Per le famiglie in difficoltà finanziarie nasce a Barga un centro antiusura

-

BARGA – Dal prossimo mese di settembre, presso la sede dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga, aprirà un Centro d’ascolto per la prevenzione dell’usura. Sarà disponibile personale volontario, ma specializzato nelle attività bancarie in quanto ex dipendenti di Istituti di Credito.. Il Centro è nato su sollecitazione della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia ed è un’emanazione della Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’Usura. La sua attività consiste nell’offrire a persone, famiglie e piccole imprese in difficoltà finanziarie informazioni, assistenza e consulenza volte ad agevolare la soluzione dei loro problemi. Inoltre, la Fondazione, nel rispetto della Legge 7/3/1996 n° 108 (Legge sull’usura) può rilasciare garanzie alle banche convenzionate per facilitare la concessione di finanziamenti che tolgano il soggetto interessato dalla stato di bisogno, consentendogli di far fronte nel tempo ai suoi impegni ed evitando così di ricorrere all’usura.
Quando le rate di mutuo aumentano, luce, acqua e servizi vari rincarano, il lavoro scarseggia; ecco che all’improvviso una famiglia normale non riesce più a far fronte ai propri impegni per cui: l’Enel taglia la luce, i creditori minacciano azioni legali, la banca vuol vendere la casa. E allora arriva il panico, cosa fare?
Spesso compare un “amico”, che poi si rivelerà un usuraio, che aiuta i malcapitati a rovinarsi definitivamente. Per prevenire che una famiglia o una piccola impresa, in momentanea difficoltà, finisca in mano agli usurai sono nati i “Centri per la Prevenzione dell’Usura”.
Le rate insostenibili dalla nostra famiglia, infatti, possono essere diminuite nell’importo dilazionando il debito contratto. Per ottenere ciò la persona interessata dovrà prendere un appuntamento con il Centro di Ascolto dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga, Via della Speranza, telefonando al numero 0583 722209. Qui troverà volontari esperti che sapranno consigliare su come affrontare i suoi problemi finanziari. Dopo aver esaminato la situazione debitoria, verrà presentata ad una delle banche convenzionate (attualmente la Cassa di Risparmio di San Miniato Spa, la Banca Monte dei Paschi di Siena Spa, la Banca CR Firenze Spa, e le Banche di Credito Cooperativo) la richiesta di finanziamento che andrà a coprire tutti i debiti pregressi. L’importo erogato potrà raggiungere € 51.800,00 per le piccole imprese e, per le famiglie, € 25.800,00 per i prestiti e € 200.000,00 per i mutui e sarà utilizzato dalla banca stessa per estinguere tutte le passività in essere; in modo che le famiglie o le piccole imprese possano iniziare a pagare una rata confacente alle proprie possibilità.

IN DIECI ANNI EROGATI FINANZIAMENTI PER OLTRE 36 MILIONI DI EURO
La Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’Usura è una Onlus che opera nel campo della prevenzione dell’usura da oltre un decennio.
Ha competenza per tutta la Toscana e del suo Consiglio di Amministrazione fanno parte membri nominati dalla Regione Toscana, dall’ANCI Toscana, e dalle Misericordie della Toscana/Utilizza
un Fondo costituito con contributi assegnati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ai sensi
della Legge 108/96, dalla Regione Toscana e da Fondazioni bancarie della nostra regione.
A Dicembre 2007 aveva 24 Centri di Ascolto, con sede presso altrettante Misericordie e poteva contare su 140 volontari con adeguata esperienza e professionalità in quanto in gran parte ex dipendenti di istituti bancari.
Nel 2007 diverse centinaia di famiglie e molte piccole imprese in grave difficoltà hanno presentato ai suddetti Centri situazioni di sovra indebitamento che in gran parte sono state risolte con la consulenza o con il rilascio di garanzie che hanno consentito di erogare finanziamenti bancari per oltre 9 milioni di Euro con un incremento di circa il 25% sull’anno precedente. Dal 1998 le banche hanno erogato 1178 finanziamenti per il complessivo importo di oltre 36 milioni di Euro garantiti dalla Fondazione.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.