Primo Piano

- 1 di Redazione

Piscina comunale, ha lasciato l’attuale gestore. Comune al lavoro per riaffidare l’impianto

Non c’è pace per la piscina comunale di Barga che dopo la nuova gestione affidata nel 2017 risulta di nuovo senza una guida. Il Comune di Barga è infatti già al lavoro per trovare velocemente una soluzione al problema sorto in queste settimane:  l’attuale gestore, la società viareggina Progetto Sport Asd, che si era aggiudicata l’incarico nel 2017 e che doveva eseguire in cambio i lavori per l’adeguamento normativo dell’impianto, ha deciso di rinunciare ed ha comunicato la propria decisione al comune di Barga in questi giorni Non c’erano i margini tra spese da sostenere e ricavi della piscina, come ci ha detto Franco Baroni che ha gestito in questi due anni la piscina. Da qui la disdetta  nonostante il contratto prevedesse la gestione dell’impianto per ancora molti anni. L’Amministrazione Comunale, per bocca del sindaco,  ha fatto subito sapere che il comune vuole che la Piscina Comunale sia regolarmente aperta con l’arrivo della prossima bella stagione e così sta già…

- di Redazione

KME, gassificatore e osservazioni: “La strada del progetto comincia a farsi in salita”

A Barga, presso l’aula magna, ieri sera si è svolta l’assemblea pubblica convocata dal movimento La Libellula, per fare il punto della situazione e soprattutto per illustratore le osservazioni presentate dalla stessa Libellula nell’ambito delle possibilità offerte dal processo partecipativo riguardante il  progetto del gassificatore di KME. Le osservazioni sono state presentate dagli stessi esperti che avevano redatto gli studi da parte della Libellula. Il tutto, e non poteva essere diversamente, davanti ad un pubblico tra cui non sono mancati i candidati a sindaco per il comune di Barga oltre che il sindaco, Marco Bonini. Per quanto riguarda glie esperti nominati dalla Libellula, il dottor Marco Caldiroli (intervenuto in video conferenza con Skype), tecnico della prevenzione ambientale e presidente di Medicina Democratica che ha presentato le osservazioni per la parte delle ricadute ambientali e che ha contestato le affermazioni dell’azienda circa il rapporto tra economia circolare ed il progetto gassificatore: gli inceneritori – ha detto – non fanno certo parte…

- di Redazione

Primo Maggio a Fornaci. Iniziato il conto alla rovescia. Appuntamento il 30 aprile ed il 1° Maggio

Le date da segnare in calendario per non perdere la cinquantanovesima edizione del Primo Maggio a Fornaci sono quelle di martedì 30 aprile e mercoledì 1° maggio. Una “due giorni” in cui il paese di Fornaci si trasformerà, come da tradizione, in un crocevia di esposizioni, iniziative, mostre, incontri. Ad organizzare, a vigilare, a coordinare il tutto sarà come sempre il Comitato 1° Maggio. Il conto alla rovescia è iniziato e Fornaci vi attende tra ormai pochi giorni con il solito gustoso menù che prevede due  giorni di stand (ne sono previsti a centinaia) di diversi settori e merceologie. L’expo fornacina sarà aperta dalle 10 fino alle 20 di martedì 30 aprile e dalle 9,30 alle 20 di mercoledì 1° Maggio e naturalmente, come ormai vuole la tradizione l’inaugurazione vera e propria della festa  fornacina si terrà proprio il 1° Maggio in quella che sarà di certo la giornata clou anche per l’afflusso dei visitatori che sono attesi anche quest’anno…

- di Redazione

I sindaci della Garfagnana: “Assi viari, opera fondamentale per il territorio lucchese”

GARFAGNANA – Gli assi viari sono un’opera fondamentale per tutto il territorio lucchese. Lo dicono i sindaci dell’Unione dei Comuni della Garfagnana che in un documento congiunto chiedono quindi di concludere il percorso amministrativo e far partire i lavori per realizzare la nuova viabibilità. Nel documento i sindaci garfagnini chiedono però anche che il progetto definitivo dell’Anas recepisca le osservazioni volte a mitigare l’impatto ambientale, ridurre i costi e prevedere impatti meno invasivi sul territorio, considerando con particolare attenzione le istanze espresse dai Comuni della piana di Lucca.

