Tag: oxo gallery

- di OXO Curators

Alla Oxo Gallery la mostra di Kerry Bell

Troppo spesso la parola “Arte” viene utilizzata per definire anziché per cercare e scoprire. Per assaporare quella gamma di percezioni che hanno materialità differenti da altre; sono più sottili, più raffinate, più leggere. Con la mostra “Every garment tells a story”, Kerry inviterà a sfiorare con gli occhi, con la punta delle dita e con il nostro bagaglio emotivo le sue diverse creazioni. Abiti, vestibili e non. Fibre magicamente strutturate o destrutturate per cogliere un istante di vita o di sogno. CHI E’ KERRY BELL Kerry Bell cresce tra la carriera nel mondo della moda della madre e i viaggi internazionali del padre; studia in alcune delle principali istituzioni degli USA fino a laurearsi con lode in Fashion Design a “The Fashion Institute of Design and Merchandising” – S.Francisco, CA. Ha creato costumi e installazioni per numerosi eventi culturali in Italia e all’estero. Parla Inglese, Italiano e Francese. La sua vita professionale incontra la Moda, la scrittura, il Turismo e…

- di OXOCurators

Pennati – the ancient memories. La mostra di Keane alla Oxo Gallery

Dal 1° al 15 agosto la Oxo Gallery di via di Borgo, 28 ospita una delle mostre più attese dell’estate 2019. Si tratta di Pennati, – ancient memories, l’ultima esposizione che ci regala l’artista Keane e di cui abbiamo già parato in  passato. La mostra inaugurerà però sabato 3 agosto con uno “special event” . Alle 17,30 al Caffè Capretz Lorenzo Marcuccetti presenta il libro “Il popolo delle montagne splendenti”, che ha ispirato le opere di Keane e la sua ricerca. Il tutto accompagnato dalle musiche e dai canti de  “La Dama e L’unicorno”. Alle 18,30 l’inaugurazione  con una performance dei Canti del Maggio  (Romolo e Remo – secondo il testo adottato dai Maggianti di Gragnanella, Filicaia e Casatico). E’ prevista nel pomeriggio anche una partecipazione speciale, quella dell’ex sindaco di Vagli Mario Puglia. Una presenza apuana la sua, legata comunque all’attenzione che Keane ha dedicato e sta dedicando alla ricerca della storia dei pennati che si ritrovano anche nei grafiti scoperti…

- di OXOCurators

Fabrizio Da Prato, “Manifesto”: special event il 22 giugno con Michelangelo Lazzareschi ed il suo flauto

BARGA – Dal 16 giugno fino alla fine del mese la Oxo Gallery di via di Mezzo sospinta la mostra “Manifesto” dell’artista Fabrizio Da Prato (visitabile da 16 al 30 giugno, tutti i giorni, dalle ore 18:30)  Interessante lo “special event” in programma per questo sabato 22 giugno, con la partecipazioen del flauto di Michelangelo Lazzareschi. Per quanto riguarda “Manifesto”, dopo l’evento pittorico di Pistoia capitale italiana della cultura 2017 Fabrizio Giorgio Da Prato avvia un lavoro “liberatorio” sempre dipingendo su manifesti di recupero. Mentre a Pistoia la sua Pittura era in riferimento alla città, “site- specific”, in questi nuovi lavori Da Prato trova il gusto di dipingere i “Codici” dando valore estetico al gesto e la materia interagendo con il supporto (sempre manifesti destinati al macero), senza nessun vincolo tematico. Via via che la pittura avanzava sulla carta stampata l’Artista lasciava una traccia consapevole del messaggio pubblicitario che per azione della pittura genera dialogo tra pittura e messaggio sottostante.…

- 2 di OXO Curators

Fabrizio Da Prato e Giorgia Madiai. Due personali alla Oxo Gallery a Barga

Fabrizio Giorgio Da Prato: dal 16 al 30 giugno Giorgia Madiai: dall’ 1 al 15 luglio 2019 Oxo Collection The Gallery | via di Borgo 28 | Barga Fabrizio Giorgio Da Prato. MANIFESTO Dopo l’evento pittorico di Pistoia capitale italiana della cultura 2017 Fabrizio Giorgio Da Prato avvia un lavoro “liberatorio” sempre dipingendo su manifesti di recupero. Mentre a Pistoia la sua Pittura era in riferimento alla città, “site- specific”, in questi nuovi lavori Da Prato trova il gusto di dipingere i “Codici” dando valore estetico al gesto e la materia interagendo con il supporto (sempre manifesti destinati al macero), senza nessun vincolo tematico. Via via che la pittura avanzava sulla carta stampata l’Artista lasciava una traccia consapevole del messaggio pubblicitario che per azione della pittura genera dialogo tra pittura e messaggio sottostante. Sono nate così Pitture non più effimere ma destinate alla permanenza. La decontestualizzazione dell’opera pittorica tra pubblico e privato, dal margine stradale alla parete di un interno…

