Economia & Commercio

- di Redazione

Corso per accompagnatore turistico

L’accompagnatore turistico è colui che, per legge, fornisce assistenza tecnica e informazioni inerenti la storia, cultura, arte, enogastronomia e cura l’attuazione dei programmi di viaggio delle agenzie e tour operator. Con la riforma messa in atto nel giugno del 2018, per esercitare questa professione molto richiesta sul mercato turistico, occorre una specifica qualifica professionale da ottenere con un corso di formazione ed esame finale riconosciuto dalla Regione Toscana. La Kleis Formazione di Lucca, è l’unico soggetto autorizzato nella provincia di Lucca a compiere questo percorso formativo, che darà diritto poi all’esercizio della formazione dopo il rilascio di un tesserino valido in tutti gli Stati dell’UE.  La Regione Toscana ha modificato il profilo professionale, semplificando in modo consistente il percorso formativo di qualifica. Prima il corso era di 900 ore complessive, adesso invece i corsi saranno di  300 ore. Per accedere al corso è sempre necessario il diploma di scuola media superiore e la conoscenza di una lingua straniera a livello “Alte B1”. L’accompagnatore…

- di Redazione

Coldiretti Donne Impresa: ecco il nuovo coordinamento regionale. C’è anche Francesca Buonagurelli

Viene dal Casentino l’aretina Elena Bertini eletta oggi nuova responsabile di Coldiretti Donne Impresa della Toscana che ha raccolto il testimone dalla fiorentina Monica Merotto chiamata nei mesi scorsi a guidare il movimento nazionale delle donne Coldiretti. Ad eleggere la leader per i prossimi 5 anni delle imprenditrici agricole l’assemblea regionale radunata a Firenze. Affiancano Bertini nel coordinamento regionale la stessa Monica Merotto (Firenze), Francesca Coppini (Livorno), Sabrina Cortazzo (Pisa), Michela Nieri (Pistoia), Marina Fruzzetti (Massa Carrara), Maria Cristina Rocchi (Siena) e la barghigiana Francesca Buonagurelli (in rappresentanza di Lucca). Elena Bertini conduce a Castel San Niccolò, con passione e impegno, l’azienda ereditata dal nonno che ha come particolarità la coltivazione di alberi di Natale. Questi vengono prodotti in terreni ed aree marginali e rappresentano nel loro insieme una difesa del territorio dall’alto rischio di dissesto idrogeologico. Altre produzioni di una tipica azienda di montagna sono le mele, le patate e i seminativi con foraggere. “Assumo questo incarico con grande…

- di Redazione

KME, ecco gli esiti del coordinamento nazionale

Si è svolto oggi  a Fornaci, con la presenza dei vertici aziendali di KME con la partecipazione di FIM, FIOM e UILM; un coordinamento richiesto dai sindacati per fare chiarezza sulle ultime scelte strategiche del Gruppo KME, a partire da quanto emerso su un accordo di cessione del settore barre di ottone, in cui rientra  anche lo stabilimento di Serravalle Scrivia, e per le eventuali nuove acquisizioni. Ma anche sulla situazione e sulla prosecuzione dell’accordo sindacale che fu siglato nell’ottobre scorso. Tra i vari punti trattati anche la futura acquisizione di MKM Mansfelder Kupfer und Messing GmbH (MKM), azienda attiva anch’essa nell’industria europea dei prodotti semilavorati in rame e leghe di rame. L’operazione, è stato spiegato dall’azienda, ha come scopo il rafforzamento delle performance di entrambe le società attraverso la realizzazione di sinergie. “Ci è stato detto che l’acquisizione va avanti–dice il coordinatore nazionale UILM, Giacomo Saisi – e che questo porterà importanti sinergie tra lo stabilimento tedesco e lo stabilimento KME di…

- di Redazione

Sono della lucchesia le migliori “birre dell’anno”

Le birre artigianali della Toscana si confermano tra le migliori d’Italia. A stabilirlo è stata la giuria internazionale di “Birra dell’Anno”, il concorso organizzato da Unionbirrai – associazione di categoria dei birrifici artigianali italiani – che si è tenuto ieri (sabato 16 febbraio) a Rimini. Cento giudici hanno valutato le 1.994 birre in gara, presentate da 327 produttori italiani e divise in 41 categorie, per ciascuna delle quali sono state scelte le tre migliori proposte brassicole in concorso. È il marchigiano Mukkeller il miglior birrificio d’Italia, ma a trionfare sul palco della Fiera di Rimini sono stati anche tre produttori artigianali lucchesi che hanno ricevuto diversi riconoscimenti per le loro originali creazioni birrarie. Ha conquistato un oro e un bronzo il Birrificio La Petrognola di Piazza al Serchio: con la birra Montefiore è salito sul più alto gradino del podio nella categoria delle chiare ad alta fermentazione e basso grado alcolico di ispirazione belga; con la Cinghiale Nero, invece, si…

