Tag: kme

- di Redazione

La FIOM su contratto KME: “L’accordo getta le basi per garantire la ripresa produttiva e le garanzie occupazionali”

A commentare positivamente anche l’approvazione del contratto aziendale da parte dei lavoratori di KME è il coordinatore nazionale della FIOM KME, Massimo Braccini che oltre a sottolineare il grande risultato del 90% di sì, aggiunge: “L’accordo prevede il rilancio dei siti produttivi in Italia, investimenti, aumenti dei volumi produttivi, potenziamento delle linee di fusione, ripresa dell’attività di ricerca e sviluppo, creazione di un polo accademico, un progetto per la produzione di energia, specializzazione dello stabilimento di Serravalle nel settore barre, conferma del ruolo internazionale e di certo servizi della sede amministrativa di Firenze. Siamo molto soddisfatti dell’esito del referendum e ringraziamo tutti i lavoratori per la partecipazione. Riteniamo che questo accordo getti le basi per garantire la ripresa produttiva e le garanzie occupazionali di questo importante gruppo in Italia dopo una lunga fase critica. L’intesa prevede anche una commissione congiunta al fine di monitorare l’andamento aziendale e favorire relazioni industriali partecipative. Sarà nostro compito verificare costantemente la situazione al fine di garantirne l’applicazione”.

- di Redazione

Contratto aziendale KME. Vince il sì, accordo approvato dai lavoratori

Ieri sera dopo le 22 ci sono stati gli scrutini ei voti del referendum circa l’ipotesi di accordo del contratto aziendale che era stata siglata il 22 ottobre tra KME e sindacati. A Fornaci di Barga il sì all’accordo  è stato dell’88,52% con 401 voti contro i 44 del no (9,7%), 7 schede bianche e 1 nulla. Si è votato anche per le misure relative al welfare con  il sì di 391 lavoratori (86,31%)  ed il no di 57 (12,58%). 2 schede bianche e 3 nulle. Il sì al contratto siglato da sindacati ed azienda ha prevalso anche nello stabilimento KME di Serravalle Scrivia con 156 voti a favore e 28 contrari. Tanta la soddisfazione tra i sindacati nei quali già ne giorni scorsi c’era notevole ottimismo sull’esito del referendum tra i dipendenti. Il nuovo contratto, che rinnova quello scaduto nel settembre 2018, sarà ades1so valido tre anni ed è legato anche al piano di rilancio della produzione di KME.

- di Redazione

Pirogassificatore, interrogazione di Marcucci in Parlamento

“Avviare un tavolo istituzionale con la Regione e gli enti locali, sostenere le diverse soluzioni tecnologiche che consentano di mantenere tenuta occupazionale e rispetto dell’ambiente”. Così il no al gassificatore della Kme, dopo il documento approvato dal Pd di Barga e dall’amministrazione comunale,  sbarca in Parlamento, con una interrogazione urgente che il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci rivolge ai ministri dello sviluppo economico e dell’ambiente. “L’azienda al fine di contenere i costi legati ai consumi energetici e di migliorare le proprie performance industriali-scrive Marcucci nell’interrogazione depositata in Senato-  ha deciso la realizzazione di un impianto di pirogassificazione o di gassificazione che utilizzi pulper di cartiera o altro materiale di scarto, che rischia di rivelarsi incompatibile con le caratteristiche geografiche, geomorfologiche, sanitarie e turistiche del Valle del Serchio”. Secondo Marcucci invece “ la KME, nella definizione del proprio piano di rilancio industriale, dovrebbe valutare le possibilità offerte dall’incentivazione pubblica per l’uso di fonti rinnovabili a costi calmierati, come già avvenuto con successo in diverse importanti…

- di Redazione

Manutenzione parchi e giardini. Va avanti fino al 25 la convenzione con KME. Possibile il rinnovo per un anno

Era il maggio 2017 quando il Comune di Barga siglava insieme a KME una convenzione davvero innovativa per la manutenzione e la gestione del verde e dei parchi pubblici del territorio. Una convenzione che ha fatto scuola e che ha permesso l’impiego sociale di molti dei dipendenti di KME che erano legati agli ammortizzatori sociali in corso e che è stata ripresa anche in tanti altri comuni del territorio. I fatti e le vicende legati alla questione pirogassificatore con posizioni diametralmente opposte proprio sulla realizzazione del gassificatore all’interno dello stabilimenti, hanno di certo raffreddato i rapporti  (che fino alla divulgazione dei primi dati del progetto piro erano senza dubbio sempre stati positivi ndr) che esistevano tra comune ed azienda, ma la convenzione, pirogassificatore sì o no, sembra rimanere in essere. In questi giorni la giunta municipale di Barga ha rinnovato fino al prossimo 25 novembre la convenzione con KME per l’affidamento dei lavori di gestione di parte del verde pubblico,…