- 1 di Redazione

Luigi Paolini e Stefano Tommasi. Due personali alla Oxo Gallery a Barga

(15-31 maggio 2019 – Oxo Gallery – Via di Mezzo Barga ) LUIGI PAOLINI. WOOD SPIRITS Di Vene e di Dita e di Nasi dota i Legni Secchi, vivificando antichi Spiriti e le loro Dimore, tra i racconti Ancestrali dei Boschi” (OC*) Luigi Paolini nasce a Barga nel maggio del 1964, frequenta l’Istituto d’Arte di Lucca e successivamente si dedica per 8 anni al restauro dei mobili ed oggetti di antiquariato. Da ormai 30 anni lavora come Operatore sanitario presso la USL di zona. Fin da giovane forte è stata la sua attenzione all’arte, ma solo da circa 20 anni la scultura diviene sempre di più il fulcro delle sue attenzioni artistiche. Una scultura pensata anche come valvola di sfogo per le tensioni e gli stress, cosa che si riscontra spesso nelle sue opere. Il suo studio si trova presso la propria abitazione a Gromignana, un piccolo paese nel comune di Coreglia Antelminelli, dove lavora e scolpisce legno e pietra; materiali…

- di Redazione

Esce The Fourth Way, il disco di Massimo Salotti, sulle musiche di Georges Ivanovic Gurdjieff

Un’anteprima mondiale, quella che ci rilascia questa mattina lo stesso Massimo Salotti, musicista ed artista fornacino, con la pubblicazione del suo ultimo disco. Edito dalla Da Vinci Publishing, casa discografica con sede ad Osaka, e già disponibile in prevendita QUI, sarà presto disponibile anche nel mercato discografico europeo il disco “The Fourth Way”, un doppio CD con musiche del filosofo e scrittore armeno G. I. Gurdjieff. Il disco permetterà a Massimo di essere il primo italiano nel mondo ad incidere questo prezioso lavoro discografico, contribuendo alla diffusione culturale della cosiddetta musica oggettiva. Il pianismo di Salotti, e la particolarità dei brani scelti, fanno di questa incisione qualcosa di unico, così come evidenziato anche dal celebre luminare DGiovanni Maria Quinti, direttore e responsabile internazionale dell’Associazione di umanità e cultura “LaTeca” e della rivista mensile “La Quarta Via”, oltre che amico intimo di Margarita Gurdjieff, nipote e discendente diretta del Mistico, che lo ha definito suo “figlio spirituale”.  “…devo essere onesto nell’affermare che non tutti sono riusciti a trasmettermi…

- di Redazione

L’Occhio su Pechino di Fabrizio Da Prato

Dal 7 al 10 marzo i suoi “Occhi” sono in uno dei più importanti eventi fieristici d’oriente. Dopo le installazioni “site specific” di #Richiami Pistoia 2017 e #Richiami Palermo 2018, ed in attesa della sua prossima individuale – “Codici” – a Barga preso la galleria  OXO Collection dal 16 al 30 giugno – , gli “occhi” di Da Prato  scrutano l’Ovest del globo, lasciandosi osservare dal pubblico della Repubblica Cinese che già da anni apprezza i lavori dell’artista Garfagnino. “Occhio – Eye, si ispira allo sguardo di Dio, simbolo dell’Arte Bizantina in Sicilia. Da Prato ha poi  vestito come spiega Oxo Collection –  l’Occhio con cromatismi e reinterpretazioni stilistiche pop, tatuandolo in blu con l’ideogramma che raffigura l’occhio in cinese. Oltre all’esposizione del grande occhio rosso, l’evento prevede una performance dove Da Prato dipingerà a mano” 100 laser-print numerate per farne dono ai visitatori dell’installazione. Nato Castelnuovo di Garfagnana, Da Prato cresce e matura in Toscana dove tutt’ora vive. Pittore,…

- di Redazione

Una grande stagione artistica alla Oxo Gallery

Ricco programma alla Oxo Gallery di Piazza Salvi a Barga che a partire dal 15 maggio proporrà  nove esposizioni individuali di artistyi perlopiù  molto legati alla cultura barghigiana: si tratta delle opere di Luigi Paolini; Stefano Tommasi; Fabrizio Giorgio Da Prato; Giorgia Madiai; Nicola Salotti; Keane; Fabio Maestrelli; Roberto Giansanti; Kerry Bell. Tutti gli artisti presenteranno nuove collezioni o nuovi lavori. Durante l’estate scorsa la Galleria, appena avviata,  ha proposto mostre collettive ed eventi speciali:  In luglio otto artisti hanno performato dal vivo sviluppando un progetto incentrato sulle Vibrazioni attivate dalle musiche di Gurdijeff/DeHartmann, suonate, per l’occasione, dal pianista Massimo Salotti; a seguito di questa iniziativa ha preso vita un doppio Album che verrà pubblicato nella primavera del 2019 dalla “Da Vinci – Classics”. In agosto la Galleria ha proposto “Invisible Cities 2018”  la nuova collezione di dipinti di Keane con le musiche di Andrea Guzzoletti, il tutto ispirato all’opera letteraria di Italo Calvino “Le Citta’ Invisibili”. Dal 17 al…