- 1 di Redazione

Una rotatoria in Piangrande a Barga, marciapiedi più sicuri a Ponte all’Ania. Approvati i progetti

Una rotatoria nel Piangrande a Barga, l’eliminazione dei pericoli per i pedoni lungo via nazionale a Ponte all’Ania. Per quanto riguarda Ponte all’Ania si tratterebbe della realizzazione di un percorso pedonale alternativo che eliminerebbe i pericoli esistenti attualmente per i pedoni che si trovano a percorrere via Nazionale, lungo la SR 445, dove è presente solo un esiguo passaggio pedonale; il tutto con un percorso pedonale alternativo ed anche il miglioramento di un tratto di marciapiede esistente, con l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il nuovo percorso pedonale dalla zona del market di Ponte all’Ania passerebbe nel retrostante parcheggio per poi ricollegarsi al marciapiede esistente nella zona della farmacia. Qui sarebbero anche abbattute le barriere architettoniche consentendo un migliore utilizzo  a chi ha difficoltà motorie. A Barga invece si tratta appunto della costruzione di una rotatoria  che eliminerebbe la curva presente alla fine di via Puccini (zona Stadio); la rotatoria sarebbe uno dei lavori destinati non solo ad eliminare la brutta curva…

- di Redazione

La Via della Croce

Una folla composta di numerosi fedeli ha accompagnato ieri sera per le strade di Barga la “Via della Croce””, commemorazione delle 14 stazioni che compongono il percorso doloroso di Cristo verso il Calvario, dalla condanna a morte alla deposizione nel sepolcro. La processione, guidata dal proposto don Stefano Serafini con i sacerdoti dell’unità pastorale,  è partita dalla chiesa di San Rocco e da qui, attraverso il ponte vecchio, ha fatto ingresso nel centro storico dove è salita fino al Duomo, per poi giungere, per la sua conclusione, , nella chiesa del SS: Crocifisso. E’ stata una Via Crucis caratterizzata dalla partecipazione corale dei fedeli; lungo le postazioni è stato proclamato il Vangelo e sono stati ricordati i segni e le parole di Gesù . Sul prato degli avelli in Duomo, sono state innalzate le tre croci e da qui il cammino si è poi concluso nella Chiesa del SS. Crocifisso, dove è stato allestito il simulacro della Madonna Addolorata con…

- di Redazione

Gassificatore: si è costituito il Comitato di Garanzia del processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga”

Si è costituito nei giorni scorsi nel comune di Barga il Comitato di Garanzia del processo partecipativo “Tutti nella stessa Barga”,  promosso dal Comitato “Insieme per la Libellula” e sostenuto dall’Autorità regionale per la partecipazione della Regione Toscana. Come spiega un comunicato stampa: “La finalità del processo partecipativo è quella di creare spazi di discussione aperti alla popolazione locale per l’elaborazione di un documento che conterrà le raccomandazioni dei cittadini in merito al progetto di realizzazione dell’impianto di gassificazione presentato dall’azienda KME Italy. Al termine del processo partecipativo il documento verrà trasmesso a KME, alla Regione Toscana e al Comune di Barga che potranno tenerne conto per assumere le decisioni conseguenti. Il primo atto ufficiale è stata la costituzione del Comitato di Garanzia, organo imparziale che avrà lo scopo di supervisionare e gestire tutte le fasi di realizzazione del percorso di partecipazione. La prima riunione si è tenuta lo scorso 17 aprile alla presenza dei garanti: Maria Elena Bertoli, insegnante,…

- di Redazione

Fondi dal MIUR per gli impianti antincendio di alcune scuole del territorio. A Barga tre progetti finanziati tra provincia e comune

BARGA –  Sono cinque al momento i progetti presentati dalla Provincia di Lucca ammessi al finanziamento statale dal Miur per altrettanti interventi che prevedono il completamento degli impianti antincendio di alcune scuole superiori del territorio. Questi lavori – da eseguire dopo la definizione dei progetti esecutivi e le relative gare di appalto – permetteranno alla Provincia di presentare la Scia antincendio ai Vigili del Fuoco per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi. Il finanziamento complessivo assegnato alla Provincia di Lucca è di 325mila euro. Per quanto riguarda la Valle del Serchio le scuole interessate dai progetti finanziat sono l’IIS Simoni-Campedelli-Galilei di Castelnuovo Garfagnana (euro 45.000,00); il Liceo classico Lodovico Ariosto di Barga (euro 70.000,00). Per quanto riguarda Barga, lo annuncia l’assessore ai lavori pubblici Pietro Onesti, sono in arrivo anche, finanziati dal MIUR in parte, ed in parte dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, 250 mila euro che serviranno per la realizzazione degli impianti antincendio della scuola media di Fornaci…