- di Redazione

Il Pd di Barga per il no unitario al gassificatore: “Vanno cercate soluzioni compatibili con il territorio”

Con un documento unitario approvato all’unanimità il Pd dii Barga si schiera in toto per un no secco al gassificatore proposto da Kme e si schiera accanto al comune di Barga chiedendo all’amministrazione Comunale: “di attivarsi al fine di coinvolgere a fianco della Regione Toscana e degli enti locali preposti, i Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente così da costituire un tavolo istituzionale attraverso il quale possa essere condiviso un piano di rilancio dello stabilimento KME Italy spa di Fornaci di Barga capace di coniugare sviluppo produttivo, tenuta occupazionale e rigorosa tutela dell’ambiente definendo pertanto soluzioni tecnologiche che garantiscano una produzione di energia compatibile con il contesto ambientale; chiede inoltre che l’Amministrazione Comunale di Barga si faccia promotrice, una volta presentato tale piano di rilancio, di un percorso pubblico di partecipazione che coinvolga istituzioni locali, associazioni, sindacati, esperti ed abitanti del territorio interessato.” Riguardo al piano di Kme il PD di Barga dichiara: “esprimiamo un giudizio negativo sull’ipotesi di raggiungimento…

- 2 di Redazione

Gassificatore. Il consiglio comunale: si coinvolga il Governo per attivare un tavolo istituzionale che individui soluzione alternativa

Con una folta partecipazione di pubblico, tra i quali molti esponenti della Libellula e del fronte del no, ma anche alcuni dipendenti di KME ed esponenti del gruppo No al no a prescindere, si è svolto questo pomeriggio a Barga l’atteso consiglio comunale per fare una riflessione sul progetto presentato in regione, ed ora nella fase di valutazione da parte delle autorità competente. Alla fine è stato approvato un documento, con il solo voto contrario del consigliere di minoranza Guido Santini, in cui il Comune di Barga  chiede  di coinvolgere a fianco della Regione Toscana e degli enti locali preposti, i ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente, per istituire un tavolo istituzionale attraverso il quale possa essere condiviso un piano di rilancio dello stabilimento di KME di Fornaci, capace di coniugare sviluppo produttivo, tenuta dell’occupazione, ma anche e soprattutto una rigorosa tutela dell’ambiente. Un tavolo istituzionale che insomma serva a trovare soluzioni tecnologiche che garantiscano una produzione di energia compatibile…

- di Redazione

Rinnovo accordo KME, giovedì le assemblee, il 12 e 13 novembre il referendum tra i lavoratori

Giovedì 8 novembre si terranno come previsto presso lo stabilimento KME di Fornaci di Barga le assemblee per la discussione tra i sindacati ed i lavoratori dell’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto aziendale di Kme Italy e EM molds, che è stata siglata lo scorso 22 ottobre. Per dare effettiva validità all’accordo, l’ipotesi sarà sottoposta poi al voto vincolante dei lavoratori dopo la sua presentazione e la discussione prevista nelle assemblee di giovedì, che avranno per ogni turno durata di un’ora e mezza. Dopo le assemblee ci sarà dunque un referendum in cui i lavoratori dovranno esprimersi per il sì o per il no all’accordo. Ieri mattina si è riunito in proposito il consiglio di fabbrica per decidere la data. Il referendum si terrà lunedì 12 e martedì 13 I sindacati giovedì ribadiranno punto per punto l’accordo. Per le organizzazioni sindacali comunque la nuova intesa ha tra i suoi aspetti positivi e contiene anche importanti garanzie occupazionali a cominciare…

- di Redazione

In consiglio si torna a discutere di KME e pirogassificatore

Venerdì 9 novembre alle 18 si torna a parlare di KME e della vicenda pirogassificatore in consiglio comunale. Lo annuncia il sindaco di Barga, Marco Bonini, che ha voluto inserire un punto all’ordine del giorno sulla situazione in corso, dopo che la KME ha presentato in Regione, per avviare la fase di consultazione ed approvazione del progetto, il piano di rilancio definitivo  che comprende anche il rilancio ulteriore della produzione attraverso i forni fusori elettrici e quindi l’autoproduzione e di energia elettrica che l’z9enda vuole ottenere con il gassificatore. “In consiglio ci sarà un aggiornamento sulla situazione – dice Bonini – con alcune determinazioni relative al progetto di KME. A noi per il momento il documento non  è ancora giunto per le necessarie osservazioni, ma porteremo comunque all’approvazione del consiglio un documento (che porto mercoledì prossimo alla discussione dei capigruppo consiliari) dove ribadiremo la posizione già più volte espressa: sì al piano di rilancio industriale ed alla difesa dell’occupazione, no…

