Tag: maltempo

- di Redazione

Partiti i lavori alla strada delle Capannelle

Sono in corso gli attesi lavori per mettere in sicurezza la strada delle Capannelle – Moma, che raggiunge anche l’abitato di Albiano. Minacciata, dopo gli eventi di maltempo del 2013, da un grosso movimento franoso che ha messo a rischio la stabilità di una bella porzione della strada comunale. I lavori ,dopo la ripulitura del versante, andranno avanti  con le opere di consolidamento e di regimazione delle acque, responsabili dello scivolamento del versante stesso. Il tutto per un costo di 250 mila euro  interamente finanziati dalla Regione Toscana, nell’ambito degli interventi per la difesa del suolo. I lavori sono stati affidati recentemente alla Serchio pali ed i tempi per la conclusione dell’intervento non dovrebbero essere estremamente lunghi. “Era tanto che seguivamo questo problema per il quale è stata lunga la ricerca dei finanziamenti che però alla fine siamo riusciti ad avere grazie alla Regione Toscana – dice l’assessore ai lavori pubblici Pietro Onesti- Presto si chiuderà insomma un altro capitolo…

- di Redazione

Maltempo 29 e 30 ottobre: 40 mila euro la spesa dei lavori in somma urgenza

Il Comune di Barga ha speso per i lavori di somma urgenza  del maltempo del 29 e 30 ottobre scorso circa 40 mila euro. Lo rende noto la delibera che ufficializza e chiude l’operazione di somma urgenza con interventi effettuati da diverse ditte per conto del comune. Nelle opere di somma urgenza sono state impegnate le ditte Bacci Paolo; Pandolfo Tiziano; Centro Legno Ambiente; Ecovalserchio, Idea Società Agricola, JB Lavori in fune. In totale la spesa necessaria per i vari interventi realizzati sul momento è stata appunto di 40 mila euro.

- di Redazione

Lavori avanti tutta per la Ripa

Se i lavori al palazzetto dello sport di Barga sono momentaneamente sospesi a causa di alcune incongruenze circa la vecchia progettazione risalente agli anni ’70, vanno avanti assai spediti gli altri lavori “milionari” di questo periodo nel comune di Barga: quelli per la ricostruzione degli archi dìella Ripa, per rimediare ai danni del crollo di due arcate avvenuto nel gennaio 2014, ma anche di mettere in sicurezza una rupe (su cui sorge il Duomo di Barga) che potrebbe essere oggetto altrimenti a nuovi crolli. Non esistono particolari problemi, è bene ripeterlo, per la stabilità del Duomo, mentre altri potrebbero sorgere, senza questi interventi, proprio per la stabilità dello stesso muraglione, opera più estetica che di contenimento che fu realizzata nel 1936. Minacciata proprio dalla conformazione delicata della stessa rupe, oggetto possibile di nuovi distacchi di parti importanti. Il cantiere adesso vede all’opera l’impresa edile Giacchini di Ponte all’Ania alla quale è affidato il compito di ricostruire gli archi che sono…

- di Redazione

Danni maltempo ottobre 2018. Ecco come chiedere i sostegni

L’assessore alla protezione civile del comune di Barga, Pietro Onesti, insieme al sindaco Marco Bonini rendono noto che il Dipartimento Protezione Civile ha attivato le misure di sostegno a privati ed imprese che hanno subito danni a seguito degli eventi di maltempo dell’ottobre 2018. C’è pochissimo tempo per presentare le domande visto che il termine di presentazione all’ufficio protocollo del comune di Barga è per il 13 dicembre entro le 13. Le richieste di contributo riguardano famiglie la cui abitazione principale ed abituale risulta essere stata compromessa nell’integrità funzionale e le imprese, per la immediata ripresa delle attività economiche. Il contributo massimo concesso è di 5 mila euro per le abitazioni e 20 mila per le attività economiche-produttive. Le domande devono essere presentate compilando due appositi moduli, distinti per famiglie ed aziende, che possono essere scaricatala dal sito del comune di Barga (www.comune.barga.lu.it) o presso l’ufficio tecnico di Barga in Largo Roma, 3. Assessore e sindaco, visti i tempi ristretti,…

