Maternità Barga. Il sindaco Bonini “Preoccupati dopo le dimissioni di Vincenzo Viglione per il futuro del reparto”

- 1

Di certo non una buona notizia per chi a Barga lavora per la buona sanità e per la salvaguardia dei servizi ospedalieri della Valle del Serchio e dell’ospedale San Francesco di Barga in particolare. Così la pensa il sindaco Marco Bonini commentando l’uscita di scena, come responsabile della struttura semplice di ostetricia e ginecologia della Valle del Serchio, del dott. Vincenzo Viglione. Un fulmine a ciel sereno negli ambienti politici ed anche sanitari barghigiani dove il ruolo di questo medico per la salvaguardia di questo reparto ospedaliero è riconosciuto da tutti.

Viglione ha rassegnato nelle settimane scorse le dimissioni che nei giorni scorsi sono state accettate dalla direzione dell’ASL 2. Proprio oggi la comunicazione al personale medico ed infermieristico del reparto barghigiano della nomina al posto di Viglione del dott. Mario Nuzzi.

Alla base delle dimissioni del professionista barghigiano, molto stimato in tutta la comunità, alcune contestazioni da parte dell’azienda rispetto al protocollo seguito in due casi medici. Queste almeno le voci raccolte dal sindaco di Barga Marco Bonini che non appena appresa la notizia ha convocato una conferenza stampa per esternare la sua massima preoccupazione per quanto sta accadendo nel reparto e punto nascita di Barga.

“Il mio rammarico – commenta Bonini – è intanto di non essere stato informato da parte dell’azienda di quanto è successo in questi giorni. Ho saputo solo per caso dell’incontro previsto con il personale del reparto per la comunicazione del nuovo responsabile e mai mi era stato comunicato delle dimissioni di Viglione al quale esprimo la piena solidarietà ed il mio ringraziamento per l’impegno portato avanti in questi anni per il funzionamento del punto nascita e del reparto di ostetricia; un impegno sempre improntato a mantenere alti i livelli del reparto di Barga e per far sì che venisse mantenuto un adeguato standard qualitativo.

Ora però c’è la preoccupazione che la novità nella direzione del reparto porti a possibili riduzioni dei servizi e del livello qualitativo del punto nascita di Barga.

E’ bene che si sappia subito che se qualcuno avesse in mente di iniziare un percorso di depotenziamento del reparto di Barga troverà la nostra ferma opposizione. Ci muoveremo nei giorni prossimo nei confronti del Commissario Maria Teresa De Lauretis e porteremo la discussione anche in seno all’articolazione zonale della conferenza dei sindaci perché in nessun modo quello che è accaduto deve mettere in discussione il futuro del punto nascita di Barga”

“Da tempo si sente di voci e di movimenti lucchesi che tenderebbero a ridurre l’azione del reparto di Barga – continua Bonini – , ma a Barga su questo siamo tutti disposti ad una opposizione forte e decisa. Di quello che è successo ho informato anche l’osservatorio per la sanità della Valle insieme al quale continuerò a monitorare la situazione”.

Tag: , , , , , ,

Commenti

1


  1. R: Maternità Barga. Il sindaco Bonini “Preoccupati dopo le dimissioni di Vincenzo Viglione per il futuro del reparto”
    Bonini lo dico da anni.Tutti i residenti di Barga, e se vogliono accordarsi anche Coreglia, Gallicano, Bagni, Borgo Fabbriche e chi più ne ha, di fronte alla regione coi forchini in mano o con qualcosa di ancora peggioSe la regione non ci sente facciamoci sentire dalla regione.O, Salvini docet, lasciamo la nazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.