- 1 di Redazione

KME, in Regione presentato il piano industriale. Bonini “Della vicenda se ne riparlerà anche il consiglio comunale ai primi di novembre”

Pirogassificatore e progetto di rilancio industriale di KME. In regione, da qualche giorno, l’azienda ha presentato il progetto definitivo. Ci sarà tempo ora 180 giorni per ricevere e corredare il tutto delle eventuali controdeduzioni, richieste di chiarimenti ed integrazioni al progetto e per poi portarlo alla discussione di una conferenza dei servizi che poi dovrà esprimere, sentendo il parere di tutto gli enti preposti, un giudizio definitivo sul sì o il no al progetto. Il comune per il momento non ha ricevuto nessuna comunicazione né dall’azienda, né della Regione  sulla presentazione del progetto , come ci conferma il sindaco Marco Bonini, ma il documento è atteso da Firenze, dalla Regione, perché anche il comune ovviamente farà parte della conferenza dei servizi. “Di sicuro tra il 5 ed il 9 novembre – ci spiega il sindaco – il consiglio comunale tornerà a riunirsi ed un punto all’ordine del giorno sarà dedicato alla vicenda KME e pirogassificatore. Aggiornerò il consiglio sugli sviluppi…

- di Redazione

Contratto aziendale Kme. Siglato l’accordo

Dopo 13 ore di trattativa è stata firmata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto aziendale di Kme italy e EM molds. Lo rendono noto i sindacati.ed in particolare il segretario per l’area Toscana Nord Giacomo Saisi. Ecco che cosa dicei: “UNA LUNGA trattativa durata 13 ore, dopo settimane di tavoli ed incontri, ma alla fine siamo riusciti a trovare un ottimo accordo per il rinnovo del contratto aziendale di Kme Italy ed Em Moulds. La firma dell’ipotesi di intesa è stata sottoscritta ieri sera da sindacati e azienda”. Giacomo Saisi, è soddisfatto dei punti cardine individuati nel documento e che saranno essenziali anche all’interno del piano di rilancio dello stabilimento di Fornaci di Barga, già presentato da Kme alla popolazione, ai lavoratori e in Regione Toscana. “L’azienda proponeva un integrativo della durata di un solo anno. La nuova intesa – prosegue Saisi – avrà invece una durata di 36 mesi e contiene importanti garanzie occupazionali. Nessun lavoratore, infatti,…

- di Redazione

Pirogassificatore. Bonini: “Le alternative ci sono, ma solo se vogliamo trovarle”

A pochi giorni dalla manifestazione popolare contro il pirogassificatore torna ad intervenire il sindaco di Barga, Marco Bonini che peraltro è stato tra i protagonisti della manifestazione stessa chiudendo gli interventi in piazza IV Novembre con parole che sono state peraltro molto apprezzate dai presenti. A lui abbiamo rivolto una domanda anche sulla possibilità di fare intervenire nella vicenda anche il Governo oltre che per sapere se ci sono stati contatti successivi con KME. Ecco la sua risposta: “Credo che ci si a la possibilità a partire dai Ministeri  di industria ed ambiente e dalla Regione Toscana di poter lavorare per trovare tutti insieme soluzioni alternative per l’autoproduzione energetica. Il Governatore della Regione Toscana Enrico Rossi qualche indicazione in merito l’ha fornita in passato, ma vorrei ricordare che di soluzioni ne ho indicato anche io. Penso ai co-generatori a metano ed anche al fotovoltaico, sistemi che potrebbero lavorare df pari passo per ottenere una produzione adeguata di energia elettrica tale…

- 5 di Redazione

Un fiume di migliaia di persone per il no al pirogassificatore

Impossibile fare una stima precisa ma sicuramente si discosta poco dalla realtà scrivere  che circa 4000 persone hanno preso parte alla manifestazione per dire no al pirogassificatore di KME che si è svolta questo pomeriggio a Fornaci.Tutto è filato via liscio, senza incidenti particolari e contestazioni, con una manifestazione svoltasi nel modo più pacifico possibile, per la piena soddisfazione della Libellula che con Maria Elena Bertoli intervistata ai microfoni di noi tv ha detto che è stato “Un risultato meraviglioso, al di là di ogni aspettativa. Tutti insieme, associazioni, movimento, cittadini, istituzioni per dire che questo pirogassificatore non s’ha da fare”. Il corteo, partito dalla zona industriale del Chitarrino, a pochi passi dai cancelli da dove entrano i mezzo pesanti diretti a KME, si è allungato per un chilometro e forse più. Una moltitudine di gente, con un corteo aperto dalla musica di una street band, di bandiere delle associazioni sociali ed ambientaliste del territorio che hanno aderito alla manifestazione…