Tag: vandali

- 1 di Redazione

La mancanza di rispetto

Questa la situazione del sottopasso ferroviario di Fornaci di Barga. Ce lo segnala, con queste foto, un lettore del giornale che ci chiede di sollecitare un intervento delle autorità per ridare dignità a questo passaggio e soprattutto per intervenire togliendo le oscenità che colpiscono anche il murales realizzato tanti anni fa e che sono un’offesa anche alla storia di Fornaci ed al lavoro della sua gente. Certo è che è difficile contrastare e vivere in un modo così, dove ormai il rispetto, soprattutto della nostra storia, del bene pubblico e degli altri,  vale meno del niente.

- di Redazione

Vandali, nemmeno il presepe lasciano in pace

La mamma degli imbecilli…. e la finiamo lì. Ma il pensiero che rivolgiamo ai non proprio simpatici imbecilloti che stanotte hanno vandalizzato anche il presepe del Belvedere Magri, lungo la circonvallazione del Fosso, permetteteci di dirlo che proprio natalizio non è. Oltre che imbecilli e maleducati, non vogliamo andare ma di certo l’aver vandalizzato il presepe in legno e le fioriere che con tanto amore hanno curato ed allestito le “Donne di Barga per Barga”, non è stata una bella cosa e la speranza è che qualcuno abbia visto e che si possa risalire a questi individui. Io non so che punizione si meriterebbero, ma di certo un po’ di lavori utili e sociali, di quelli magari più faticosi, non sarebbero male; così a questa gente gli si leva un po’ di energia mal spesa; magari servirebbero a farli riflettere sul fatto che sono proprio messi male se non riescono a trovare niente di meglio per divertirsi –  per sconfiggere…

- di Redazione

Il parco in mano ai vandali ora anche piccola discarica

Il parco Fratelli Kennedy di Barga continua ad essere terra di conquista per chiunque senta l’irrefrenabile quanto inspiegabile desiderio di danneggiare o di rovinare qualcosa di pubblico e nessuno fa realmente qualcosa per impedirlo. Più che dei Kennedy è il parco dei vandali…. La denuncia viene, ancora una volta, da alcuni lettori che già si sono rivolto a noi per segnalare il continuo operare di alcuni vandali nel parco e che richiedono anche stavolta l’intervento dell’Amministrazione Comunale e dei Vigili Urbani. Da un po’ di tempo, proprio sotto il ponte Fratelli Lombardini che fa da confine al parco, sono stata ammassati oggetti messi insieme da alcune aree del parco, tra cui due tavoli da pic-nic in legno che oltre ad essere stati prelevati sono stati anche danneggiati. Non è un bello spettacolo visto che l’area ora si presenta come una piccola discarica. E la cosa non va avanti da giorni, ma da settimane. Non è finita. A proposito di vandali,…

- 1 di Redazione

Danneggiamenti cabina rossa, individuati gli autori

Aggiornamento delle 18,30. Gli artefici degli ultimi danneggiamenti della cabina telefonica rossa di Largo Biondi sono stati inviduati dai carabinieri della Stazione di Barga. Si tratta di minorenni che sono stati riconosciuti grazie anche alle videocamere di telesorbveglianza presenti proprio sul Ponte. Una bravata la loro, immediatamente segnalata ai genitori che hanno già provveduto a risarcire i danni. Ore 10,18. Questo succede nel nostro comune… Sarà la quarta volta che la cabina viene sistemata e poi danneggiata negli ultimi tempi… Ma cosa siamo diventati? In che direzione stiamo andando? Indifferenza, distruzione delle cose comuni, Sono piccole cose, lo so … Ma tutto insieme crea uno stato di angoscia tristezza e rabbia. Così Sonia Ercolini, post poi ripreso da altri componenti dell’Associazione Pro Loco di Barga su Facebook, in relazione all’ennesimo atto di vandalismo alla cabina rossa, alla “red box” di Largo Biondi. Nonostante i continui interventi degli operai del comune per rimettere a posto le vetrate vandalizzate e spezzate, la…

- 1 di Lu.Gal.

