Tag: campanari

- di Luca Galeotti

Con il Doppio dell’Immacolata è iniziato il nostro Natale

“Ora possiamo dire che il Natale è iniziato”. Lo ha scritto la Claudia Bilia commentando la piccola diretta dche abbiamo fatto del Doppio dell’Immacolata, il concerto che per un’ora intera tutti gli anni ci regalano a Barga i campanari di Barga; che si sono susseguiti non solo nei decenni, ma anche nei secoli scorsi. “Grazie, senza di voi la valle sarebbe senza voce” ha scritto invece la Giuseppina Bechelli e gli ha fatto eco Daniela Pieroni scrivendo: “Grazie, grazie mille per l’emozione che ci date!”. Ma tanti altri si sono complimentati ed hanno ringraziato i campanari di Barga per aver ancora una volta rispettato la tradizione che è andata in scena la vigilia dell’Immacolata, dalle 21 alle 22. Ha ragione Claudia quando afferma che ora il Natale è davvero iniziato. A Barga almeno la si vede così e devo dire che, dopo tanti anni che mancavo dal campanile, quest’anno mi sono sentito più che mai un barghigiano. Orgoglioso di esserci…

- di Redazione

Il Doppio e la fiaccolata dell’Immacolata

Ad aprire le festività natalizie a Barga come da tradizione sarà il “Doppio dell’Immacolata”,  il tradizionale “concerto” di campane del Duomo di Barga che, alla vigilia dell’Immacolata Concezione vengono suonate per un’intera ora dai valorosi campanari di Barga. Come ogni anno, dalle 21 alle 22, la squadra dei campanari di Barga, riunita al gran completo, regalerà così questa emozione immancabile per tutti i barghigiani: un vero e proprio concerto dove le immense campane barghigiane saranno suonate a distesa da una squadra davvero nutrita di suonatori che si daranno il cambio nel difficile e faticoso compito di tirare le tre antiche campane: diffonderanno per tutta la vallata il loro dolce suono che tanto ispirò anche il poeta Giovanni Pascoli, tanto da scrivere la celebre L’Ora di Barga. Il “doppio” dell’Immacolata è un appuntamento atteso dai barghigiani e rappresenta uno dei momenti irrinunciabili delle festività made in Barga. In concomitanza con il doppio infatti, si accendono in tutto il comune le illuminazioni natalizie perché…

- di Redazione

Dalla Festa di San Nicolò a Castelvecchio al Doppio ed alla Fiaccolata dell’Immacolata a Barga

Tanti appuntamenti religiosi nell’unità pastorale di Barga nei prossimi giorni. A cura della Parrocchia di San Nicolò in Castelvecchio Pascoli, giovedì 6 dicembre nel paese si terrò la festa del patrono San Nicolò- Alle 18, nella chiesa di Castelvecchio, la celebrazione eucaristica ed alle 19,30 una pizzata dei parrocchiani presso il ristorante Zi’ Meo (Prenotazioni entro  domenica 2 dicembre in parrocchia oppure al Happy Market di Castelvecchio) Venerdì 7 dicembre invece, in occasione della ricorrenza dell’Immacolata Concezione , il Vicariato di Barga organizza la consueta fiaccolata che si svolge in contemporanea con il tradizionale “Doppio dell’Immacolata” La fiaccolata partita, portando l’immagine della Madonna del Mulino fino in Duomo, dalla chiesa della SS: Annunziata alle 21. Alla stessa ora dal campanile del Duomo di Barga partirà il concerto delle campane di Barga, un “doppio” suonato a distesa, come vuole la tradizione, per un’ora intera e che vedrà protagonisti i campanari di Barga

- di Redazione

Il Popi ci ha lasciato

BARGA – Ieri sera ci ha lasciato un’altra cara figura di Barga. Se n’è andato il Giampiero Gonnella, 82 anni, per tutti il Popi. A darne notizia, insieme a noi del Giornale di Barga che gli volevamo bene, anche il Gruppo Alpini di Barga con il presidente Andrea Bertolini. Per il Gruppo non era un Alpino qualunque… Aveva infatti ricoperto per tanti anni il ruolo di Capogruppo. Ci sono tante altre occasioni per ricordare il Popi; in particolare l’attaccamento per questa terra, per la sua Barga, dimostrato in tante passioni che ha portato avanti… la chitarra con il quale accompagnava spesso il Giuliano Nardi e non solo nel canto della Befana e nei concerti di canzoni e musiche tradizionali insieme al Gruppo l’Edicola; l’essere stato colui che ormai diversi anni orsono ha riportato in auge la bella tradizione barghigiana della “ritirata”, della cosiddetta “or di notte” che con le campane annunciava come un tempo lontano ai barghigiani l’ora di rientrare…

