Tag: difesa del suolo

- 1 di Redazione

A proposito dei lavori agli archi della Ripa

Nel gennaio del 1937 si annunciò su La Corsonna il termine dei lavori per la difesa del versante della Ripa e quindi la costruzione del muro che oggi viene chiamato gli Archi della Ripa. I lavori furono interamente finanziati dal Ministero dei Lavori Pubblici, e furono considerati allora una grandissima opera di ingegneria. Impiegarono una numerosissima manodopera necessaria per innalzare l’imponente muro; il tutto utilizzando impalcature in legno che oggi farebbero rabbrividire vista anche l’altezza dell’opera. Lo si vede bene nella foto che fa parte dell’archivio di Cristian Tognarelli e che si trova sul sito di Barga Archivio. Oggi, effettivamente, le cose sono molto cambiate ed i lavori per la ristrutturazione degli archi crollati del muro della Ripa, dopo il maltempo del gennaio – febbraio 2014, richiedono l’impiego di non molte persone (incaricata dei lavori è l’impresa Giacchini di Ponte all’Ania ndr). L’utilizzo di moderne gru rende poi molto meno gravoso il trasporto di tutto il materiale necessario e questo fa…

- di Redazione

Difesa del suolo, circa 8 milioni e mezzo di euro in provincia di Lucca

LUCCA – Ammontano a circa 8 milioni e mezzo di euro le risorse complessive che arrivano in provincia di Lucca a seguito del protocollo d’intesa per la mitigazione del rischio idrogeologico siglato tra Regione Toscana e Ministero dell’Ambiente. Ne dà notizia esprimendo soddisfazione Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente commissione Ambiente e territorio. “Oltre agli importantissimi quasi 3,8 milioni di euro per la messa in sicurezza del Serchio che consentiranno il completo adeguamento di entrambi gli argini, opera di ricostruzione che iniziammo dopo la rottura arginale del 2009, il protocollo mette in campo risorse per altri interventi urgenti e attesi da tempo. – spiega Baccelli – Penso alla Gora di Stiava, il cui adeguamento alla porta duecentennale è sempre stato un obiettivo prioritario che intraprendemmo come Provincia di Lucca, realizzando vari lotti e stati di avanzamento e che deve essere perseguito con determinazione sino al suo completamento. L’auspicio per il futuro è poter mettere presto in campo investimenti certi…

- 1 di Redazione

Strada di Mologno, in estate l’avvio dei lavori. Entro l’anno via il semaforo

Stamani l’Amministrazione Comunale ha annunciato lo stanziamento ottenuto da parte della regione Toscana, nell’ambito della difesa del suolo, di un finanziamento di 570mila euro destinati alla sistemazione della strada comunale di Mologno. Un intervento atteso da tempo visto che ad oggi la percorrenza è con un tratto a senso unico regolamentato da un semaforo. Un finanziamento decisivo per completare i lavori di recupero della frana verificatasi nell’ottobre 2013 e ripristinare dopo quasi tre anni il doppio senso della circolazione, eliminando anche tutti i disagi causati dal problema alla viabilità compreso il trasporto scolastico e pubblico. Il via ai lavori nei mesi estivi con la conclusione stimata entro la fine di quest’anno. A presentare il nuovo intervento nel corso di una conferenza stampa martedì mattina, 24 maggio, a Palazzo Pancrazi, il sindaco Marco Bonini insieme all’assessore ai Lavori Pubblici, Pietro Onesti; con loro il progettista dei lavori, l’ingegnere Marino Moretti e il responsabile dell’Area Lavori Pubblici, l’ingegnere Alessandro Donini che segue…

- di Redazione

Coreglia, 627mila euro dell’Unione europea per sistemare i dissesti su Dezza e Ania

