decine di km a pochi metri e con orbite che li portano a intersecare quella della terra, perciò sono osservati speciali dalla comunità scientifica internazionali che tramite delle reti di telescopi dislocati in tutto il mondo sta cercando di catalogarne il maggior numero possibile, per individuare tra questi quelli che siano realmente pericolosi per il nostro pianeta. Attualmente sono stati catalogati oltre 15.000 di questi oggetti grazie anche al massiccio contributo di Astronomi non professionisti che con la loro strumentazione effettuano delle misurazioni denominate “Astrometriche” per determinare le orbite provvisorie di questi oggetti. Infatti per avere dati sufficienti per calcolare un orbita ogni asteroide, dopo la scoperta deve essere misurato per un periodo di molti giorni e anche in tempi successivi per controllare la rispondenza dei parametri orbitali con l’effettivo percorso che compie nel cielo . La determinazione del loro moto nel…

- di Roberto Bacci

Quella supernova così vicino a noi

Una supernova di tipo Ia, la più vicina osservata negli ultimi 27 anni, è stata appena scoperta dal gruppo di studenti dell’osservatorio dell’University College di Londra, coordinato da Stephen J. Fossey. La supernova è distante circa 12 milioni di anni luce ed è così brillante che è possibile osservarla anche con un piccolo telescopio (vedi foto effettuata dall’Astrofilio Roberto Bacci a Castelvecchio Pascoli con un telescopio Schmidt-Cassegrain da 305 mm con lunghezza focale di 3 metri).E’ la seconda supernova più vicina dopo la supernova 1987A ed è esplosa all’interno della galassia irregolare M82, nell’Orsa Maggiore. E’ stata individuata il 21 gennaio e nelle ore successive all’annuncio sono arrivare numerose conferme da tutto il mondo. Al momento la supernova ha una magnitudine di circa 11 ma è prevedibile che non abbia ancora raggiunto il picco di massima luminosità che permetterebbe di osservarla anche con un piccolo binocolo, rendendola di fatto un astro di straordinario interesse per gli appassionati. Nel mondo professionale…