Maria Cristina e Ilaria; nel segno dell’ambiente, ma anche della tradizione

-

BARGA – Tra le nostre imprese commerciali che hanno riaperto i battenti da questa settimana dopo il lockdown coronavirus, c’è anche Maria Cristina e Ilaria, parrucchieri unisex che si trova a Barga in via Piero Gobetti 21.

Questa attività è indubbiamente tra quelle più longeve per quanto riguarda la storia commerciale del settore a Barga. Va avanti da tre generazioni… Fu Lida Caroti  nel 1958 ad aprire un salone di parrucchiere donna; nel 1971 lasciò le redini a sua figlia Maria Cristina Donnini con la quale l’attività è cresciuta e adesso, dopo 53 anni di lavoro, a prendere in mano le redini dell’azienda sarà quest’anno la figlia Ilaria Cipollini. Con lei in questi anni è peraltro proseguito un costante aggiornamento di metodologie e prodotti sempre pensati per la cura ed il rispetto della persona e dell’ambiente.

Ilaria da circa 4 anni fa parte di un gruppo di lavoro formato da parrucchieri e presta la sua professione anche per una accademia di Lucca, dove si occupa del settore tecnico cioè tutto quello che riguarda il mondo del colore, creando collezioni moda e corsi di formazione per altri colleghi.

“In salone – ci dice –  abbiamo sposato una filosofia, utilizziamo prodotti che si prendono cura dei capelli, della pelle e dell’ambiente. La nostra marca Previa Haircare utilizza per ogni confezione, materiali riciclati, ottenuti da fonti rinnovabili e riciclabili per il minimo impatto ambientale. Il nuovo colore #Earth vanta l’attestazione cruelty-free come colorazione vegan, naturale e delicata che si ispira alla natura, senza ammoniaca, realizzata con ingredienti di origine vegetale, olii essenziali certificati e attivi botanici.”

Insomma, nel segno della tradizione e del rispetto di natura ed ambiente,  il negozio guarda avanti. Lo fa anche in questa seconda fase dell’emergenza covid-19 con una serie di misure scrupolose che permettono di garantire la massima sicurezza alle proprie clienti.

(informazione commerciale)

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*