- di Redazione

KME, lunedì a Fornaci il coordinamento nazionale sindacale. Saisi: “Fare luce sulle strategie aziendali; tornare subito a crescere”

“Dopo la richiesta di incontro avanzata a KME Italy  unitariamente da Fim Fiom e Uilm riteniamo importante la tempestiva convocazione  del Coordinamento Nazionale  per lunedì 18 febbraio a Fornaci di Barga. Consideriamo questo appuntamento molto utile per fare chiarezza sulle ultime scelte strategiche del Gruppo KME, a partire dal probabile accordo di cessione del settore barre di ottone, in cui rientra  anche lo stabilimento di Serravalle Scrivia, e per le eventuali nuove acquisizioni.” Così Giacomo Saisi, Segretario Responsabile UILM Area Nord Toscana. “Crediamo – dice ancora – che da queste scelte aziendali possa passare gran parte del futuro della KME che, se vuole uscire dalla crisi che ormai l’attanaglia da anni, deve portare avanti un piano industriale che miri al rilancio e allo sviluppo dello stabilimento fornacino, a partire dagli investimenti previsti nell’accordo sindacale firmato il 22 ottobre 2018. E’ ormai  più di 10 anni che si parla solo di accordi difensivi, uscite volontarie e utilizzo massiccio di ammortizzatori sociali,  che…

- di Redazione

Concessionaria Fratelli Biagioni, inaugurato il nuovo Showroom a Castelnuovo di Garfagnana

Nel weekend di sabato 9 febbraio e domenica 10 febbraio è stato inaugurato ufficialmente il nuovo Showroom Fratelli Biagioni di Castelnuovo di Garfagnana in Via Enrico Fermi 20. Un nuovo spazio espositivo interamente rinnovato e ripensato, una struttura elegante, versatile e moderna in linea con i nuovi Renault Store, che si va ad aggiungere alla nuova Concessionaria di Fornaci di Barga inaugurata nell’ottobre del 2016. Una giornata di festa, che i Fratelli Biagioni hanno dedicato a tutti i propri clienti, alle famiglie e a tutti gli appassionati del marchio Renault e Dacia. “Essere vicino alle esigenze dei clienti è un dono di famiglia – afferma Marco Biagioni, specialista aziende e veicoli commerciali di Fratelli Biagioni – e dal 1963 fino ad oggi, ci impegniamo per garantire sempre il miglior servizio possibile. Il nostro nuovo showroom di Castelnuovo di Garfagnana è un altro passo importante nella storia della nostra concessionaria con il quale siamo in grado di offrire ai potenziali clienti un’esperienza completa e moderna del marchio Renault e Dacia. Se siamo arrivati…

- di Redazione

Enel, arriva il contatore intelligente

LUCCA – E’ in corso a Lucca la campagna massiva di installazione degli Open Meter, la nuova generazione di contatori elettronici targati E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione. In aggiunta ai servizi di telelettura e telegestione disponibili già con gli attuali apparecchi, il contatore intelligente 2.0 offrirà ai clienti informazioni sempre più puntuali per il monitoraggio dei consumi e consentirà di abilitare i servizi innovativi di domotica, la cosiddetta smart home. Con il nuovo contatore sarà infatti possibile verificare in ogni istante l’energia consumata nelle diverse fasce orarie ed analizzare la potenza mediamente assorbita ogni quarto d’ora. Questi dati permetteranno ai clienti di avere maggiore consapevolezza dei consumi e delle proprie abitudini consentendo di identificare il contratto di fornitura più idoneo. E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel per la gestione della rete elettrica, prevede di sostituire circa 55 mila contatori nel territorio comunale di Lucca. Complessivamente, a Lucca e provincia saranno…

- di Redazione

Anche i trattori di Coldiretti mobilitati in Garfagnana per la neve di questi giorni

Anche i trattori degli agricoltori della Coldiretti sono stati mobilitati come spalaneve per pulire le strade e come spandiconcime per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo nell’alta Garfagnana e nella Media Valle. Sono una decina le imprese agricole che, attraverso le convenzioni con gli enti locali, vengono ingaggiati per sgomberare la viabilità principale e secondaria dalla neve e all’occorrenza anche a spargere sale per prevenire l’effetto ghiaccio sul manto stradale. Imprese agricole che hanno come attività primaria l’agricoltura: allevano bovini da carne e da latte, producono formaggi, ortaggi, in alcuni casi sono specializzate nella produzione di farro e nei prodotti del bosco. Fanno tutto quello che un’impresa agricola da sempre fa: producono cibo di qualità, eccellenze espressione del territorio e preservano tradizioni e saperi. Ma quando scende la neve e calano le temperature montano sui trattori lo spazzaneve e guidano, anche per ore, per assicurare viabilità pulita e sicura. E’ quanto riferisce la Coldiretti in riferimento all’ondata…

- di Redazione

Braccini: “La Kme cambia spesso i piani e sanno solo rispondere con arroganza”

