Tag: recupero

- di Redazione

Recupero dei farmaci non scaduti e non più utilizzati ma sempre validi. Verifica in corso per avviare anche a Barga il progetto

E’ in fase di verifica nel Comune di Barga la possibilità di avviare un’altra utile iniziativa per la lotta contro lo spreco e  per abbattere la produzione di rifiuti; ma anche per aiutare le persone bisognose. Dopo il “Banco del non spreco alimentare” rivolto al recupero da negozi, bar e ristoranti di cibo ancora buono ma non più utilizzabile da distribuire alle famiglie bisognose, si sta ora studiando la possibilità di partire con un progetto di “Recupero di farmaci validi non scaduti” in collaborazione con il Banco Farmaceutico. Nei giorni scorsi si è svolto in comune un primo confronto con la presenza di alcuni farmacisti oltre che dell’assessore all’ambiente Francesca Romagnoli. E ora si sta verificando questa possibilità. Ancora dunque non c’è niente di ufficiale in proposito ma sia il comune che gli addetti ai lavori stanno lavorando affinché si possa valutare la possibilità di allargare anche alle farmacie del comune di Barga il progetto della riconsegna di farmaci non…

- di Comune Bagni di Lucca

A Lugliano c’è l’angolo del recupero

«Recupero fai da te»: è questo il nome del nuovo servizio in funzione alla stazione ecologica di Lugliano, dove è stato allestito un banco di lavoro dove è già possibile riparare gli oggetti che sono ancora in buono stato e necessitano solo di qualche riparazione. «In un anno e mezzo di gestione della raccolta differenziata – afferma l’assessore all’ambiente Maurizio De Mattia – ci siamo resi conto, anche parlando con i cittadini, che molte persone gettano via degli oggetti soprattutto perché non hanno gli strumenti per effettuare una riparazione ‘fai da te’. E’ stato così che è nata l’idea di allestire un tavolo di lavoro, completo di molti utensili, a disposizione dei cittadini». L’angolo del ‘recupero fai da te’ si trova all’isola ecologica sulla via per Lugliano, dove si possono riparare, sistemare e aggiustare gli oggetti invece di doverli buttare via. «Chiunque – prosegue De Mattia – può venire e rimettere a nuovo degli oggetti, sotto la supervisione di un…

- di Redazione

Aree degradate. Il comune presenta tre progetti per Ponte all’Ania e Loppia

Il 30 novembre scorso scadeva il termine del “Bando per la presentazione di proposte per la predisposizione del piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate” e tra i progetti per i quali è stato richiesto un finanziamento figurano anche tre interventi presentati dal Comune di Barga per la riqualificazione di alcuni edifici degradati di Ponte all’Ania e per un parcheggio a Loppia. Nel territorio comunale di Barga, risultano presentare le caratteristiche di aree urbane degradate, così come previsto dal bando ministeriale, tre aree per altrettanti progetti il cui totale ammonta a circa 1 milione e 380 mila euro; due riguardano il paese di Ponte all’Ania con la ristrutturazione e riqualificazione di immobili dismessi e diruti per destinarli ad alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, “favorendo – spiega il progetto presentato dal comune – così l’inserimento sociale di nuclei familiari disagiati anche di popolazione immigrata e al tempo stesso migliorando i collegamenti pedonali con il centro della…

- di Redazione

Alienazioni immobili pubblici e progetti residenziali (ex mattatoio). Ecco le intenzioni del Comune

I comuni, si sa, sono in grossa difficoltà per far fronte ai sempre minori trasferimenti statali e per trovare fondi per coprire spese e servizi. Così, anche con l’imminente approvazione del bilancio di previsione 2015, il comune di Barga ha predisposto gli atti per l’alienazione di alcuni terreni. Beni già messi in vendita anche negli anni passati ma che per il momento non hanno trovato acquirente. La nuova delibera è stata assunta a metà febbraio; tra i beni immobili posti in vendita due porzioni di terreno nella zona di Fornaci. Il primo è un piccolo apprezzamento di terreno posto in via Piave a Fornaci di totale 235 mq per il quale il prezzo stimato e di poco superiore i 3 mila euro; il secondo riguarda invece l’ex campo da cross di Fornaci; un ampio terreno boschivo che si trova al nord del paese ed una volta utilizzato appunto come campo di gara e di allenamento per le moto da crosso.…

- di Redazione

Al via i lavori per il recupero del ponte del “Solco”

Prenderanno il via il prossimo lunedì a Loppia, nel comune di Barga i lavori di recupero del ponte medievale che collega le due sponde del torrente Loppora, e della vecchia strada in pietra comunemente conosciuta come il “Solco” che porta dal paese al vicino abitato di Filecchio. L’intervento rientra in un più ampio piano finanziato dalla Regione Toscana finalizzato alla riqualificazione della sentieristica rurale presente nel territorio della Comunità Montana della Media Valle del Serchio. Avviato con la precedente amministrazione dell’ente al tempo guidato dall’attuale sindaco di Barga Marco Bonini, il progetto entra oggi nella sua fase operativa.I lavori di valorizzazione sentieristica legati alla Pieve romanica di Loppia, per una spesa complessiva di 33000 Euro, prevedono la ripulitura, sistemazione e restauro del selciato, il ripristino del fabbricato lavatoio e del vecchio fontanile, la ripulitura e il ripristino dei paramenti del ponte oltre alla completa ripulitura dalla vegetazione infestante lungo la strada. Il ponte di Loppia, sorretto da un’arcata a tutto…

- di Nicola Bellanova

A gonfie vele il recupero della stazione di Fornaci

Il recupero della stazione ferroviaria di Fornaci di Barga prosegue a gonfie vele, secondo le tabelle di marcia stabilite dall’amministrazione comunale. Adesso, però, arriva un ulteriore premio per gli sforzi compiuti, che consentirà di chiudere il cerchio relativo ai finanziamenti pubblici stanziati per l’intera operazione. L’amministrazione provinciale ha infatti deliberato un contributo di ulteriori 70 mila euro, che serviranno a sistemare la viabilità di accesso erecupero dell’area esterna lato polo metallurgico. Lo stanziamento è stato emanato in seguito al raggiungimento degli equilibri di bilancio, comprovati dall’approvazione del consiglio provinciale durante l’ultima assemblea a Palazzo Ducale. Una volta terminati i lavori relativi alla viabilità e riqualificazione dell’area esterna, si potrà lavorare per reperire i finanziamenti regionali che serviranno a realizzare il famoso “asse fluviale”, ossia una pista ciclabile che, partendo dalla stazione fornacina, costeggerà la riva destra del Serchio passando da Mologno, Arsenale, Corsonna e giungere a Casa Pascoli atraversando località Ponte di Campia. Un investimento, quello della Provincia, che trova…