Il Pd di Barga per il no unitario al gassificatore: “Vanno cercate soluzioni compatibili con il territorio”

-

Con un documento unitario approvato all’unanimità il Pd dii Barga si schiera in toto per un no secco al gassificatore proposto da Kme e si schiera accanto al comune di Barga chiedendo all’amministrazione Comunale: “di attivarsi al fine di coinvolgere a fianco della Regione Toscana e degli enti locali preposti, i Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente così da costituire un tavolo istituzionale attraverso il quale possa essere condiviso un piano di rilancio dello stabilimento KME Italy spa di Fornaci di Barga capace di coniugare sviluppo produttivo, tenuta occupazionale e rigorosa tutela dell’ambiente definendo pertanto soluzioni tecnologiche che garantiscano una produzione di energia compatibile con il contesto ambientale;
chiede inoltre
che l’Amministrazione Comunale di Barga si faccia promotrice, una volta presentato tale piano di rilancio, di un percorso pubblico di partecipazione che coinvolga istituzioni locali, associazioni, sindacati, esperti ed abitanti del territorio interessato.”
Riguardo al piano di Kme il PD di Barga dichiara:
“esprimiamo un giudizio negativo sull’ipotesi di raggiungimento di autoconsumo energetico attraverso la realizzazione di un impianto di generazione dell’energia elettrica che comprenda un processo di pirogassificazione, tenuto conto delle caratteristiche geografiche, geomorfologiche e turistiche della Valle del Serchio ”
Riguardo al piano di rilancio industriale di Kme, il PD aggiunge:” lo stabilimento della KME Italy S.p.A. di Fornaci di Barga è un presidio produttivo, specializzato nella produzione metallurgica, che ha ricoperto e ricopre un ruolo strategico non solo per l’economia della Valle del Serchio e della provincia di Lucca ma anche per l’intero territorio nazionale; da tempo lo stesso si trova coinvolto in un processo di rilancio industriale necessario e mirato a garantire continuità produttiva e occupazionale ai quasi seicento lavoratori impiegati;
Prendiamo quindi atto con soddisfazione della volontà manifestata dall’azienda di effettuare nuovi investimenti sul territorio della Valle del Serchio, con l’intento di aumentare la produzione e i livelli occupazionali e consentire quindi allo stabilimento produttivo di Fornaci di Barga di divenire fulcro della lavorazione del rame e delle sue leghe a livello europeo; prendiamo anche atto della necessità dell’azienda di contenere i costi legati ai consumi energetici e quindi di migliorare le loro performance industriali attraverso la realizzazione di una nuova piattaforma energetica volta a raggiungere un marcato autoconsumo ed escludendo forme di cessione totale di energia elettrica,. Per questo manifestiamo la piena disponibilità a collaborare a fianco di lavoratori e azienda per favorire il raggiungimento degli obiettivi di produzione e occupazionali auspicati.”
Detto questo appunto il Pd esprime il giudizio negativo sulla questione pirogassificatore ed auspica dunque che KME, nella definizione del piano di rilancio industriale, tenga quindi  conto di soluzioni tecnologiche ambientalmente compatibili.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.