Non si fa attendere la replica del coordinatore nazionale FIOM Gruppo KMNE, Massimo BNraccini, dopo la presa di posizione sulle sue parole della KME: “Di passaggio in passaggio, la Kme nel corso degli anni ha sicuramente ridotto il perimetro delle produzioni, e questo è un fatto. Il futuro di questo importante gruppo è ancora tutto da capire. Questa supponenza gestionale di Kme ci farebbe piacere si traducesse davvero in un rilancio, investimenti, sviluppo, occupazione e non in ridicoli tentativi di screditare tutti quelli che intervengono sull’andamento dell’azienda. Purtroppo la realtà è quella di un gruppo industriale in affanno da anni e i lavoratori che stanno pagando un caro prezzo, passando dall’utilizzo di un ammortizzatore sociale ad un altro. Noi abbiamo siglato un accordo sindacale per tentare di favorire il rilancio dei siti  produttivi in Italia, Fornaci di Barga, Firenze e Serravalle Scrivia. Lo stabilimento di Serravalle Scrivia invece con questo cambio di azionariato cambia gli assetti proprietari. Verificheremo i termini della cessione del business delle barre di…

- di Redazione

KME su cessione  barre di ottone: “Ignoranza delle più elementari normative sindacali quella di Braccini

Lo dice KME in risposta alle dichiarazioni del coordinatore nazionale FIOM per il Gruuppo KME, Massimo Braccini. “Il comunicato del coordinatore nazionale Fiom, Braccini – dice l’azienda – mostra o una plateale ignoranza delle più elementari normative sindacali o, piuttosto, il goffo tentativo di ricerca di visibilità anche a scapito della verità dei fatti. L’annuncio dell’azionista Intek Group relativo all’accordo raggiunto da KME A.G. per la cessione del business delle barre di ottone al gruppo cinese  Zhejiang Hailiang Co. Ltd. è infatti un passaggio coerente con il piano strategico annunciato dal Gruppo per una focalizzazione del proprio portafoglio prodotti  sui laminati di rame e leghe e sui prodotti speciali. Tale strategia è confermata anche dall’accordo dello scorso luglio per l’acquisizione di MKM, produttore tedesco di laminati in rame e leghe di rame. Comunque, facendo finta di credere alla buonafede delle affermazioni, così si smentiscono:  Non esiste dunque alcuna cessazione di attività, nessuna modifica della attività, solo un cambio di azionariato per il…

- 1 di Redazione

Braccini: “In Italia si profila un restringimento produttivo e occupazionale del gruppo KME”

Lo dice Massimo Braccini, coordinatore nazionale FIOM Gruppo KME che riferisce di un accordo raggiunto tra KME ed il gruppo cinese, Zhejiang Hailiang Co, per la cessione delle barre in ottone e dei tubi negli stabilimenti del gruppo Europeo. Cessione che riguarda comunque lo stabilimento di Serravalle Scrivia e non quello di Fornaci di Barga. “Apprendiamo con stupore dell’accordo – dice Braccini – In Italia le barre vengono prodotte nello stabilimento di Serravalle Scrivia (Al) e vi lavorano circa 150 dipendenti, mentre la lavorazione dei tubi, sempre prodotti nel sito di Serravalle, era già stata passata ad altra società di cui Kme detiene il 51%, ma che a seguito di questa operazione prevediamo sia ceduta definitivamente. Il 22 ottobre 2018 abbiamo firmato con Kme un accordo sindacale che prevedeva il rilancio dei siti in Italia (Fornaci di Barga, Serravalle Scrivia, Firenze) con specifici investimenti. Alla Kme Brass di Serravalle nell’accordo è prevista la specializzazione dello stabilimento nel settore barre di…

- 2 di Redazione

KME, un convegno dedicato al mercato elettrico. Le parole di Pinassi sul progetto in fase di autorizzazione

BARGA – Un convegno dedicato al mercato elettrico ed alle nuove frontiere dell’innovazione nella rivoluzione energetica in corso. Lo ha organizzato oggi a Fornaci, presso l’auditorium del cinema smi, la KME. Ad aprire il convegno scientifico l’ad  di KME Claudio Pinassi che ha spiegato che questo primo convegno è legato anche al progetto per lo studio e lo sviluppo di sistemi di economia circolare che l’azienda intende realizzare, nell’ambito del piano di rilancio industriale e dello sviluppo della piattaforma energetica del gassificatore, proprio nell’academy che si vuole creare presso l’ex centro ricerche. Altri convegni seguiranno nei prossimi mesi il rilancio industriale dello stabilimento, ha detto proprio Pinassi, entrando quindi nelle tematiche specifiche legate al progetto industriale ed alla piattaforma energetica di cui tanto si sta discutendo. Con febbraio anche l’intenzione, dopo il rapporto di sostenibilità fino al 2017 presentato nei mesi scorsi, di approfondire anche una analisi di scenario con una previsione, partendo proprio dal piano di rilancio,  di quelli…