Tag: terremoto

- di Redazione

“Io non rischio” 2018:  ecco la campagna per le buone pratiche di protezione civile. Incontri anche a Castelnuovo

LUCCA  – Torna anche quest’anno “Io non rischio”, la campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile che si terrà sul nostro territorio provinciale sabato 13 e domenica 14 ottobre, a Lucca, Capannori e Castelnuovo Garfagnana. Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si riuniscono nuovamente per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 13 e 14 ottobre volontari di protezione civile allestiranno gazebi informativi “Io non rischio” nelle piazze di molti comuni italiani, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio terremoto-maremoto e sul rischio alluvione. L’iniziativa è stata presentata oggi (mercoledì 10 ottobre), a Palazzo Ducale, dal consigliere provinciale Alessandro Profetti insieme con il dirigente del settore Francesca Lazzari e a Francesco Grossi dell’Ufficio di protezione civile della Provincia, dai responsabili della protezione civile del Comuni di Lucca, Andrea Sodi, e del Comune di Capannori, Fabio Tolomei, dal sindaco del Comune di Castelnuovo…

- di Redazione

Terremoto, le reazioni in Garfagnana

Dalla sala operativa del Centro Intercomunale di Protezione Civile dell’Unione Comuni Garfagnana: Il Centro è già operativo alle ore 10.00 a seguito della scossa di terremoto con epicentro Pievepelago che si è debolmente percepita anche in Garfagnana. Ha provveduto ad avvisare la Provincia e a una ricognizione sul territorio, contattando tutti i Comuni della Garfagnana e le associazioni che a loro volta hanno verificato l’assenza di danni a cose e persone. Il Responsabile della Protezione Civile dell’Unione Comuni Garfagnana Mauro Giannotti: ” Il Centro resterà aperto per precauzione nelle prossime ore con la presenza del Comandante della Polizia Locale Gianluigi Bernardi, volontari dell’Associazione Autieri e personale del Servizio Emergenze Radio.”

- di Redazione

Norcia, ecco il frutto della generosità barghigiana

Missione compiuta. Sono stati infine installati i giochi acquistati per le scuole di Norcia, acquistati grazie alla generosità barghigiana ed a quanto raccolto nella gara di solidarietà alla quale partecipò anche questo giornale dopo i terremoti che hanno devastato il centro Italia due anni orsono. Una raccolta che ha coinvolto associazioni, istituzioni, aziende, cittadini del nostro territorio. Tra le associazioni più attive la Misericordia ed i donatori di Sangue di Castelvecchio che misero insieme allora circa 7 mila euro. I 13 mila euro raccolti allora sono stati utilizzati, come già reso noto, per aiutare la comunità di Norcia a dotare le nuove scuole della cittadina, realizzate grazie alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, di tutti i giochi esterni. A novembre 2017 c’era stato, ricordiamo, un primo sopralluogo e da lì l’operazione ha comincialo a camminare con l’intervento poi affidato alla ditta Macagi di Cingoli. Il preventivo finale è stato per una spesa di 15.400 euro. I soldi mancanti per coprire tutti…

- di Redazione

Dalla nostra comunità in arrivo il parco giochi per le scuole di Norcia

Ultimi passaggi per il progetto di solidarietà avviato nei mesi scorsi grazie alla generosità della comunità barghigiana che dopo il terremoto del centro Italia ha preso parte ad una gara solidarietà che ha coinvolto associazioni, istituzioni, aziende, cittadini del nostro territorio, compreso questo Giornale. Tra le associazioni più attive la Misericordia ed i donatori di Sangue di Castelvecchio che misero insieme circa 7 mila euro. Furono raccolti comunque in totale circa 13 mila euro e nei mesi scorsi è stato deciso di utilizzarli per aiutare la comunità di Norcia a dotare le nuove scuole della cittadina, realizzate grazie alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, di tutti i giochi esterni. A novembre c’era stato, ricordiamo, un primo sopralluogo e da lì l’operazione ha comincialo a camminare con una prima ricognizione del possibile intervento poi affidata alla ditta Macagi di Cingoli. Il preventivo finale è stato per una spesa di 15.400 euro circa che prevedono anche le spese di installazione. I…

- 1 di Redazione

Un gioco per i bimbi di Norcia. Presto si spera di mettere a frutto la solidarietà barghigiana

