Tag: pirogassificatore

- di Redazione

CISL: “Il no aprioristico al progetto pirogassificatore ci pare una visione miope

” Dalle notizie che continuiamo a leggere sulla stampa – così Massimo Bani, segretario generale di Cisl Toscana Nord, e Narcisa Pellegrini, alla guida di Fim Cisl – dopo l’incontro con la cittadinanza di Fornaci di Barga, organizzato dal comitato La Libellula di lunedì 22 gennaio scorso sulla delicata questione dell’opportunità o meno di insediare il “Pirogassificatore” in Kme , ci aspettavamo ed avremmo apprezzato un sereno dibattito che mettesse a confronto le ragioni dell’una e dell’altra parte. Così non è stato, anzi! Se poi a questo si aggiunge una unilaterale certezza nel farci sostenere che, come CISL, avremmo “aderito acriticamente al progetto KME” senza un confronto serio e sereno di tutte le posizioni, rimaniamo convinti che comunque un NO aprioristico dichiarato dallo stesso comitato, sia una visione miope per un problema serio quale quello del futuro “ambientalistico/occupazionale” della Valle del Serchio. Noi pensiamo e l’abbiamo sempre affermato che la questione del Pirogassificatore in KME vada affrontata proprio partendo dal…

- 5 di Redazione

Pirogassificatore, no convinto dagli ambientalisti. Kme difende le sue ragioni. Ma le posizioni restano distanti

Quel che è certo, dopo la lunghissima ed affollatissima serata di lunedi sera al Cinema Puccini, organizzata dal movimento ambientale La Libellula per far valere e rinforzare le ragioni del no ad un eventuale ipotesi di realizzazione di un pirogassificatore alla KME di Fornaci è che è, e sarà difficile à trovare un dialogo tra le parti. Tra il movimento ambientalista e popolare che ieri sera ha indubbiamente dimostrato la sua forza e che sostiene le ragioni del no al progetto di rilancio di KME se questo passerà attraverso il pirogassificatore (un no convinto e deciso che non ammette replica), e la posizione invece dell’azienda, (presente all’incontro con il suo amministratore delegato, Claudio Pinassi, secondo la quale il pirogassificatore si farà dopo che saranno state fatte tutte le verifiche del caso e solo se ci saranno garanzie per la sicurezza ambientale) per la quale la strada da percorrere se si vuole attuare un rilancio serio e concreto della fabbrica è…

- 3 di Redazione

Remaschi: “Sulla questione pirogassificatore niente ambientalismo da tastiera e improvvisazione”

“Salute e lavoro sono due temi importanti, anzi direi sacri, perché rappresentano l’essenza stessa della nostra società e proprio per questo devono essere trattati innanzitutto con rispetto, serietà, responsabilità, senza lasciare spazio alle isterie, al sentito dire o all’improvvisazione”. Cosi l’assessore regionale Marco Remaschi che intervien sulla question pirogassificatore- Kme: “E’ con questi presupposti – prosegue – che penso vada affrontata la questione pirogassificatore KME a Fornaci di Barga, proprio partendo dal fatto che certamente un progetto del genere debba essere analizzato in modo approfondito, con tutte le cautele ed i tempi necessari a capirne bene gli effetti e le ricadute sia ambientali che occupazionali sul territorio , evitando in ogni modo fughe in avanti, dall’uno o dall’altro campo, al fine di evitare di cadere in uno scontro tra fazioni, posizioni prese, senza reali confronti nel merito. Ritengo che ognuno debba mantenere i propri ruoli: gli enti preposti devono garantire che siano forniti gli strumenti per analizzare il contesto, bene…

- di Redazione

La Libellula respinge le accuse di ipocrisia e ribadisce la pericolosità del pirogassificatore

Il movimento “La Libellula” interviene nuovamente sulla nota questione del pirogassificatore con alcune precisazioni. Lo fa anche alla luce della lettera scritta da un operaio della fabbrica nei giorni scorsi e delle ulteriori prese di posizione che si sono registrare sui social sempre attorno alla questione del pirogassificatore e del rilancio di KME. “Il movimento “La Libellula” interviene nuovamente sulla nota questione del pirogassificatore per rendere note alcune necessarie precisazioni. Esprimiamo innanzitutto, anche per la delicatezza della questione occupazionale, il massimo rispetto e la piena solidarietà ai lavoratori, nei confronti dei quali non siamo assolutamente in contrapposizione; questo però non può prescindere dalla tutela della salute e dell’ambiente. E’ stato dichiarato che per rendere competitiva la fabbrica, ovviamente sotto il profilo dei costi energetici, sia necessaria l’auto produzione di energia elettrica mediante il pirogassificatore; il concetto della mancata competitività sui costi energetici rispetto ai concorrenti europei, Germania in primis, è stato più volte ribadito dall’azienda e anche dai sindacati ma risulta…

