Le solenni celebrazioni del Venerdì Santo

-

Un Venerdì Santo intenso nel comune di Barga dal punto di vista delle tradizioni religiose pasquali.

A San Pietro in Campo torna infatti il prossimo venerdì l’appuntamento quinquennale con la processione di Gesù Morto (nell’immagine un momento della Processione tenutasi a Barga cinque anni orsono), organizzata dall’Unità Pastorale di Barga, San Pietro in Campo e Sommocolonia.

La solenne processione percorrerà partirà dalal chiesa di San Pietro in Campo alle 21 e percorrerà il seguente itinerario: via Barghigiani nel mondo – località ai Biagi – località Stefanetti — ritorno passando da via della Chiesa fino alla località Alla Croce per poi rientrare in Chiesa.  Al corteo prenderanno parte le compagnie delle chiese barghigiane con le cappe dai colori che distinguono le vaerie parrocchie; le associazioni di volontariato con le proprie insegne, le autorità; accompagnerà  la processione la Filarmonica di Barga.

Sempre la sera del Venerdì Santo, questa volta nell’unità pastorale di Fornaci, Filecchio e Ponte all’Ania, si terrà un’altra solenne processione.

Verrà portata in corteo la neo restaurata Pietà di Loppia, dalla chiesa del SS. Nome di Maria in Fornaci alla Pieve di S. Maria Assunta in Loppia, con l’accompagnamento della filarmonica “G. Puccini” di Fabbriche di Vallico e delle corali di Loppia e Fornaci.

La Pietà di Loppia, è una pregevole statua in gesso a grandezza naturale che fu donata alla pievania agli inizi degli anni ’30: produttrice era la famosa Ditta Da Prato di Chicago, città da cui l’opera giunse appositamente per essere destinata alla Pieve di Loppia. La statua, rimasta per anni in una vetrina espositiva accanto all’ingresso, aveva cominciato a subire i danni del tempo, soprattutto nella sporcizia e nella caduta dei colori; per questo motivo il pievano P. Antonio Pieraccini, dopo averla esposta l’anno scorso durante il periodo di Quaresima, ha deciso di mandarla appena possibile a restaurare. Ora la popolazione dei fedeli attende di festeggiare il ritorno dell’opera d’arte, a cui poi sarà anche assicurata una collocazione più idonea rispetto alla precedente.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*