Un gioco, più giochi, per i bimbi di Norcia. E’ arrivato il momento di mettere a frutto i semi di solidarietà raccolti un anno fa per aiutare le popolazioni del centro Italia colpite dal sisma che ha completamente cambiato la vita a migliaia e migliaia di persone e sconvolto paesi bellissimi e ricchi di patrimonio artistici, culturali e paesaggistici. Un anno fa anche questo Giornale, imprese economiche ed associazioni insieme al Comune di Barga, lanciarono una campagna per raccogliere fondi da destinare all’aiuto di queste popolazioni. Non fondi da disperdere nel calderone, ma da utilizzare per progetti concreti di aiuto. Da mettere in campo a bocce ferme; quando, passata l’ondata mediatica e quella emozionale, si sapeva che queste comunità, queste popolazioni avrebbero avuto maggiormente bisogno di aiuto, di attenzione e di solidarietà. Perché ora che si sono spenti i riflettori qui è rimasta solo la desolazione; qui si sente, ora più che mai, la solitudine e la consapevolezza di dover…

- di Redazione

Gli Alpini di Barga ad Amatrice

Un inizio di agosto intenso per il Gruppo Alpini Barga che da venerdì 4 a domenica 5 agosto ha preso parte a diverse iniziative che lo hanno vista protagonista in prima persona. La prima è il classico appuntamento co90n i festeggiamenti per la madonna della Neve. Il gruppo Alpini quasi al completo ha preso parte alla santa mesa celebrata da don Stefano Serafini presso la chiesina delle Palmente che da quando ha riaperto è la chiesa degli alpini intitolata proprio alla Madonan della Neve. Sabato 5 invece, una rappresentanza del Gruppo con il presidente Andrea Bertolini in testa si è recata nelle zone terremotate del centro Italia, in particolare a Musicchio (Frazione di Amatrice) ad inaugurare un centro sociale costruito con le offerte raccolte dai Gruppi della Sezione Alpini Pisa-Lucca-Livorno. Anche il gruppo di Barga aveva contribuito economicamente all’iniziativa, destinando alla raccolta lanciata dai gruppi lucchesi quando era stato destinato per i fuochi artificiali in occasione dell’80° anniversario Alla cerimonia…

- di Redazione

Primo Maggio a Fornaci anche nel segno della solidarietà

Al di là di una giornata non propriamente baciata dal sole, questo lunedì il primo Maggio a Fornaci chiuderà i battenti questa seracon un bilancio che è stato comunque estremamente positivo. E con tante belle novità a cominciare da una attenzione speciale che è venuta in questa edizione, la numero 57, alla solidarietà ed alla vicinanza alle popolazioni terremotate del centro Italia. Il taglio del nastro inaugurale da parte degli esponenti delle popolazioni di Amatrice e Campotosto, delle zone martoriate da terremoto e gelo presenti a Fornaci; il Comitato primo Maggio, ha voluto tre di queste aziende nell’ambito del nuovo settore espositivo “I sapori della nostra terra” che peraltro in questa tre giorni ha riscosso notevoli apprezzamenti dal pubblico. Stamattina inoltre, come tutti gli anni, si è svolta la cerimonia inaugurale che da tradizione si tiene per il 1°Maggio. Tra i presenti tante autorità a cominciare dal senatore Marcucci, l’onorevole Mariani, l’assessore regionale Marco Remaschi ed il sindaco di Barga,…

- di Redazione

Da Filecchio tanta solidarietà concreta per il centro Italia

Solidarietà senza confini grazie alla generosità ed all’impegno della nostra gente. In particolare della comunità di Filecchio che, dietro l’idea nata dai ragazzi della scuola primaria e poi allargatasi alle altre scuole del comprensivo, ha rilanciato il progetto con l’’impegno in prima persona dell’Associazione Polentari oltre che delle altre associazioni filecchiesi. L’0oibiettivo era raccogliere generi di prima necessitàò da destinare al sostegno delle popolazioni terremotate. Alla fine sono stati raccolti generi diversi quintali tra articoli per l’igiene, acqua potabile ed altri generi alimentari, che poi sono stati distribuiti nei giorni scorsi durante la spedizione organizzata nel centro Italia dalle Misericordie di Gallicano, Castelnuovo Garfagnana, Piano di Coreglia e Lucca. Spedizione a cui ha partecipato anche Filecchio. A coordinare in prima persona la grande raccolta delle settimane scorse è stata senza dubbio Alessia Montanelli, ma tutti i polentari e tanti filecchiesi hanno dato una mano, e tanto ancora era stato fatto in precedenza nella scuola di Filecchio ed in quelle di…

