Tag: pirogassificatore

- di Redazione

Pirogassificatore, alla lettera aperta di ASBUC replica subito il sindaco

Immediata, via social e precisamente tramite Facebook, la risposta, anche un po’ piccata, del sindaco di Barga, Marco Bonini alla lettera aperta del presidente dell’ASBUC , Francesco Feniello: “Leggo con attenzione e un pizzico di amarezza la lettera del presidente dell’ASBUC, che fra l’altro arriva dopo la mia risposta a KME sul consiglio definito farsa e sceneggiata. I consigli comunali rappresentano il luogo di discussione e decisione per l’intera comunità, ancor di più lo è stato il Consiglio al Cinema Roma sul pirogassificatore, sia per l’argomento che per la tanta partecipazione. L’attacco dell’azienda prende spunto dal fatto che già alla Festa dell’ Unità, da parte mia in primis e dagli altri esponenti PD intervenuti, era stato espresso il proprio disappunto a questo progetto.  Se comunque il presidente dell’ASBUC vuole questo chiarimento, forse significa che conosce poco sia il Sindaco sia il funzionamento del consiglio comunale, che decide in base alle discussioni e le argomentazioni portate dagli intervenuti.  Oppure che l’appuntamento…

- di Francesco Feniello

Vicenda pirogassificatore, lettera aperta al sindaco e all’AD di KME. “Vanno chiariti alcuni punti”

Premetto che, personalmente, come già dichiarato pubblicamente, allo stato attuale, sono contrario alla costruzione del pirogassificatore per mancanza di idonei elementi di valutazione. Ormai, da diversi mesi, sentiamo parlare del pirogassificatore. Sappiamo che tanti sono contrari alla sua realizzazione e alcuni favorevoli. Abbiamo letto sui giornali varie prese di posizione di autorità locali e dirigenti KME, questi ultimi da apprezzare per aver portato in pubblico, per la prima volta, un loro progetto aziendale. In particolare abbiamo letto “Nessun passo in avanti” ma anche  “Nessun passo indietro”. Queste citazioni sono state pronunciate rispettivamente dal sindaco e dal responsabile KME. Abbiamo partecipato al Consiglio Comunale straordinario presso il cinema Roma, dove abbiamo ascoltato gli oratori (Amministratori locali e dirigenti KME). Nel corso del consiglio Comunale qualche elemento in più, rispetto al passato, è stato fornito come più chiara è sembrata la posizione del sindaco e credo dell’intero consiglio comunale. Nonostante questo e la bellissima presentazione del progetto di rilancio aziendale, i cittadini,…

- di Redazione

Anche Mastronaldi rincara su KME

Anche il consigliere di opposizione Luca Mastronaldi interviene dopo la presa di posizione di sabato scorso di KME: “Come consigliere comunale di Barga ritengo offensivo l’atteggiamento arrogante e presuntuoso da parte di Kme, che si permette di definire una farsa il consiglio comunale del 6i agosto. Il consiglio comunale rappresenta tutti i cittadini del nostro comune. Nessun componente del consiglio comunale si è mai permesso, pur nelle differenti vedute, di usare toni così provocatori nei confronti dell’azienda. Riconosco ad essa un ruolo importante e fondamentale nel tessuto industriale.Mi sono sempre posto in contrarietà a Kme per quanto concerne il progetto pirogassificatore, e non cambio sicuramente idea, anzi dopo l’incontro credo ancor di più che la strada intrapresa non sia quella giusta. Trovare soluzioni alternative e compatibili con la salute pubblica non solo è auspicabile, ma è anche l’unica soluzione  possibile.Mi sia consentita un’ultima osservazione, l’unica farsa è stata una presentazione di un progetto che nulla ci ha detto in più…

- di Redazione

Bonini: l’azienda non ci intimorisce. Andremo avanti sulla nostra linea

Stamani la replica del sindaco di Barga, Marco Bonini alle dichiarazioni di KME a commento del consiglio comunale del 6 agosto scorso, definito dall’azienda una farsa. Il sindaco ha ribadito che il Comune andrà avanti sulla sua strade e vuole incontrare l’azienda dopo Ferragosto per ribadire la richiesta del consiglio comunale. “In questi ultimi mesi – dichiara il sindaco – l’azienda ci ha abituato a rispondere con prepotenza e arroganza  quando le istituzioni non hanno preso una posizione che a KME sarebbe potuta andare bene. Io credo però che non ci si debba permettere di insultare il consiglio comunale intero, definendolo una farsa o una sceneggiata; si offende una intera popolazione che è rappresentata dai consiglieri eletti. Per quanto ci riguarda non ci facciamo certo intimorire dall’ultima presa di posizione e dall’atteggiamento dell’azienda e tanto meno questo ci fa cambiare idea. Ribadiamo che  da parte nostra c’è la piena disponibilità, nell’interesse di KME, dei lavoratori e soprattutto dei cittadini, a trovare  una…

