Edizioni Speciali

- di Redazione

- di Redazione

- di Redazione

- di Redazione

E’ uscito il numero speciale di Natale

E’ stato spedito agli abbonati, oggi 6 dicembre, il numero speciale del Giornale di Barga dedicato al Natale; assieme ad un supplemento di cronaca anch’esso a colori. In tutto ben 44 pagine che presto arriveranno nelle case . Due parole sullo speciale di Natale: 32 pagine di cui molte a colori, con tante belle immagini natalizie di Barga e dintorni e soprattutto con i racconti ed i contributi di tante firme importanti; anche nuove per Il Giornale di Barga di Natale: il prof. Gian Luigi Ruggio, lo scrittore Paolo Giannotti che a breve presenterà a Barga il suo libro; Romano Verzani; e con loro le firme davvero inedite per questo giornale degli ospiti della Villa di Riposo “G. Pascoli”. Non mancano poi firme tradizionali: il ritorno della carissima Graziella Cosimini; lo scrittore lucchese Vincenzo Pardini, che ci ha onorato di un suo racconto; Antonio Corsi, Antonio Nardini, Beatrice Gimorri, Pier Giuliano Cecchi, Ubaldo Giannini. Ma anche lo scrittore Glauco Ballantini,…

- di Redazione

- di Redazione

Il supplemento al numero 729 del dicembre 2010

Insieme allo speciale numero natalizio (il 729 del 10 dicembre 2010) Il Giornale di Barga ha pubblicato anche questo supplemento che riporta tutte le notizie di cronaca di novembre e dicembre 2010Scarica il supplemento in formato pdf…

- di Redazione

Tra pochi giorni nelle case arriva il numero speciale di Natale de “Il Giornale di Barga”

E’ stato spedito in questi giorni agli abbonati il numero speciale del Giornale di Barga dedicato al Natale, assieme ad un supplemento di cronaca anch’esso a colori. Si tratta del numero 717 del 20 dicembre 2009.Poste permettendo, i due giornali arriveranno nelle case degli abbonati entro lunedì prossimo.Leggi il numero speciale a colori

- di Redazione

Il supplemento al numero del Natale 2008

Assieme al numero speciale dedicato al Natale 2008 è uscito anche questo supplemento con tutte le notizie di cronaca del mese di novembre.

- di Redazione

LA PIEVE DI LOPPIA

L’intervento dell’Arcivescovo Plotti E’ impossibile pensare ad una chiesa, senza immaginarla frequentata dal Popolo di Dio, che vive e trova in essa la più autentica identità cristiana. Ho celebrato, in questi anni del mio servizio episcopale, molte volte in questa stupenda Pieve e ho sempre immaginato, forse distraendomi dalla concretezza del rito, alle migliaia di persone che in tanti secoli di esistenza, hanno pregato in questo luogo sacro, hanno portato davanti all’altare le loro gioie e i loro dolori e hanno trovato risposta ai loro interrogativi esistenziali. Novecentocinquant’anni di storia, trascorsi e vissuti nella ricerca di Dio, del Suo amore e della Sua misericordia, per accogliere la Sua venuta nel mondo come Salvatore e incarnare così la fede nella vita quotidiana. Ogni chiesa, anche le più moderne e di recente costruzione, sono il segno e il luogo dove questa armonia tra cielo e terra si realizza e dove si compie la ricomposizione tra esigenze terrene e aspirazioni eterne. E’ questo…

- di Redazione

UNA PARTE VIVA E VERA DELLA NOSTRA STORIA

Il saluto del sindaco del Comune di Barga Umberto Sereni Dobbiamo essere riconoscenti a quei bravi parrocchiani di Loppia che si sono dedicati a promuovere le iniziative per onorare degnamente il 950° anniversario della consacrazione della Pieve. Questo importante appuntamento meritava un’attenzione speciale perché è parte viva e vera della nostra Storia. Per secoli infatti la Pieve di Loppia per un vasto territorio che comprendeva tanta parte della valle del Serchio ha rappresentato il riferimento e la guida: Era a Loppia che si trovava il fonte battesimale ed era a Loppia che anche da paesi lontani si portavano i bimbi appena nati per celebrare la loro consacrazione a Cristo. Per comprendere il ruolo e l’importanza che aveva allora la Pieve di Loppia sono sufficienti le parole del canonico Pietro Magri che nel libro “Il Territorio di Barga” con il quale illustrava le tante storie del nostro Comune scrisse che “la Pieve di Loppia era un mezzo Vescovato”. E allora da…

- di Nicola Boggi

LE CELEBRAZIONI PER I 950 ANNI DELLA PIEVE ROMANICA DI LOPPIA

Ecco la cronaca degli appuntamenti del 3 e 4 febbraio 2008 Una grande folla di fedeli ed amanti dell’arte ha partecipato alla due giorni di celebrazioni dedicate alla specialissima ricorrenza dei 950 anni dalla consacrazione della Pieve di Santa Maria Assunta in Loppia. Le manifestazioni si sono aperte nel pomeriggio di domenica 3 febbraio, quando la splendida pieve è stata il teatro di un concerto dedicato alla musica sacra intitolato “La musica incontra l’arte”. Si sono succedute una serie di esibizioni da parte delle più conosciute ed apprezzate corali della Valle del Serchio. Le suggestive esibizioni sono state intervallate da alcuni saggi teorici aventi ad oggetto una veloce presentazione compiuta da ricercatori locali della storia e delle tante opere d’arte ospitate nella medioevale pieve. Questi interventi hanno rappresentato una sorta di anticipazione di un volume di prossima pubblicazione che approfondirà proprio questi temi e che sarà presentato al pubblico in primavera. L’appuntamento centrale delle celebrazioni era però in programma per…

- di Redazione

Il supplemento dedicato ai 950 anni della Pieve di Loppia

Tutte le notizie relative ai festeggiamenti svoltisi il 4 febbraio scorso, nel 950° anniversario della consacrazione dell’antica Pieve Romanica; le notizie relative al restauro; le immagini più belle della Pieve

  • 1
  • 2