Economia & Commercio

- di Redazione

Coldiretti, piccoli comuni: legge storica, una impresa su quattro vive nei piccoli borghi

VALLE DEL SERCHIO – Dal fagiolo fico di Gallicano al pecorino della Garfagnana e delle Colline Lucchesi passando per la più celebre farina di neccio della Garfagnana Dop ed il al farro della Garfagnana. Sono questi una piccola parte delle oltre 80 specialità alimentari della provincia di Lucca destinatari della storica legge sui piccoli comuni che permetterà di tutelare i piccoli borghi dove vivono un’impresa agricola su quattro. L’agricoltura è infatti l’elemento distintivo di 18 dei 33 comuni del territorio provinciale dove la popolazione non supera i 5mila abitanti. “In questi territori – spiega Maurizio Fantini, Direttore Coldiretti Massa Carrara – si sviluppa e vive la nostra agricoltura, cassaforte del nostro vero Made in Italy, che oggi guarda alla tradizione con grande capacità di innovazione. Soprattutto nelle piccole comunità campane si continua a difendere e produrre un patrimonio agroalimentare importante composto da un’ottantina di specialità alimentari. Una produzione sempre più a rischio che continua a caratterizzare la storia e la…

- di Redazione

KME a Braccini: siamo pronti a confronto su fatti, numeri e progetti concreti

“La cocciutaggine di Braccini nel proseguire nelle sue generiche e fumose farneticazioni, sarebbe degna di miglior causa che non quella di promuovere la propria visibilità”. Così risponde l’azienda KME alla replica del coordinatore nazionale FIOM per il Gruppo KME “Poiché l’interesse di KME e della proprietà a proseguire in questo inutile ping-pong è pari a ZERO, se Braccini ha specifiche e concrete obiezioni da fare, siamo pronti e disponibili a confrontarsi in qualunque sede, privata o pubblica, in qualunque momento, su fatti, numeri e progetti concreti, certi che anche lui, con poco sforzo, riuscirà a comprenderli, come hanno già fatto i suoi colleghi e la stragrande maggioranza dei lavoratori di KME”.

- di Redazione

Braccini su KME: “noi continuiamo a ritenere la situazione pesante”

“Crediamo che i vari movimenti finanziari del gruppo Kme vadano analizzati meglio in tutta la sua complessità ed a ogni livello”. Così Massimo Braccini, coordinatore nazionale Fiom gruppo Kme, in risposta alle dichiarazioni di ieri da parte di KME. Secondo Braccini significano poco le dichiarazioni aziendali circa la manifestata ripresa produttiva e commerciale: “Noi continuiamo a ritenere, nella nostra piena autonomia e analisi – aggiunge Braccini – che la situazione resti pesante prima di tutto per i lavoratori e le loro prospettive, non comprendendo cosa ci sia da esultare per i dati dell’ultimo semestre. Se vogliamo parlare della situazione del gruppo Kme vediamo negli ultimi 10 anni che cosa è successo, anche da un punto di vista dei passaggi societari e dividendi, quali erano i livelli occupazionali, la produzione di rame, quali reparti esistevano, quali annunci e piani hanno presentato e poi traduciamo cosa sia diventata oggi la Kme. L’azienda ha bisogno di un piano industriale di rilancio, o di…

- di Redazione

Da Barga a Lucca per la nuova concessionaria Mazda

C’è un’azienda, una realtà di casa nostra che cresce e si sviluppa ancora proseguendo una storia legata al mondo delle auto che va avanti fin dal dopoguerra. E’ la storia di Alessandro Lunatici che dopo la concessionaria storica di Barga aperta ddslla’indimenticabile babbo Sergio, dopo  quella Lancia aperta diversi anni orsono a Lucca, sul Brennero, dopo la concessionaria Abarth a Gragnano, ha dato vita, ancora una volta a Lucca e sempre lungo la strada del Brennero, ad una nuovissima concessionaria Mazda. L’inaugurazione della nuova azienda è avvenuta sabato 16 settembre con un porte aperte che è andato avanti durante tutta la serata ed ha richiamato centinaia di persone. A fare gli onori di casa lo stesso Alessandro, con tutto lo staff della nuova concessionaria e con i figli Sergio e Carolina. Durante il vernissage inaugurale, allietato da musica e intrattenimento e da un bel buffet allestito per l’occasione dalla Pasticceria Lucchesi di Barga, è stata presentata anche della nuova Mazda…