- 2 di Redazione

KME all’attacco: consiglio farsa. Il progetto verrà presentato

Nessuna intenzione di fermare il progetto che verrà presentato in Regione e agli enti autorizzativ,con le analisi degli enti verificatori saranno tutte rese pubbliche. Così KME che ha inviato oggi una nota a commento del consiglio comunale avvenuto lunedì sera a Barga. Ma KME dice anche altro proprio sul consiglio ritenendolo una sceneggiata dal copione già scritto ed un’azione meramente propagandistica e politica. Ecco la nota integrale di KME: “Il Consiglio Comunale “aperto” del 6 agosto, al quale KME era stata convocata per illustrare il progetto di rilancio di Fornaci di Barga è stato in realtà una sceneggiata con il Sindaco che ha recitato un copione predisposto in  precedenza e altrove. Le conclusioni di tale serata sono presto dette: Sindaco e Consiglio avevano deciso di respingere il piano di sviluppo aziendale prima ancora di conoscerlo, con un solo risultato: ignorare l’interesse dei cittadini, non solo quello dei lavoratori. Questo infatti significa, ed ha dell’incredibile, il rifiuto a priori di un…

- di Redazione

Pirogassificatore alla KME: un contributo alla discussione

Lavoro e diritti, tutela dell’ambiente, democrazia; sono elementi imprescindibili per chi scrive ed   intende esprimere alcune  valutazioni e proposte nel merito della vicenda pirogassificatore  presso la KME Ci rivolgiamo   ai lavoratori ed alle lavoratrici dell’azienda e del distretto cartario così come  ai residenti della valle del Serchio ed alle istituzioni,  convinti che sia il  tempo  di costruire una proposta di sistema per il distretto cartario in cui l’uso del territorio, delle acque  e la predisposizione di una  filiera di trattamento e recupero dei rifiuti siano  armonizzate con l’ambiente e con la società per ridurre al minimo l’inevitabile impatto sul piano della qualità della vita e del mantenimento del patrimonio Ambientale per le future generazioni. Il riuso e lo smaltimento dei rifiuti e degli scarti di materia a nostro avviso   deve porre al primo posto della scala delle priorità il recupero di materia da materia e la valorizzazione  della biomassa contenuta nei fanghi da depurazione attraverso la produzione di biometano per autotrazione invece di bruciare come avviene adesso il gas prodotto dai depuratori a piè…

- di Redazione

La Libellula: quanto detto da KME sul progetto gassificatore non è sufficiente a fugare dubbi e pericoli

Sul consiglio comunale su rilancio KME e gassificatore arriva puntuale anche il commento del Movimento La Libellula con un lungo articolo. Commentando in particolare la presentazione del progetto da parte di Claudio Pinassi scrive: “La fantomatica riduzione delle emissioni; per illustrarla è stato presentato un diagramma a barre nel quale si è mostrata un’emissione inferiore all’attuale autorizzato, a parità di volume produttivo, per ogni tipo di inquinante grazie alle presunte basse emissioni del gassificatore e ai forni elettrici sostitutivi dei forni a gas. Punto. Numeri, ipotesi, esempi? Neanche l’ombra. Ad esempio, se guardiamo le diossine la slide ci dice che il nuovo livello emissivo da autorizzare sarà circa il 40% in meno rispetto all’attuale; ma quanto è l’attuale livello autorizzato? E soprattutto, quanto la nuova tecnologia consentirà di stare sotto questo limite?  Altro dato che ci piacerebbe sapere e che non è presente nelle slides. Se guardiamo poi a quello che è l’inquinante più pericoloso, le polveri, la riduzione sembra assolutamente trascurabile. Ci piacerebbe poi sapere come sia possibile…

- 2 di Redazione

Gassificatore e KME, lettera aperta ai sindaci della Valle

Commentando il Consiglio comunale del 6 agosto scorso è doverosa la premessa sulla rassicurazione dell’AD Pinassi, a conferma dell’ultimo comunicato stampa, sulla sorte dell’organico attuale di KME: con o senza pirogassificatore nessun rischio per i lavoratori; mostrando slide relative al trend del triennio scorso, l’amministratore descrive un’azienda in ripresa; l’impianto di autoproduzione di energia è pensato in funzione di un incremento della produzione e quindi di nuove assunzioni, per rendere lo stabilimento fornacino leader mondiale nella produzione del rame. Tutto questo ci da sollievo e si spera dia anche tregua alla dilagante “guerra lavoratori-cittadini”. Tra le tante polemiche e critiche sulla serata, non è stato colto il valore aggiunto emerso dal Consiglio. Nell’esprimere la sua amarezza per un’azienda che persevera nell’escludere il Comune dal proprio piano di rilancio, il Sindaco Bonini ha rivolto una richiesta precisa a KME, quella di fermare il progetto del pirogassificatore e studiare una soluzione alternativa di auto produzione energetica, aprendosi in itinere al territorio. Che…