- 6 di Redazione

Pulper e KME: “Più riflessione obiettiva e meno integralismo ambientalista

Caro Giornale di Barga, da un po’ di tempo sto riflettendo dal continuo dibattito, alimentato dalla Libellula in particolare, attorno al piano che la KME intenderebbe portare avanti per salvare la fabbrica, dare una opportunità alle sua maestranze ed agli operai che al settembre 2018 rischiano gli esuberi, tra i quali anche il sottoscritto. Il tutto rilanciando la produzione di rame e leghe attraverso i forni fusori elettrici. Per far questo occorre adesso produrre energia in proprio per rendere competitiva la fabbrica ed in tal senso l’azienda ha indicato l’ipotesi pirogassificatore come la più probabile. Per il momento, è bene sottolinearlo, non c’è ancora niente di concreto. Non si conosce il progetto; KME si è riservata di presentare un progetto concreto dopo aver vagliato attentamente tutte le questioni compresa la sicurezza ambientale. Eppure, a quanto leggo sui social, quasi sempre dalle solite persone, ed a quanto vedo dalle azioni che porta avanti La Libellula, sembra che il pirogassificatore sia già…

- di Redazione

Potere al popolo dice no all’ipotesi pirogassificatore

Anche il nuovo movimento politico di sinistra di recente costituzione, Potere al Popolo, dopo Comunisti e Rifondazione Comunista prende posizione per dire no ad una ipotesi di pirogassificatore alla KME$ di Fornaci di Barga. Il 4 gennaio a Gallicano è stata organizzata una assemblea pubblica ed alla fine è stato redatto un comunicato: “Ancora una volta – scrive Potere al popolo –  si parla di un impianto d’incenerimento in una Valle dalle caratteristiche ambientali e geografiche particolari, dove già in passato è stato dimostrato come la circolazione delle correnti d’aria ed il ristagno delle sostanze inquinanti a basse quote producano condizioni di significativa criticità per la salute dei suoi abitanti. Preoccupa l’ennesimo tentativo di confondere il tema della utilità pubblica, con i profitti aziendali, minimizzando le ricadute ambientali e sulla salute. La Kme- dice tra le altre cose Potere al popolo –  che prima ha puntato alla divisione dei sindacati, ora vuole perseguire i propri progetti creando una profonda frattura…

- di Redazione

Mastronaldi: esterrefatto dal silenzio di sindaci e politici sulla questione pirogassificatore

“Il silenzio da parte di molti sindaci della zona sulla questione pirogassificatore  che l’azienda Kme intende realizzare per autoproduzione di corrente elettrica, mi lascia esterrefatto”. Così il consigliere di opposizione a Barga, Luca Madstronaldi secondo il quale è ancora più preoccupante il silenzio(tranne alcune eccezioni) da parte dei partiti politici: “Sarebbe molto interessante sapere in vista delle elezioni nazionali del 4 marzo 2018  la posizione  di ognuno di loro, e dei rispettivi candidati della zona. Ad oggi (almeno io) non ho visto nessun tipo di progetto, e sarebbe auspicabile che esso venga presentato  prima della tornata elettorale. Credo che al di la di ogni legittima posizione, i cittadini devano essere informati  e capire le posizioni di ogni forza politica nel merito. Se qualcuno per proprio tornaconto personale ed interessi di partito, intende non affrontare la questione non prendendo una posizione chiara ed inequivocabile pagherebbe a mio avviso in termini elettorali un conto salato”. Mastronaldi conclude con un invito rivolto a…

- di Redazione

Sul pirogassificatore a Fornaci il parere del Consorzio Garfagnana Produce

Riguardo al progetto di pirogassificatore a Fornaci di Barga arriva anche la dichiarazione di Lorenzo Satti, Presidente del Consorzio Garfagnana Produce: “La politica degli ultimi decenni in Garfagnana e Media Valle ha decisamente puntato sulla valorizzazione agro-alimentare e turistica del territorio, promuovendo con convinzione uno standard produttivo di filiera corta e di qualità e un’offerta di ospitalità rurale altrettanto di alto livello, indirizzata ad un target turistico interessato a mete con determinati requisiti di ruralità e pregio ambientale. La valorizzazione delle nostre risorse ambientali è stato ed è al primo posto dell’agenda degli enti territoriali che ci governano; basti pensare che poche settimane fa l’Unione dei Comuni della Garfagnana ha presentato l’ambizioso progetto della “Comunità del cibo” (secondo caso in Italia, dopo la Basilicata) teso alla salvaguardia dell’agrobiodiversità garfagnina e, in generale, a promuovere la creazione di circuiti economici locali basati sul cibo di qualità e con proprietà e radici storico-culturali peculiari che ci rendono riconoscibili sul mercato globale. Si chiede…

- 3 di Redazione

Progetto pirogassificatore. Bonini: “Prima valutiamo il progetto”

Un no o un sì a prescindere noi non lo diciamo perché vogliamo prima capire di che cosa si tratta, che cosa propone il progetto e soprattutto fare e dar fare tutte le valutazioni del caso”. Così il sindaco Marco Bonini circa la notizia emersa ieri, dopo comunicato stampa della UILM, che il 1° dicembre KME presenterà in anteprima ai sindacati una ipotesi relativa ad un pirogassificatore di pulper per produrre energia elettrica presso lo stabilimento di Fornaci di Barga Quello che è certo, garantisce il sindaco è che prima vogliamo esattamente conoscere quello che sarà il progetto, valutarlo nei minimi dettagli anche affidandosi ad esperti: “Credo comunque che in questo momento ci sia bisogno di smorzare i toni sulla questione e non perché l’ipotesi pulper non desti preoccupazione, ma perché ad oggi, ed almeno fino al 1° dicembre, ragioniamo praticamente di niente, sul sentito dire e magari su altri progetti ed altre situazioni in Italia e nel mondo che…