- di Redazione

Una frana blocca il traffico sulla strada di Sommocolonia e Montebono

La pioggia caduta in questi giorni si è fatta alla fine sentire anche sulle nostre strade. Una grossa frana si è verificata lungo la strada che conduce a Sommocolonia. Il traffico è interrotto ed i residenti di Sommocolonia possono utilizzare, pur con i disagi ovvi della situazione, la vecchia mulattiera che si imbocca a Catagnana e che permette di bypassare la frana. Disagi ancora maggiori per gli abitanti di Montebono, Gemina, Angeletti che devono invece utilizzare o il collegamento via Renaio o via Fornioni. Si tratta di un grosso movimento franoso a quanto ci fa sapere l’assessore alla protezione civile, Pietro Onesti e solo oggi, con l’intervento ed il sopralluogo della situazione dei rocciatori, nella parte a monte della frana, si potrà capire quando sarà possibile riaprire al traffico veicolare. Un’altra frana, su cui il comune è già intervenuto per la rimozione, si è verificata sabato a Giuncheto ed altre, in questo fine settimana, si sono verificate in diverse strade…

- di Redazione

La situazione e i danni del maltempo

Ore 18,27- Ci segnalano Brennero chiuso. Dopo il a ponte Pari a Borgo a Mozzano. Ore 18.15- Si sta risolvendo l’ingente allagamento di piazzale Matteotti immerso sotto  diversi centimetri di acqua a causa dell’istruzione delle fognature. Ore 18- Per informazione, le scuole domani saranno regolarmente aperte. Tra i problemi legati ai blackout, da registrare che nella frazione di Renaio manca ancora la luce. Ore 17,25. Ci viene segnalato, per chi rientra anche il disagio alla circolazione per un ramo caduto in strada  tra San Pietro a Vico e Ponte a Moriano. Si transita per il momento a senso unico alternato. Speriamo che la situazione si normalizzi velocemente anche qui. Ore 17,15- Ci è stato anche segnalato che qualche problema in più lo si è avuto agli impianti sportivi di via della Crocetta. Una delle coperture dei campi da tennis è stata infatti abbattuta dalla forza del vento con un danno quindi ingente anche dal punto di vista economico purtroppo. Ore 17,10- Ci segnalano anche…

- di Redazione

I danni della piena a Mologno ed alla Mocchia

Nel comune di Barga l’ultima nottata di allarme rosso è passata sostanzialmente tranquilla. Si registrano diversi piccoli smottamenti sulle strade, qualche albero caduto, ma non grandi situazioni i disagio e di pericolo. Vengono comunque segnalati black-out elettrici nella zona di Barga sotto l’ospedale. I danni maggiori li ha sicuramente causati la piena dei fiumi, come nel caso della zona di Mologno, nei pressi del ponte tra Barga e Gallicano, dove la piena ha eroso ancora una volta un’altra bella fetta di terreno sul lato di Mologno deviando ancora, se era possibile, il corso d’acqua proprio sulla sponda barghigiana. E’ da tanto che registriamo questo problema e che sottolineiamo che il rischio maggiore, in  caso di una costante erosione futura, sia la stabilità di uno dei piloni i del ponte. Urge un intervento risolutivo di un problema annoso. Altra situazione da monitorare quella relativa alla piena ormai conclusa del Corsonna che ieri ha nuovamente interessato da vicino la stazione di pompaggio…

- di Redazione

Paura nella notte, il Serchio straripa al Ponte del Diavolo

BORGO A MOZZANO – Il fiume è esondato all’altezza del Ponte del Diavolo, dove l’ondata di piena è passata nel cuore della notte attorno alle 3,30. L’acqua del fiume ha invaso la carreggiata della statale 12 del Brennero, provocando allagamenti. Chiuso un tratto del Brennero ma per fortuna non si registrano danni a case nè tantomeno a persone. Sono entrati subito in azione i mezzi della protezione civile e della Provincia e le forze dell’ordine, insieme ai tecnici dell’Anas che hanno chiuso il traffico nel tratto tra Borgo a Mozzano e Chifenti, in entrambi i sensi di marcia. Le auto sono state deviate sulla via Lodovica. “Per fortuna – spiega il sindaco di Borgo a Mozzano, Patrizio Andreuccetti che nella notte si è recato sul posto – non ci sono danni né a persone né a case”. Ma la paura è stata tanta. Occhi puntati ancora sul fiume, per l’ondata di piena in città. In via precauzionale sono state collocate…

- di Redazione

Maltempo, frana alle Case Operaie. Prorogata per la nottata l’allerta rossa per rischio idraulico

