Tag: via del volto santo

- di Redazione

Da San Casciano Val di Pesa ecco i pellegrini della via del Volto Santo

BARGA – Continuano a crescere i pellegrini in transito sulla Via del Volto Santo che da Pontremoli arriva a Lucca, alla chiesa di San Martino. Oggi a Barga sono arrivati una ventina di pellegrini guidati dal sacerdote della parrocchia di San Casciano Val di Pesa (FI). Sono partiti da Pontremoli ed hanno percorso le varie tappe della Via del Vollto Santo per arrivare alla penultima che è appunto quella di Barga. Saranno ospiti in questa giornata, come ci dice il proposto di Barga don Stefano Serafini,  presso il Conservatorio di Santa Elisabetta per ripartire domani alla volta di Borgo a Mozzano ed infine arrivare a Lucca. A proposito di pellegrini, come ci dice sempre don Stefano, prossimamente è invece atteso a Barga il passaggio di un gruppo di ciclisti provenienti dal modenese. Anche in questo caso percorreranno la via del Volto Santo e passeranno da Barga. Insomma, la Via del Volto Santo sta facendo registrare consensi ed interesse sempre più…

- di Redazione

Giovannetti: via del Volto Santo? Ora c’è una legge che permette di valorizzare il progetto

Via del Volto santo e non solo. Dalla regione arrivano importanti novità. Le rende note la consigliera regionale Ilaria Giovannetti che proprio sugli itinerari sacri e sulla via del Volto santo in particolare aveva promesso nelle stetimane scorse il proprio fattivo interessamento. Giovannetti riporta il l via libera del Consiglio regionale alla proposta di legge “Disposizioni per il riconoscimento, la valorizzazione e la promozione dei cammini regionali”, prima disciplina regionale che riconosce i cammini, ai fini della loro valorizzazione e promozione turistica, proposta dalla consigliera Pd Lucia De Robertis. “Per la Valle del Serchio – esordisce –  sarà importante puntare all’inserimento della via del Volto Santo appunto” “Con  questa nuova normativa regionale sarà possibile finalmente lavorare per un pieno riconoscimento dei cammini e quindi una loro più facile fruizione e valorizzazione, in tutta la Toscana e quindi anche nella nostra provincia di Lucca. Non solo la Francigena, ma anche la via del Volto Santo, che attraversa più comuni ed è…

- di Redazione

Via del Volto santo. Bonini: al lavoro per ottenere i primi fondi

“Quella della Via del Volto Santo è una opportunità da non mancare per l’intera Valle del Serchio.  E per il nostro comune una strada sicuramente da percorrere”. Così il sindaco di Barga, Marco Bonini che annuncia una prima iniziativa che le due Unioni  dei Comuni di Garfagnana e Media Valle, insieme ad enti come il comune di Barga, intendono portare avanti. Così il sindaco di Barga, Marco Bonini che annuncia una prima iniziativa che le due Unioni  dei Comuni di Garfagnana e Media Valle, insieme ad enti come il comune di Barga, intendono portare avanti. “Già si cominciano a vedere in giro i primi pellegrini, segno di un interss3e crescente per un progetto che ancora sulla carta non c’è e che deve essere costruito. Ma ci sono alcune associazioni che hanno già fatto un lavoro importante e come amministrazione abbiamo già aderito alla delibera che ci vede interessati al percorso della via del Volto Santo. Questo dal mese di settembre.…

- 1 di Redazione

Ilaria Giovannetti: “La Via del Volto Santo? Una opportunità da sviluppare”

La Via del Volto Santouna opportunità fondamentale per incidere sulla principale risorsa economica per terre come la Garfagnana e la Media Valle del Serchio. Parola di consigliere regionale Ilaria Giovannetti che interviene sul dibattito in corso circa la necessità di sviluppare il cosiddetto turismo sulle vie sacre o storiche anche in Garfagnana e Media Valle. La via del Volto Santo attraversa Lunigiana e Garfagnana, per poi arrivare a Barga e da qui e da Borgo a Mozzano giungere  infine a Lucca appunto per conclude il pellegrinaggio di fronte al Volto Santo. Attraversando valli di grande fascino e ricche di monumenti storici, rappresenta peraltro una alternativa ben più ricca al tracciato versiliese della Via Francigena Il percorso c’è, anche se più sulla carta; un tracciato vero e proprio non è mai stato segnato ed organizzato logisticamente, ma i pellegrini cominciano già a muoversi ed a frequentare la via del Volto Santo. “Concordo sul fatto che ci sia necessità di affrontare la…