Sala giochi chiusa definitivamente a Barga per vandalismi. Un fatto su cui riflettere

Era l’ottobre del 2013 quando pubblicavamo la singolare iniziativa presa dalla Tabaccheria Santi, titolare anche dell’attigua sala giochi in Largo Roma a Barga. Con un cartello che invitava i giovani frequentatori a più educazione e gli adulti che su di loro vigilavano ad insegnargliela, si informava che i locali venivano chiusi per maleducazione temporaneamente.Nei giorni scorsi, dopo alcuni successivi avvertimenti, la proprietà della sala giochi ha deciso per la sua chiusura definitiva per il perdurare delle solite situazioni soprattutto legati alla sporcizia ed al disordine, ma anche ad alcuni atti di vandalismo, causati da alcuni avventori.“Sala giochi chiusa definitivamente – è critto su un cartello affisso sulla porta a firma di Daniela Santi che poi aggiungeva – L’educazione va insegnata. Tutti gli atti vandalici sono dovuti ai genitori”.Un cartello che ha fatto discutere e sul quale, per chi come il sottoscritto, svolge il ruolo di genitore, necessita riflettere per capire quanto di quei comportamenti scorretti che a volte si riscontrano…

- 1 di Paolo Ruggi

Siamo vandali o soci CAI?

La denuncia del vandalismo è un atto doveroso, da esercitare con tutta la determinazione possibile. Chi si è prodigato per anni nell’offrire un servizio gratuito alla cittadinanza, quando vede vanificati i suoi sforzi dalla stupidità di pochi ha ben diritto di presentare denuncia pubblica, senza aspettare l’autorizzazione di qualche Consiglio Direttivo. Definire “cretino” un vandalo non lede la sua dignità più di quanto questa non sia stata già svilita dagli atti che lui stesso compie. Peraltro, la formula “la madre dei cretini etc etc” è utilizzata spesso nei giornali e nelle televisioni, quando si tratta di stigmatizzare comportamenti esecrabili di larga diffusione. E l’unica indignazione che suscita è quella che si indirizza agli atti denunciati dalla formula.Desta stupore che, alla denuncia del vandalismo verso la segnaletica nei sentieri di montagna, il Consiglio Direttivo del CAI di Barga senta il bisogno di replicare prendendo le distanze dalla denuncia stessa, prodigandosi nel difendere la dignità dei vandali da un attacco “immorale” e…

- 1 di Redazione

Atti vandalici in Duomo. I danni sono ingenti. In corso le indagini

Atti vandalici per un danno incalcolabile al momento, al palazzo mediceo al cui interno si trova il museo civico “Antonio Mordini” sull’aringo del Duomo di Barga. E’ successo in questi giorni. Ad accorgersene il proposto di Barga, don Stefano Serafini nella giornata di ieri ed immediata la denuncia ai Vigili Urbani. I vandali hanno preso di mira la colonna medicea cinquecentesca che si trova all’esterno del museo , ma anche i muri del palazzo mediceo ed alcune pietre in travertino esterne sempre al museo che sono state riempite di scritte fatte con il pennarello. Non contenti hanno anche gettato alcune pietre sul tetto del campanile della chiesa del Crocifisso, sottostante l’aringo del Duomo. Solo per la riparazione del tetto sarà necessario montare un ponteggio spendendo diverse decine di migliaia di euro, mentre il danno ai muri ed alla colonna medicea è difficilmente quantificabile, per il valore storico intrinseco del monumenti, ma è sicuramente di grave portata. I vandali sono anche…

- 1 di Redazione

Inciviltà e degrado nell’area di sosta “San Cristoforo”