- di Redazione

Ecco la bandiera di San Cristoforo

Come da tradizione i campanari di Barga, stamani 18 luglio, hanno issato la bandiera sul pennone del Duomo per annunciare la festa del Santo Patrono, San Cristoforo, che si terrà il 25 luglio prossimo. Rispettando la stessa tradizione, all’alzabandiera è seguito a mezzogiorno in punto il rintocco a distesa della campana grossa, poi il doppio e infine la “distesa a galletto” della campana mezzana del Duomo di Barga. E’ una cerimonia questa della tradizione, che ci piacere rimarcare e documentare ogni anno.     L’esposizione della bandiera di Barga sul campanile del Duomo, segna l’inizio dei festeggiamenti in onore del patrono di Barga San Cristoforo (la ricorrenza il 25 luglio con prologo il 24 con la solenne processione). Il doppio che è seguito a mezzogiorno, si ripeterà ogni giorno fino al 24 luglio, per preparare la comunità alla festa patronale. Questi doppi hanno anche un aspetto curioso: alla fine della sonata, la campana mezzana viene nuovamente portata come si dice…

- di Redazione

Tradizione rispettata: la magia del Doppio dell’Immacolata ha fatto ancora una volta centro

Anche ieri sera, 7 dicembre, ovvero vigilia dell’Immacolata, a Barga si è ripetuta una bella e secolare tradizione. Si è rinnovato il Doppio dell’Immacolata, eseguito dai campanari di Barga per un’ora intera, dalle 21 alle 22, in onore dell’Immacolata Concezione. Dal lontano 1522, un omaggio alla Compatrona barghigiana Madonna del Molino, si tiene la tradizione del Doppio. Gli amici campanari erano presenti praticamente al completo e tutti, proprio tutti, hanno voluto partecipare all’esecuzione del Doppio alternandosi alle tre antiche campane del Duomo. Per tutti loro, questo, un onore ed un piacere. Il bel gruppo ha fatto un gran bel lavoro anche quest’anno, suonando con grande passione e regalando, a chi ha avuto la forza e la fortuna di salire fino in cima al campanile, uno spettacolo sempre nuovo e sicuramente unico. A Barga questo speciale concerto delle campane è un momento di tradizione e di magia per tutti. Segna per i barghigiani l’inizio religioso, ma anche profano, delle festività natalizie…

- di Redazione

Il Doppio dell’Immacolata, per un’ora il concerto dei campanari di Barga

Ad aprire le festività natalizie a Barga come da tradizione sarà il “Doppio dell’Immacolata”,  il tradizionale “concerto” di campane del Duomo di Barga che, alla vigilia dell’Immacolata Concezione vengono suonate per un’intera ora dai valorosi campanari di Barga. Come ogni anno, dalle 21 alle 22, la squadra dei campanari di Barga, riunita al gran completo, regalerà così questa emozione immancabile per tutti i barghigiani: un vero e proprio concerto dove le immense campane barghigiane saranno suonate a distesa da una squadra davvero nutrita di suonatori che si daranno il cambio nel difficile e faticoso compito di tirare le tre antiche campane che diffonderanno per tutta la vallata il loro dolce suono che tanto ispirò anche il poeta Giovanni Pascoli, tanto da scrivere la celebre L’Ora di Barga. Il “doppio” dell’Immacolata è un appuntamento atteso dai barghigiani e rappresenta uno dei momenti irrinunciabili delle festività made in Barga. In concomitanza con il doppio infatti, si accendono in tutto il comune le illuminazioni natalizie…

- 1 di Renzo Giorgetti

Campanari di Barga e Sommocolonia. Una curiosa disputa economica

Una curiosa disputa economica mette in risalto un acceso campanilismo tra il capoluogo e la frazione di Sommocolonia. Si tratta di campanilismo nel vero senso della parola poiché la questione riguarda proprio lo stipendio del campanaio. Una lettera inviata dal Podestà di Barga al Magistrato dei Signori Nove Conservatori di Firenze, organismo di controllo dfel territorio Mediceo. La missiva reca la data 11 di luglio 1588 e  si esprime in questi termini: «Molto Magnifici Signori, ho riceuto le di Vostre Signorie delli 9 stante per le quali dicono che la Comunità di Bargha, per un suo partito di 24 di maggio proximo passato, ha deliberato di fare un campanaio a Sommo Colognia et già danno di salario co’ medesimi obblighi che ha quello proprio di Bargha, però mi commette che mi accerti che cosa sia sopra et se mette conto che in simile luogho vi stia un tal offitio et se è conveniente per una tal cosa agravar e poveri…