- di Redazione

Pro Loco: bene la battaglia per Barga. Ora pensiamo alla Via del Volto Santo

E’ soddisfatta la Pro Loco di Barga, rappresentata in questa occasione dal vice presidente Roy Santi, per il successo della Battaglia per Barga l’inedita rievocazione di un fatto del 1230 con l’assedio delle truppe lucchesi a Barga, che soprattutto nella giornata di ieri ha raggiunto il suo culmine più importante in quanto a spettacolo ed attrazione. Con la presenza, sui luoghi degli accampamenti, alle botteghe di un tempo, agli spettacoli live di scaramucce e combattimenti e poi a quelli più imponenti della rievocazione della battaglia sul Fosso e dello spettacolo di falconeria in Duomo, di tanta gente. Soprattutto visitatori esterni. “C’è stata tanta gente per le strade – ci dice Roy – e davvero bella era la cornice di pubblico sul Fosso per la battaglia conclusiva che è stata  molto coinvolgente. Anche i figuranti, ed anche Mansio Hospitali Lucensis che ha coordinato il tutto con il nostro supporto logistico, si sono detti soddisfatti. La manifestazione ha coinvolto il pubblico, ha…

- 2 di Redazione

Turismo sugli itinerari sacri anche da noi? C’è la via del Volto Santo, ma bisogna cominciare a muoverci

A Barga cominciano ad arrivare i pellegrini della via del Volto Santo. La testimonianza viene in questi giorni da un albergo della cittadina, l’Hotel La Pergola,  dove è già arrivato più di un cliente che chiede informazioni sul tracciato. La maggior parte dei barghigiani  però oggi  ne sa poco e qualche pellegrino, alla richiesta di dove passasse il tracciato, ha avuto anche come risposta che da Barga la Via del Volto santo non passava. Invece ci passa eccome e per Barga rappresenta una opportunità di sviluppo turistico da non sottovalutare. Anche dall’Hostel Villa Gherardi ci confermano che diversi sono i pellegrini transitati da Barga. Mesi fa abbiamo descritto questo itinerario come una grande opportunità turistica sottolineando che anche Barga era una delle tappe   del percorso che parte dalla Lunigiana ed attraversa la Garfagnana per poi arrivare a Lucca, dove appunto la meta  è il Volto Santo nella chiesa di San Martino. Oggi è in grande sviluppo il turismo legato agli…

- 2 di Redazione

Sviluppare il turismo degli itinerari storici. Anche Barga si muove

BARGA – Anche il comune di Barga, con deliberazione della giunta municipale dello scorso mese di settembre, ha deciso di aderire, approvando il relativo protocollo d’intesa, al progetto Via del Volto Santo. Il progetto è stato promosso dal Comune di Fivizzano con la volontà di promuovere e valorizzare, attraverso la costituzione di una Rete di Comuni che al proprio interno ne conservino tracce storiche, la “Via del Volto Santo” ed i suoi territori. Il Comune di Barga ora fa parte del protocollo d’intesa, già stato sottoscritto dai comuni di Fivizzano, Filattiera, Coreglia,  Castiglione Garfagnana, dall’Associazione FEISCT (Federazione Europea Itinerari Storici Culturali e Turistici) e dall’Ente Parco Nazionale dell’Appennino Tosco- Emiliano; L’intendimento sarebbe quello di perseguire gli obiettivi delineati tramite il recupero, ripristino e fruizione di alcuni tratti della Via del Volto Santo, al fine di realizzare un sistema di percorsi unitari che permettano di scoprire i contesti territoriali, storici, paesaggistici, culturali e naturalistici interessati. Il cammino del Volto Santo prende…