Alla Vetricia nuove piste da fondo

-

Barga si attrezza per gli appassionati dello sci, in particolare per lo sci da fondo. Nuove prospettive emergono infatti con la nuova gestione del rifugio alpino “Giovanni Santi” in loc. La Vetricia affidato dall’ASDBUCLa novità è stata presentata a Palazzo Pancrazi dal sindaco, Umberto Sereni, insieme al presidente dell’ASBUC, Dario Pierantoni. Il progetto, secondo quanto sottolineato, è piuttosto se semplice visto che si tratterebbe di utilizzare i 5 chilometri di strada da Renaio alla Vetricia, gestita dall’ASBUC, e i 20 chilometri dalla Vetricia fino a San Pellegrino; in pratica il percorso esiste già basta trattare in modo adeguato la neve
L’obiettivo di avere a soli venti minuti da Barga chilometri di piste per gli appassionati dello sci di fondo è fra gli interessi dell’Amministrazione Comunale e la disponibilità dell’ASBUC apre una concreta prospettiva di realizzazione. Come sottolineato da Sereni e Pierantoni si potrebbe così sviluppare nel comune di Barga una forma di turismo che si leghi allo sci di fondo.
In questo progetto un ruolo fondamentale lo dovrà ricoprire il rifugio della Vetricia che si deve trasformare anche in un Centro per il fondo puntando al turismo invernale, ma anche estivo sostituendo agli sci le mountain bike o il cavallo, il tutto valorizzando l’importante risorsa rappresentata per un territorio come Barga dalla montagna.
Piena la disponibilità della nuova gestione del Rifugio di Maria Angela e Michele che si basa sull’accoglienza tipica di questa terra che punta ad una offerta gastronomica legata alla montagna ed offre 15 posti letto. I nuovi gestori hanno deciso di abitare al Rifugio e quindi la struttura sarà aperta tutti i giorni.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.