- di Redazione

A Sommocolonia per ricordare il 25 aprile con la Passeggiata della Libertà

Il 25 aprile a Barga e dintorni si festeggia ormai da molti anni con una passeggiata simbolica a Sommocolonia, tra divertimento, svago, buona tavola e celebrazione  della Gionata della liberazione e della fine della guerra. Cuore dell’evento il paese di Sommocolonia, al centro il 26 dicembre del 1944 della unica battaglia, oltretutto davvero sanguinosa con un centinaio di vittime tra civili, partigiani e soldati americani e tedeschi,  che si è combattuta in Valle del Serchio durante la seconda guerra mondiale. Luogo simbolo quindi per una giornata simbolica; con i resti della rocca di Sommocolonia, distratti proprio nel dicembre ’44 dai proiettili dell’artiglieria americana che il tenente John Fox fece dirigere sulla sua postazione pur di fermare l’avanzata dei tedeschi, che accoglierà nel suo bel prato i partecipanti alla giornata. Molti giungeranno da Barga a piedi, attraverso la vecchia mulattiera che in 4 km molto ripidi ma bellissimi, sale in paese. La partenza della passeggiata, che si intitola “Passeggiata della Libertà”,…

- di Redazione

“In KME costretti a proroga cassa integrazione. Bisogna che l’azienda finisca l’investimento su Fornaci di Barga”. Così Giacomo Saisi (UILM area nord Toscana”

Secondo il segretario Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, a commento dell’incontro della commissione economica congiunta che si è tenuta ieri tra sindacati ed azienda, la flessione di mercato a inizio 2019 ha bloccato il reintegro di 15 lavoratori ancora al massimo degli ammortizzatori sociali. La situazione desta insomma preoccupazione per Saisi, perché obbligherà  chiedere un’ulteriore proroga della Cassa integrazione ordinaria al Ministero dello sviluppo economico in attesa che l’azienda completi i progetti di investimento. La riflessione di Saisi sui dati economici prosegue: “L’anno precedente si è concluso con risultati importanti per gli stabilimenti italiani di Kme, con segnali positivi per il bilancio e per le tonnellate prodotte, in crescita rispetto al trend precedente. Purtroppo il 2019 ha fatto registrare una flessione degli ordini che ci preoccupa – prosegue Saisi – perché ci aspettavamo che l’azienda potesse dare seguito all’accordo firmato il 22 ottobre e che prevedeva di reintegrare una quindicina delle persone che ancora oggi sono al massimo degli…

- di Redazione

Dati economici KME, tra luci ed ombre. I sindacati: “Occorre proroga ammortizzatori sociali”

Tra luci ed ombre. Così il responso della commissione economica congiunta, appuntamento periodico previsto dagli accordi aziendali tra l’azienda KME ed il coordinatori nazionali FIM, FIOM e UILM che si è tenuta oggi a Fornaci di Barga “Dai dati illustrati dall’azienda emerge un quadro di miglioramento economico a livello globale, con la parte italiana che ha raggiunto anche il budget che era previsto – spiegano i coordinatori nazionali FIM FIOM UILM gruppo kme, Luca Casotti, Massimo Braccini e Giacomo Saisi. Permangono tuttavia una serie di problemi, sia per quanto riguarda gli esuberi di personale, sia rispetto ai costi energetici” Questo per il 2018: “Il 2019 – spiegano infatti i sindacati – invece si presenta con una flessione produttiva che non lascia intravedere aumenti di commesse e garanzie per tutti i lavoratori. In questo quadro incerto è evidente che vi è la necessita di prorogare ulteriormente gli ammortizzatori sociali anche per il 2020 e di attivarsi fin da subito con i…

- di Redazione

Il giornalismo degli umili, fatto per i governati e non per chi governa

Una edizione dedicata al giornalismo al femminile quella andata in scena sabato mattina a Barga per il Premio Giornalistico Arrigo Benedetti, giunto alla nona edizione, vinto da Concita De Gregorio e Costanza Spocci; una edizione che al femminile è stata anche per quanto riguarda la sezione dedicata alle scuole vinta dalla giovanissima Alice Pini dell’Istituto Tecnico Professionale Pieroni di Barga e dall’altrettanto giovane e brillante Viola Pieroni del Liceo Scientifico Galilei di Castelnuovo Garfagnana. Una edizione bella e interessante perché, forse nella prima volta in nove anni, si è affrontato il mestiere di giornalista non nella visione più alta di intendere questo mestiere, con i grandi valori e gli insegnamenti che sono venuti da mostri sacri come Benedetti, ma soprattutto dei problemi, delle grandi difficoltà dell’essere giornalista oggi e soprattutto del rischio per la propria autonomia. Da quello di essere giornalista donna ancora in un  mondo, come in tutti o quasi i mondi professionali, al maschile soprattutto per i posti…