La signora Manuela Angela Rodelli ci ha scritto, e ci ha segnalato sulla nostra pagina di Facebook, la situazione dell’area di sosta San Cristoforo, lungo via Hayange e dei bagni pubblici che si trovano nei pressi dell’incrocio con la strada provinciale.Con una serie di foto a corredo ci scrive: “Questo è il senso di civiltà e il senso di educazione che hanno i ragazzi e adulti di questo paese e se hai pure il becco di ferro di chiamare le forze dell’ordine per segnalare tali avvenimenti ti senti rispondere che essendo un area pubblica possono fare quel che gli pare non essendo né recintata, né chiusa… “ “Grazie all’inciviltà della gente tutta l’area è in degrado: o bagni pubblici sono stati ritinteggiati di recente ma prima era peggio; anche il bagno dei disabili ha visto di recente la sistemazione della porta ma il resto è fatiscente.Nell’area di sosta il posto dove scaricano le acque chiare e le acque scure i…

- di Redazione

I commercianti: basta tollerare i vandalismi a Fornaci. Appello alle istituzioni ed alla comunità

Il CIPAF, il comitato degli operatori economici di Fornaci non ci sta. Si ribella con forza per non subire passivamente l’ennesimo atto di vandalismo che è vanificato quanto fatto di buono nei giorni scorsi per abbellire il paese durante le festività natalizie.In un comunicato firmato dal presidente Guido Santini afferma: “Quello che è successo a Fornaci in questi giorni lascia veramente l’amaro in bocca. Le palline ornamentali in polistirolo che avevamo posizionato in piazza IV Novembre, sono state in gran parte rovinate ad opera di sconosciuti. Abbiamo sporto denuncia contro ignoti e siamo determinati a venire a capo di questa faccenda”. La “vandalizzazione” della piazza è praticamente iniziata poco dopo che gli addobbi erano stati apposti dal CIPAF: “Sappiamo con certezza che tali atti hanno avuto inizio già dalle prime ore della sera – spiega Santini – infatti alle 21, 30 sono stati segnalati i primi danni. E’ lecito pensare che qualcuno abbia visto o sentito qualcosa , quindi invito…

- di MeCap

La bella piazza natalizia… un campo da calcio

Fornaci si prepara al Natale con un allestimento speciale in piazza IV Novembre: enormi palle natalizie come sculture che punteggiano la piazza principale in un’installazione a metà tra il surreale e il fiabesco.Duemila euro la spesa e tanto lavoro da parte dei commercianti del CIPAF, ideatori e d esecutori dell’iniziativa, tanto che ieri sera venerdì 6 dicembre, sono rimasti in piazza IV Novembre fino alle 21.30 per ultimare il lavoro. Peccato che a mezzanotte qualcuno già stesse “giocando” con quelle enormi sfere colorate come fossero palle da bowling o da calcio. Chi sia stato non si sa, ma questa mattina, 7 dicembre, il risveglio per tanti è stato amaro: il bell’allestimento natalizio era stato fatto rotolare qua e la, con evidenti danni alle decorazioni, che sono di leggero ma fragile polistirolo.Qualcuno ha passato la notte a giocare con quello che doveva essere un’attrazione e una decorazione per tutta la comunità, incurante del costo economico e di energie speso per rendere…

- 1 di Nicola Bellanova

Vandali in azione a Mologno

Ci risiamo, come purtroppo triste tradizione. Ancora una volta, la stazione di Mologno è stata presa d’assalto da vandali senza scrupoli che, in attesa del treno diretto a Lucca, per ingannare la noia non hanno trovato di meglio da fare che distruggere la sala d’attesa, nei cui locali sorgono anche un ufficio postale molto frequentato da un’utenza proveniente anche dai paesi limitrofi e una biglietteria ferroviaria provvista di ufficio informazioni.Alle 13,30 quindi, in pieno orario d’uscita di scuola, alcuni studenti (ancora non identificati) hanno rotto il grosso vetro che dà sulla piattaforma, dileguandosi a tempo di record al sopraggiungere del convoglio diretto nel capoluogo. Un rumore sordo colto dai pendolari in attesa del treno, e poi il nulla. Ad accorgersi del misfatto sono stati alcuni residenti del posto, che subito hanno avvisato le forze dell’ordine, sopraggiunte quasi subito per il sopralluogo. E’ mancata la flagranza, ma le indagini sarebbero ben circoscritte. In quelle ore del giorno, la stazione di Barga-Gallicano…