CONTO ALLA ROVESCIA PER IL NUOVO PONTE SUL SERCHIO

-

L’inaugurazione di sabato 8 marzo è prevista alle 11.

Dopo decenni di lotte, polemiche e soprattutto di attesa, finalmente ci siamo. Sabato 8 marzo viene inaugurato il nuovo ponte fra Fornaci e Gallicano che sarà intitolato al partigiano Leandro Puccetti. La cerimonia del taglio del nastro è prevista alle ore 11. Interverranno il presidente della Provincia, Stefano Baccelli, i sindaci Sereni e Adami, in rappresentanza dei due comuni che da sabato saranno ancora più uniti, l’assessore regionale Riccardo Conti, gli onorevoli Andrea Marcucci e Raffaella Mariani, il responsabile del procedimento di Anas, Paolo Lalli. Ci sarà anche il generale comandante della Brigata Paracadutisti “Folgore”, Maurizio Fioravanti.

Parteciperanno la Banda Militare della Brigata Paracadutisti Folgore, la Banda Luporini di Barga, gli Sbandieratori di Gallicano, le scuole medie di Fornaci con 120 ragazzi e l’ISI di Barga con 50 alunni, il gruppo Alpini di Barga.

Per la grande festa la ditta che ha costruito l’infrastruttura, la Cavani Comoter di Piano di Coreglia, organizzerà un banchetto curato da Slow Food Mediavalle.

Alle 10.30, prima dell’inaugurazione, è prevista la scopertura del monumento dedicato alla memoria dei marinai posizionato all’imbocco del ponte sul lato Fornaci, dopo la richiesta avanzata in proposito al Comune di Barga dall’Associazione Marinai Italiani, sezione di Lucca, gruppo distaccato di Fornaci.

Il sindaco Sereni, annunciando le varie iniziative di sabato, non nasconde la propria soddisfazione; pià che motivata perché fin dagli anni ’70, la proposta di realizzare il ponte venne proprio da Umberto Sereni che ricorda: “Entrai in Provincia nel 1979 e posi il problema dell’esigenza di un collegamento fra le due sponde all’allora amministrazione provinciale di Bicocchi. Questo collegamento significava sviluppo e crescita di quella che è oggi KME, ma era anche un’operazione che serviva a liberare dal traffico pesante la strada che attraversa i paesi tra Calavorno a Fornaci. Si è trattato di una storia dura e lunga. Quando la proposi sembrava di aver chiesto la luna, ma sapevo che era una spinta forte alla modernizzazione della Valle del Serchio come lo sono la variante di Ponte a Moriano e la Campia-Castelnuovo. I fatti mi hanno dato ragione e dopo 30 anni il 2008 si apre con l’inaugurazione del ponte, l’opera più importante dal dopo guerra realizzata in Valle del Serchio”.

Il passo decisivo che permise negli anni passati l’avvio definitivo dei lavori fu la manifestazione che si svolse a Ponte all’Ania dove venne convocato un consiglio straordinario congiunto dei comuni di Barga e Gallicano che dette la scrollata all’ANAS per riavviare i lavori fermi ormai da anni.

Per ricordare questo evento sabato a Ponte all’Ania, nell’area ex Lunardi, è previsto il ritrovo di 58 mezzi storici fra auto, moto e sidecar grazie alla collaborazione del Club RSI Indian e del Vespa Club Barga. Alle 12 partenza verso il nuovo ponte attraversando Fornaci e poi il ponte verso Gallicano.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*