- di Redazione

Ad Amatrice con l’Arca della Valle. Il racconto di Cristina

In pochi giorni hanno messo insieme un furgone di cibo, mangimi per animali grandi e piccoli ed altro materiale per la cura di bestie e bestiole, prendendo parte così ad una spedizione di aiuti alla popolazione di Amatrice, grazie ad un gruppo di volontari diretto da Katia Baicchi e Martina Marchi di San Miniato. Così l’associazione in difesa degli animali L’Arca della Valle che, colpita dalle notizie che a gennaio arrivavano dal centro Italia delle immense difficoltà affrontate non solo dalle persone ma anche dalle bestie colpite dal gelo, grazie al passa parola ed ai social è riuscita a smuovere un bel po’ di persone, tantissima gente da Media Valle e Garfagnana che ha contribuito generosamente; appoggiandosi poi alla spedizione del gruppo di San Miniato. Per L‘Arca della Valle ad Amatrice si è recata una delle volontarie, la giovanissima Cristina Riccardi che ha consegnato il materiale raccolto. Cristina ha lavorato con il gruppo volontario giunta della Toscana distribuendo alla gente…

- di Redazione

Protezione civile: prosegue l’impegno degli enti locali per sostenere il comune colpito dai terremoti del 24 agosto e del 30 ottobre

L’iniziativa “Un abbraccio per Accumoli” sostenuta da numerosi enti locali della provincia di Lucca è in attesa di conoscere dal sindaco del comune terremotato (Stefano Petrucci) il progetto specifico a cui destinare gli aiuti del nostro territorio. Nei giorni scorsi a Palazzo Ducale si è svolto un ulteriore incontro convocato dall’amministrazione provinciale e dall’Unione dei Comuni della Mediavalle del Serchio a cui hanno partecipato sia Comuni che avevano già aderito all’iniziativa, sia altre amministrazioni che si sono aggiunte successivamente come i Comuni di Altopascio, Camaiore, Massarosa, Montecarlo e Stazzema. “Il confronto con gli enti – spiega il consigliere provinciale con delega alla Protezione civile Nicola Boggi – è servito sia per riferire gli esiti dell’incontro del 9 dicembre tra il sindaco di Accumoli e la delegazione lucchese che si è recata nelle zone colpite dal sisma, sia per fare il punto della situazione generale delle iniziative a sostegno della popolazione. Nell’occasione è stata rappresentata la difficoltà di definire nell’immediato un…

- 1 di Redazione

Terremoto: in 60mila vivono in comuni a forte rischio in provincia di Lucca

Giornata del Ringraziamento nel segno della solidarietà per le popolazioni terremotate del Centro Italia. La 66esima festa dell’agricoltura si trasforma quest’anno in una grande opportunità di riflessione e di altruismo all’indomani dei violenti sisma che hanno colpito duramente anche agricoltori ed allevatori di Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo. Un rischio con cui tutti i giorni fanno anche i conti 60mila abitanti in provincia di Lucca, il 17% della popolazione provinciale, che vivono in 22 comuni classificati in zona 2, ovvero in un’area dove possono verificarsi forti terremoti. A dirlo è Coldiretti Lucca sulla base dell’analisi del report della Protezione Civile in occasione tre appuntamenti con la Giornata del Ringraziamento in programma in provincia di Lucca. La prima domenica 13 novembre a Lammari, nel Comune di Capannori presso la Parrocchia S. Jacopo con la Santa Messa alle ore 11.00 seguita dalla benedizione dei frutti della terra e dei trattori. Le altre due celebrazioni sono invece in agenda domenica 20 novembre a…

- di Redazione

Terremoto, boom sonico, meteorite. Tante ipotesi sull’evento di ieri, ma nessuna certezza.

Il mistero del boato che ha spaventato mezza Toscana, facendo scattare la psicosi terremoto anche dalle nostre parti. Le ipotesi sono diverse a questo punto, tutte plausibili e tutte non confermabili almeno per il momento, per un mistero che forse resterà tale, in un clima, quello dei social, dove c’è stato subito anche chi ci ha visto dietro complotti e vicende da fantapolitica o giù di lì. Ci potrebbe amche stare, ci mancherebbe, ma almeno per quanto mi riguarda sarei più porientato su qualcosa di più naturale… Certo è che per il momento l’unica cosa certa pare che non si sia trattato in alcun modo di un terremoto, anche se non tutti la pensano così. C’è poi la tesi, quella più sostenuta, del boom sonico, causato da qualche jet che ha superato il muro del suono. L’ipotesi qualche dubbio lo lascia; anche perché la stessa Aeronautica Militare ha confermato in quelle ore il passaggio di due Caccia in esercitazione, ma…