A Coreglia Antelminelli, coi fondi dell’Unione europea, il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord sta realizzando i cantieri per il ripristino dei versanti franati e recuperano le opere idrauliche in dissesto. Sono infatti in corso le opere dell’Ente consortile per due interventi complessi su Torrente Dezza (in località Ghivizzano) e sul Torrente Ania (in località Scopaio): i lavori sono possibili grazie ai 627mila euro ottenuti sulla linea di finanziamento del Piano di sviluppo rurale. Sul cantiere adesso i tecnici consortili hanno effettuato un sopralluogo, al quale ha preso parte anche l’amministratore del Consorzio Rolando Bellandi. “Grazie all’Unione europea, sono arrivati sul territorio risorse in più, che si sommano a quelle che il Consorzio già investe per la manutenzione annuale dei rii di competenza – spiega Rolando Bellandi, insieme al presidente consortile Ismaele Ridolfi – Complessivamente, possiamo così andare a risolvere le criticità presenti e a contribuire il rischio idraulico della zona interessata. Sul Rio Dezza, l’opera in corso prevede interventi…

- di Redazione

Difesa del suolo. Entro luglio conclusi lavori per 1,5 milioni di euro

Saranno conclusi con il mese di luglio alcuni importanti interventi di difesa del suolo nel comune di Barga per un totale che supera gli 1,5 milioni di euro. Si tratta della definitiva messa in sicurezza, dopo i primi interventi di somma urgenza, di alcuni versanti e movimenti franosi relativi agli eventi alluvionali del 2013 e, in parte anche a quelli del gennaio- febbraio 2014. Ieri abbiamo preso parte ad un sopralluogo degli interventi in corso insieme all’assessore alla protezione civile Pietro Onesti e vi proponiamo di seguito una galleria delle immagini dei lavori in corso. In totale nei mesi scorsi sono giunti tramite bandi regionali relativi alla difesa del suolo, con lavori eseguiti sotto la direzione di Unione dei Comuni per una parte e del consorzio di bonifica per l’altra, circa 1 milione e 500 mila euro che in serviranno alla definitiva messa in sicurezza della grossa frana in loc. Domenichetti, sopra Catagnana, che aveva minacciato anche un’abitazione, per il…

- di Redazione

Maltempo, Provincia e comuni chiedono aiuto per la difesa del suolo

(Foto di Monia Lazzerini) – Una richiesta unanime al Governo e al responsabile della Protezione civile nazionale FrancoGabrielli affinché venga dichiarato prima possibile lo stato di emergenza nazionale che, nel dispositivo, oltre alle risorse, contenga la possibilità normativa di avviare gli interventi di ripristino nei compluvi e nei corsi d’acqua che attraversano le aree boscate; e una richiesta alla Regione Toscana che preveda, all’interno del Programma di sviluppo rurale (PSR 2014-2020) destinato agli investimenti in aree agricole, un fondo specifico da cui attingere per le opere di bonifica sui territori boscati devastati dal vento per quanto riguarda gli aspetti di difesa del suolo, regimazione canali e corsi d’acqua, così come già sperimentato in passato nella programmazione appena esaurita. Sono queste le decisioni su cui si sono trovati concordi, oggi pomeriggio a Palazzo Ducale, a Lucca, gli amministratori e i tecnici comunali insieme con quelli provinciali e i rappresentanti del Consorziodi Bonifica del territorio al termine della riunione convocata dall’assessore provinciale…

- di Redazione

Difesa del suolo: il presidente Baccelli ha invitato a Lucca il ministro dell’ambiente Andrea Orlando

Il presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli, accompagnato dall’assessore provinciale alla protezione civile e difesa del suolo Diego Santi, ha chiesto stamani (mercoledì) al ministro dell’ambiente Andrea Orlando di partecipare ad un prossimo incontro, da tenersi nel nostro territorio, con i rappresentanti della Regione Toscana, della Provincia di Lucca e degli altri enti locali con l’obiettivo di procedere ad una valutazione complessiva dell’assetto idrogeologico della provincia di Lucca. Un invito che, sollecitato anche dagli stessi sindaci nei giorni scorsi, punta ad avviare un ragionamento serio sulla messa in atto di un piano preventivo, sostenuto dallo Stato, per la salvaguardia del territorio; un’azione quindi sicuramente più efficace e meno costosa rispetto alle continue urgenze a cui gli enti sono costretti a far fronte per riparare i danni delle alluvioni (120 milioni di euro la stima degli episodi di fine ottobre e metà gennaio).(continua…) La richiesta del presidente Baccelli è arrivata a margine dell’incontro del Comitato istituzionale del Bacino del fiume…