- di Redazione

Cresce l’export in provincia di Lucca

PROVINCIA DI LUCCA – Notizie positive dall’economia lucchese. Nei primi sei mesi del 2017 è stata registrata una crescita del +7,1% delle vendite all’estero per un importo di quasi 2 miliardi di euro (1.958 milioni) rispetto al primo semestre dello scorso anno. Bene tutti i principali settori produttivi lucchesi con l’eccezione della meccanica che ha registrato un calo delle vendite all’estero (-7,4%) rispetto ai primi sei mesi del 2016. Il cartario, primo settore provinciale per valore esportato con 482 milioni di euro nel semestre, è cresciuto del +1,6% grazie, ma a fare la parte del leone per le vendite all’estero è la cantieristica: +59,8%.

- di Redazione

Tuodì, le risposte del Mise

Notizie sulla vertenza dei discount a marchio Tuodì, del Gruppo Dico S.p.a., che conta nella provincia di Lucca complessivamente otto punti vendita. Le annuncia l’on. Raffaella Mariani (Pd), promotrice di un’interrogazione parlamentare al ministero dello sviluppo economico in cui si chiedeva di fare chiarezza sulle prospettive aziendali del gruppo e sul futuro occupazionale degli addetti, ben 60 quelli operanti sul territorio provinciale. “Il Mise ha risposto quest’oggi per bocca del sottosegretario Antonio Gentile – afferma la deputata – dando atto dei passaggi che hanno caratterizzato questa difficile vertenza, dalla richiesta di concordato da parte dell’azienda all’apertura del tavolo tecnico presso il ministero stesso, riunitosi per la prima volta lo scorso 26 luglio”. “Assieme al collega on. Mognato, che per sua parte aveva richiamato l’attenzione sulla situazione veneta, ho raccomandato al sottosegretario uno sforzo ulteriore di vigilanza del ministero perché da parte della proprietà sia fatta la massima chiarezza nell’interesse dei lavoratori e dell’indotto, ribadendo la necessità che venga fornito un quadro chiaro della…

- di Redazione

Lucchesi nel mondo in visita al Ciocco

BARGA – Come ogni anno nei giorni precedenti la Santa Croce l’associazione ha organizzato una iniziativa per far conoscere una delle eccellenze del territorio: per il 2017 un nutrito gruppo di Lucchesi nel Mondo ha visitato il Resort in Garfagnana.

- di Redazione

Un servizio Informativo per trovare lavoro all’estero

LUCCA – E’ attivo il servizio informativo della Camera di Commercio, nato dalla collaborazione tra l’Associazione Lucchesi nel Mondo e il Rotary Club di Lucca, rivolto a tutti coloro che sono interessati a trovare lavoro all’estero. La Camera di Commercio, attraverso l’ufficio Promozione Interna ed Estera, ha il compito di orientare gli eventuali interessati a trovare lavoro in un altro paese, offrendo informazioni circa il paese prescelto (scheda paese) e fornendo i loro eventuali programmi di occupazione messi in atto dal paese stesso. Nel caso di interesse concreto l’ufficio potrà anche mettere in contatto l’interessato con il sistema camerale estero al fine di avere ulteriori informazioni circa il tessuto economico del paese e le opportunità effettive. Inoltre l’Associazione Lucchesi nel Mondo sarà disponibile a favorire i contatti con le proprie organizzazioni estere per l’individuazione di concrete opportunità professionali. Le informazioni relative al soggiorno e alle modalità amministrative ad esse connesse restano di competenza delle istituzioni preposte (ambasciate, consolati) e così anche…

- di Redazione

Vendemmia, annata difficile per il vino toscano: calo del 30% e una perdita di 100 milioni di euro