- di Redazione

Campanili aperti

Campane e campanari, una passione che in valle del Serchio è viva e forte e che viene rappresentata da tanti campanari che si raggruppano nell’Unione Campanari della Valle del Serchio. Domenica 17 settembre anche l’Unione Campanari partecipa all’iniziativa del FAI, alla prima giornata nazionale Campanili aperti promossa in stretta collaborazione con la Federazione Nazionale Suonatori di Campane di cui fa parte anche il gruppo locale. L’appuntamento, per scoprire l’antica arte campanaria, è per questa domenica  17 settembre a Barga, presso il campanile del Duomo. In programma visite guidate dalle 10, 11,15 e dalle 15 alle 17,30 con dimostrazione di suono, ma anche con l’illustrazione della storia delle campane del millenario Duomo.

- di Redazione

Una processione solenne e partecipata per rendere omaggio al Patrono

BARGA – Una serata splendida, tanta, tantissima gente lungo tutto il percorso ed anche tanti fedeli a partecipare alla bella e sentita processione. Così è stato festeggiato, come da tradizione, il santo patrono san Cristoforo nel corso della bella e solenne processione che si tiene a Barga per la vigilia del 24 luglio. A condurre la processione il Vescovo Mons. Paul Mason, di origini barghigiane (la mamma è la signora Maria Marchetti che abita in Inghilterra). C’è voluta, vista la partecipazione, più tempo che gli scorsi anni per organizzare il lungo corteo che poi alla fine, dopo la trepidante attesa di tutti i visitatori che si erano assiepati lungo la strada, è infine partita. E’ stato come al solito un momento intenso ed emozionante. Vissuto da tanti fedeli, ma anche da tanti cittadini e turisti che hanno voluto assistere al passaggio. Presenti alla processione assieme gli amministratori del comune di Barga tanti sindaci; accompagnati dai gonfaloni di Firenze, Pisa e…

- di Redazione

San Cristoforo d’oro, tanti premiati al teatro

BARGA – Tutto come da programma per l’edizione 2017 del premio “San Cristoforo d’oro” consegnati, insieme ad altre targe e riconoscimenti nel pomeriggiod ella vigilia del santo patrono, il 24 luglio, presso il teatro dei Differenti. Sono due i San Cristoforo d’Oro che quest’anno verranno consegnati in occasione della cerimonia ufficiale in programma al Teatro dei Differenti il prossimo 24 luglio (ore 17.30). A darne notizia il sindaco di Barga, Marco Bonini, e l’assessore alla Cultura, Giovanna Stefani. Il riconoscimento, voluto dall’Amministrazione Comunale, è destinato alle persone che con il loro lavoro e impegno si sono distinti nel mondo, ed è andato quest’anno al presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri e all’Arciconfraternita di Misericordia di Barga. A Giordano Bruno Guerri per aver creduto e sostenuto la collaborazione nata tra il Vittoriale degli Italiani e la Fondazione Giovanni Pascoli nel progetto “la grande bellezza”, che si è concretizzato in questi mesi nelle importanti mostre “Magnifiche presenze”, per il Comune…

- di Redazione

San Cristoforo, tutto pronto per la processione ed i festeggiamenti

Barga è in fermento perla festa del patrono san Cristoforo che sarà festeggiato il 25 luglio; parte delle celebrazioni però, si terranno già a partire dalla vigilia, il 24 luglio, data in cui storicamente viene assegnato dal Comune il “san Cristoforo d’oro”, a coloro che in un modo o nell’altro hanno fatto del bene a Barga, alla sua storia, alla sua cultura, ma soprattutto si tiene la solenne processione dedicata al santo, con la reliquia conservata nel “braccio” che viene portata in corteo fino in Duomo. I premiati con il “San Cristoforo” che sarà consegnato alle 17 del 24 luglio preso il teatro dei Differenti, sono Giordano Bruno Guerri e l’Arciconfraternita di Misericordia, ma saranno tanti altri i premi e riconoscimenti consegnati ai barghigiani più meritevoli. E’ comunque la processione uno tra i momenti più toccanti di queste due giornate dedicate al Patrono. Partirà il 24 luglio alle 21,15 dalla Chiesa del Sacro Cuore. Il “braccio” del Santo sarà portato…