- di Redazione

La Lega su Gassificatore di Fornaci di Barga: “Facciamo chiarezza”

Con una nota la Lega Mediavalle e Garfagnana chiarisce la propria posizione sulla possibile realizzazione di un Gassificatore a Fornaci di Barga: “Abbiamo assistito volentieri al consiglio Comunale straordinario presso il cinema Roma di Barga. Con una premessa vogliamo ringraziare tutte le persone che favorevoli o contrari alla nostra linea politica, sì sono avvicinate esprimendo il loro pensiero in maniera civile ed educata. Ribadiamo la nostra linea di attesa alla presentazione ufficiale e definitiva del progetto; fino a tal giorno la nostra posizione non sarà né favorevole né contraria a priori. Troppe inesattezze in questi giorni appaiono sui social media, si passa dalle posizioni pacate ma inesatte nei nostri confronti, alle posizioni violente e verbali di individui che cercano più che la soluzione migliore qualche giorno di gloria personale. Va il massimo rispetto a quei comitati che seriamente si battono in maniera leale, pacata e onesta per la tutela dell’ambiente. Sicuramente il loro ruolo è importante per garantire quella giusta…

- di Redazione

KME e pirogassificatore. Bonini, l’azienda valuti altre ipotesi: ce ne sono

Nel consiglio comunale sulla vicenda KME e pirogassificatore in particolare è emersa la richiesta che il sindaco, a nome di tutto il consiglio, ha fatto a KME ed al suo AD Claudio Pinassi: non presentare in regione il progetto di rilancio della fabbrica con alla base l’approvvigionamento energetico tramite pulper e pirogassificatore e valutare prima altre strade. Ma a quale eventuale alternativa energetica pensa il sindaco? Ecco che cosa ci ha risposto:   “Ho parlato in generale, ma posso fare alcuni esempi: come la Solvay a Rosignano che ha realizzato un impianto di co-generazione a metano che grazie agli accordi con Regione e ministero ha avuto i cosiddetti certificati bianchi che sono stati remunerativi. Un impianto che sta dando risultati positivi. L’altra strada potrebbe essere quella di mettere in campo non una ma più ipotesi tra quelle valutate da KME e che ci ha anche presentato: una parte dell’energia potrebbe ad esempio essere prodotta investendo sul fotovoltaico, da affiancare ad…

- di Redazione

Ercolini, KME con il piro distrugge il progetto Ecopulplast e trasforma la valle in polo dell’indistria dello smaltimentoi

Dopo il consiglio comunale da registrate anche la presa di posizione di Rossano Ercolini, , presidente di Zero waste Italy che critica intanto la KME per un progetto che ancora non c’è ma non solo: “I numeri sono elastici circa i flussi di scarto di pulper che arriverebbero a Fornaci di Barga presso la fonderia; a volte si è affermato di 85.000 tonnellate anno adesso si è arrivati a 100.000 – scrive – Ciò equivarrebbe a trattare oltre lo scarto di pulper del distretto cartario locale (del quale non ci sono dati ufficiali circa la produzione aggiornata di questo scarto che da nostre valutazioni tende a diminuire e che comunque non supererebbe le 90.000 tonnellate). Infatti la presenza nei maceri (come confermato da COMIECO) di impurità che danno vita allo scarto di pulper tende a diminuire in conseguenza di Raccolte differenziate sempre più pulite. Nel recente rapporto 2018 COMIECO afferma che nei maceri da RD le “impurità” arrivano ben al…

- 3 di Redazione

Kme, UILM: stanchi di tirare a campare: ci sono 135 assunzioni in ballo. Non gettiamo via il piano di rilancio

“Dopo oltre 10 anni siamo stanchi di tirare a campare, di trincerarci dietro accordi difensivi che servono solo a salvare l’esistente o, in casi peggiori, a prolungare l’agonia. Per la prima volta l’azienda è disposta a offrire un piano serio di rilancio, un investimento da 70 milioni di euro, 135 posti di lavoro di cui 60 completamente nuovi. Dopo anni è disposta a tornare a fare ricerca, di vitale importanza per il futuro della società. Non possiamo gettare via questa occasione, non così”. Così il segretario della Uilm Area nord Toscana, Giacomo Saisi, a poche ore di distanza dall’incontro di presentazione del progetto di Kme al cinema Roma di Barga e dopo il voto contrario sull’ipotesi di rilancio dello stabilimento tramite pirogassificatore da parte del consiglio comunale. Saisi traccia un bilancio degli ultimi 12 anni, fatti di lotte dei lavoratori per tutelare ogni singolo posto di lavoro, e della situazione attuale di Kme Italy, per avere un quadro completo della…