FIRENZE – Un calo del 30 per cento, con una perdita di circa 100 milioni di euro. Un’annata difficile per la vendemmia toscana, un colpo per il sistema economico locale che si regge sul vino. A tracciare questo quadro è Confagricoltura Toscana. Le cause sono da ricercarsi in una concomitanza sfortunata di fattori: le gelate di fine aprile e le alte temperature, anche di notte, di questa estate. Colpa anche degli attacchi più frequenti da parte degli ungulati, che non trovando acqua per via della siccità si dissetano mangiando più frutta. In termini assoluti si parla di una produzione che non raggiunge i 2 milioni di ettolitri di vino, contro i 2,7 della scorsa annata. “Le perdite vanno ponderate zona per zona, ma possiamo dire che 100 milioni di euro è una stima per difetto – commenta Francesco Colpizzi, presidente sezione vitivinicola di Confagricoltura Toscana – le nostre aziende segnalano maggiori difficoltà nelle zone della Maremma, su tutto il litorale…

- di Redazione

A Fornaci uno dei cinquanta saloni bio-naturali più bello al mondo

FORNACI – Proprio nella Fornaci capitale dell’industria lucchese con la storica “Metallurgica”, fa ancora più effetto –  ma anche questo è il bello di Fornaci –  sapere che esiste uno dei cinquanta saloni e negozi più belli del mondo per naturalità. Per l’attenzione che viene dedicata all’organico, al naturale, al bio, al riuso ed al riciclo di materie prime e non prime. E’ il negozio Querzola , dell’hairstylist  fornacino Andrea Querzola,  il barber shop, head SPA e Hair lady, che quindi va incontro alle esigenze di donne ed uomini e che si trova in via della repubblica 95/a Organic Way, una linea di prodotti assolutamente naturali, che hanno bandito ogni forma di sostanza chimica nella loro composizione ha pubblicato la guida 2017 dei 50 migliori saloni bio-naturali di tutto il mondo, definendoli i saloni Organic Way, laboratori alchemici di bellezza e benessere. Luoghi speciali che interpretano, con la loro identità, i valori più autentici e profondi della mission che sta…

- di Redazione

La Libellula a KME su piani fabbisogno energetico: fornisca presto maggiori informazioni sulle scelte che intende portare avanti

Torna ad intervenire il comitato ambientale La Libellula di Fornaci, sulla questione delle possibili soluzioni che KME intende adottare per produrre in proprio energia elettrica presso lo stabilimento di Fornaci, in modo da renderlo autonomo e così più competitivo. La Libellula chiede all’azienda adesso di fornire maggiori informazioni sulle scelte che intende portare avanti. L’azienda ha sempre asserito di essere disponibile – dichiara il comitato – al confronto con le istituzioni e con i cittadini. Il movimento la Libellula apprezza questa disponibilità, ma affinché il confronto sia effettivo, concreto e non semplicemente di forma, chiede all’azienda,  attraverso la Pubblica Amministrazione, di fornire maggiori informazioni in merito alle scelte che si accinge a prendere. La Libellula è preoccupata soprattutto dall’ipotesi di eventuale utilizzo di pulper per produrre energia: Negli ultimi mesi si stanno susseguendo dichiarazioni di KME diffuse a mezzo stampa circa le possibili alternative che l’azienda intende valutare per coprire il proprio fabbisogno energetico: prima inceneritore, ora pirogassificatore; la questione…

- di Redazione

Incoop Barga, ultimo giorno

Ultimo giorno di apertura per il punto vendita Incoop di Barga che con il 31 agosto chiude per sempre i battenti. La conferma d, semmai ce ne fosse bisogno, viene anche dalla segretaria di Lucca della Filcams CGIL Sabina Bigazzi: “Si chiude con il 31 agosto e questa è una chiusura che si colloca nella grossa crisi che sta interessando Unicoop Tirreno. La nostra provincia è stata toccata solo marginalmente e si è salvato gli altri punti vendita a rischio, mentre in altri territori gli esuberi e le chiusure sono stati più pesanti. Qui a Barga gli unici due lavoratori diretti sono stati ricollocati, mentre hanno pagato il prezzo della chiusura purtroppo alcuni interinali” Possibile la riapertura di altri supermercati in questi locali? “C’era questa ipotesi ma almeno formalmente – dichiara la Bigazzi – non si è mai concretizzata la cosa”. Peraltro a quanto si sa, Unicoop non avrebbe ancora reso noto l’intenzione dii lasciare l’immobile, per il quale esiste…