Dopo una nottata particolarmente tranquilla solo a tarda mattinata si è avuta notizia di qualche, per fortuna non troppi, danno e disagio relativo al maltempo, oggetto di un allerta rossa per tutta la provincia di Lucca che peraltro si prolungherà nella nottata.. A Fornaci, in località Case Operaie, si è riattivata una frana sul versante su cui poggiano i garage e gli orti delle Case Operaie, un complesso di 18 appartamenti. La frana si è verificata nuovamente al di sotto del fabbricato che ospita i garage degli abitanti della zona. Il primo movimento franoso si verificò nel novembre del 2014. Da allora i fabbricati soprastanti risultano inagibili e quindi non è stato preso nessun nuovo provvedimento in tal senso, mentre in giornata dovrebbero partire i primi interventi di messa in sicurezza dell’area disposti dal Comune. Sul posto, per verificare la situazione, l’assessore alla protezione civile, Pietro Onesti. A Fornaci si sono registrati anche un paio di allagamenti in via Geri…

- di Redazione

Neve, in difficoltà ora la viabilità sui passi appenninici

Maltempo. Ore 15,30. Risultano oggi più difficoltosi i lavori per tenere puliti i principali passi appenninici della provincia. Dopo la comunicazione della Provincia di poche ora circa il fatto che fossero comunque percorribili i passi appenninici, l’aggiornamento attuale parla invece di una situazione di maggiore difficoltà a mantenere regolarmente percorribili le strade. Non tanto per la neve, ma per il forte vento che oltre a rendere difficile la visibilità crea accumuli di neve che mettono a rischio la circolazione. I passi per il momento restano aperti, ma anche con catene o gomme termiche è comunque difficile il transito. Salendo verso San Pellegrino si registrano al momento difficoltà nella viabilità già da sopra Chiozza. La neve è arrivata a toccare il mezzo metro sia a San Pellegrino che al Passo delle Radici ed a Pradarena, (la foto di apertura è stata scattata a Metello – Sillano, le foto della Galleria sono state scattate a Villa Soraggio ed a Renaio nel comune…

- di Redazione

Maltempo: nevicate sopra i 6-700 metri, impegno  della provincia per garantire la percorribilità delle strade

VALLE DEL SERCHIO – Sono tutte aperte e transitabili le strade provinciali in Mediavalle e in Garfagnana che, sopra i 6-700 metri di altitudine, dalla nottata scorsa sono state imbiancate da una coltre di neve che in alcuni tratti dell’Appennino Tosco-emiliano è caduta copiosa, specialmente al di sopra dei 1000 metri slm. Per quanto riguarda il comune di Barga la neve ha imbiancato Renaio (nella foto di apertura di Annalisa Giovannetti)) dove la bufera di vento ne ha portato qualche centimetro, mentre verso la Vetricia, a 1300 metri, i cm di neve sono molto di più e si arriva sui 30. Massimo impegno da parte del personale e degli addetti della Provincia di Lucca intervenuta con tutti gli uomini a disposizione e 10 mezzi tra spalaneve e spargisale per liberare, in particolare, le arterie dell’Alta Garfagnana con un manto che ha raggiunto i 60 cm di cumulato sui tre passi appenninici (Pradarena, Delle Radici e S. Pellegrino) e a Foce…

- di Redazione

Maltempo, allerta meteo arancio per piogga

l Centro Funzionale Regionale (CFR) della Regione Toscana – a causa del previsto peggioramento delle condizioni atmosferiche per il passaggio di una intensa perturbazione atlantica – ha emesso un’allerta meteodicolore arancioper rischio idrogeologico e idraulico per il reticolo minore a causa diforti pioggee temporali previsti dalla mezzanotte di oggi (sabato) alle ore 24 di domani, domenica 10 settembre per tutto il territorio toscano e quindi anche sull’intera provincia di Lucca. L’allerta arancione è indicata dal CFR anche alla vocetemporali forti per tutte le zone (S1, S2, S3, V e A4 del nostro territorio corrispondenti, rispettivamente, al bacino del Serchio-Garfagnana-Lima, al bacino del Serchio di Lucca, alla costa versiliese e all’area della Piana (comuni di Capannori, Porcari, Montecarlo e Altopascio). Per la Piana di Lucca l’allerta arancio riguarda anche il reticolo idraulico principale. Le previsioni indicano precipitazioni diffuse, a carattere di rovescio, con cumulati medi significativi e temporali anche di forte intensità associati. Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti…