Cultura

- di Redazione

Le comunità toscane e il Risorgimento: presentato il volume alla Fondazione Ricci

Sabato scorso presso la Fondazione Ricci di Barga si è tenuto un pomeriggio all’insegna della storia locale e nazionale, con la presentazione del volume dello storico Fabio Bertini “Le Comunità toscane al tempo del Risorgimento”. Non un qualsiasi libro di lettura, ma un dizionario, un vero e proprio strumento di lavoro che raccoglie 322 voci, costruite nel corso di lunghi anni di studio, corrispondenti alle altrettante comunità presenti sul territorio toscano alla vigilia dell’Unità d’Italia. Non solo quindi quelle che erano le comunità del Granducato di Toscana, ma anche quelle allora sottoposte a Modena (la Garfagnana e il territorio massese) e quelle della Romagna toscana, oggi non più afferenti alla nostra regione. A presentare il Dizionario, assieme all’autore che è anche coordinatore dei comitati toscani per il Risorgimento, sono stati il prof. Claudio De Boni dell’Università di Firenze, e Christian Satto, già conosciuto a Barga in quanto autore di un bel volume su Antonio Mordini presentato nello scorso inverno nella…

- di Redazione

Un sito internet dedicato alla Linea Gotica

BORGO A MOZZANO – Presentato il risultato finale del progetto che ha coinvolto 23 giovani delle classi terze dell’ITIS “E.Fermi”, del Liceo Scientifico “Vallisneri”, dell’ISI Pertini di Lucca e dell’ISI di Barga che hanno ideato e realizzato con molti contenuti un sito internet dedicato alla “linea gotica”.   La Valle del Serchio ha avuto un ruolo di primo piano durante la seconda guerra mondiale proprio in virtù della linea difensiva costruita dall’esercito tedesco con lo scopo di proteggere l’italia settentrionale dall’avanzata degli Alleati. La linea Gotica di fatto ha tagliato in due l’Italia per oltre 300 Km. Oggi proprio a Borgo a Mozzano e non solo sono ancora evidenti i segni di quelle fortificazioni. Il sito realizzato dai 23 giovani è visibile all’indirizzo www.lineagoticaborgoamozzano.it. LUOGHI – UOMINI – PROGETTO – ITINERARI E NOTIZIE sono le voci guida. Ogni anno sono oltre 5 milioni i turisti che approdano nelle coste della Normandia dove sono stati realizzati musei e centri organizzati per visitatori.…

- di Brunella Ponzo

Fantasma d’oriente (ventesima puntata)

SCENA N. 36 –  UN INCONTRO INASPETTATO L’ORIENT EXPRESS sta partendo dalla Stazione di Sirkeci, ad Istambul. Si sentono il fischio del capotreno e la sirena della locomotiva. Il treno si muove. Pierre è appoggiato con i gomiti al finestrino aperto della sua cabina letto, intento a guardare lo scorrere di quella stessa folla multietnica che gli era apparsa sul ponte di Galata pochi giorni prima, all’inizio della sua ricerca, e della sua speranza. Istanbul, un crocevia tra Oriente e Occidente, per questo così affascinante e così malinconica allo stesso tempo. Chiude il finestrino e apre la porta della cabina. Esce nel corridoio. Fa pochi passi ed entra nella carrozza ristorante, dove sono seduti i viaggiatori europei. Si sposta per far passare una dama dal grande cappello e, quando alza lo sguardo, non crede ai suoi occhi: seduto al tavolo in fondo alla carrozza c’è Aslan Baratar, l’ambiguo cavaliere Circasso che aveva conosciuto al Castello di Elisabetta di Romania. Pierre,…

- di Redazione

Il premio di Lucca Underground per Rick e Clive

CAPANNORI – Sono stati Rick e Clive, due fra i volti più noti della storica emittente televisiva ‘Videomusic’, i protagonisti di apertura della terza edizione di ‘Lucca Underground Festival’ promossa dall’Associazione V.A.G.A. (Visioni Atipiche Giovani Artisti) con la collaborazione del Comune di Capannori.   Durante l’incontro in programma al polo culturale Artémisia di Tassignano Rick e Clive hanno ripercorso alcune delle tappe più importanti di ‘Videomusic’ intervistati da Gianmarco Caselli e poi ricevuto il “Premio Lucca Underground Festival 2017 per la diffusione della cultura underground” Lucca Underground festival proseguirà sempre ad Artémisia venerdì e sabato prossimi. Sabato in particolare, con un pomeriggio dedicato a David Bowie.

- di Redazione

Sabato prossimo la quinta edizione del Premio Pascoli a Barga

Sabato 21 ottobre alle ore 16 si svolgerà a Barga presso la sala del Conservatorio “Santa Elisabetta” la cerimonia di premiazione del Premio “Giovanni Pascoli – L’Ora di Barga” giunto alla quinta edizione. Ospite dell’edizione 2017 del Premio sarà il Prof. Paolo Ruffilli che terrà una lezione dal titolo “Come canta la lingua della poesia”. Un percorso sulla poesia con riferimenti a Pascoli, partendo dalle ragioni profonde della musicalità del linguaggio poetico, sull’esperienza del fare poesia e sulla formazione di linguista di Ruffilli. L’evento che ha il prestigioso patrocinio del Ministero dei Beni culturali e della Regione Toscana, è organizzato dai vari enti e associazioni importanti di Barga; Unitre, ProLoco, Biblioteca Comunale “F.lli Rosselli”, Comune di Barga, Fondazione “Giovanni Pascoli”, Commissione Pari Opportunità, Fondazione Conservatorio Santa Elisabetta e Tra le righe libri editore. La presidente del Premio Paola Stefani fa un primo bilancio dell’evento: «142 autori, 37 raccolte edite e 238 poesie inedite, di cui 61 nella sezione Giovani, alcuni…

- di Redazione

Ecco la nuova stagione di prosa del “Differenti”

BARGA – Il cartellone 2017/2018 del Teatro dei Differenti di Barga – frutto della collaborazione fra Amministrazione comunale e Fondazione Toscana Spettacolo onlus – propone l’esplorazione del doppio filone, classico e contemporaneo, con titoli che incrociano commedie, nuova drammaturgia, classici della cultura teatrale italiana e europea, comicità surreale e noir. Un progetto che, pur rimanendo in linea con la tradizione del Teatro dei Differenti, si rinnova nel linguaggio e nel segno, attraverso una scrittura e una messinscena che valorizza le istanze delle nuove generazioni; merito anche dei protagonisti, tutti nomi del panorama nazionale, tra i massimi rappresentanti nel loro genere. Tra gli altri: Marco D’Amore, Alessandro Benvenuti, Ugo Chiti, Isabella Ferrari, Iaia Forte, Igor Esposito, Elisabetta Salvatori, Valerio Binasco, Francesco Pannofino, Sotterraneo, Francesca Inaudi, Alessandro Bergonzoni. Nove appuntamenti che riconfermano il Teatro dei Differenti un luogo privilegiato di incontro, di dialogo e di riflessione per la comunità di Barga; un teatro “aperto” che accoglie nella propria tradizione le istanze culturali…

- di Redazione

“L’isola dei giocattoli difettosi”, la musica secondo Andrea Brunini

BORGO A MOZZANO – Disponibile da giovedì 11 ottobre allo Sky Stone di Lucca e a breve su iTunes e su tutti gli store digitali, il lavoro segue il progetto precedente, “Vietato calpestare i sogni”, uscito a dicembre 2015. Stavolta non c’è un filone musicale ben definito ma Andrea attraversa molti stili, con sperimentazioni che prendono spunti anche dal punk-rock o dal rap, anche se come sempre la massima importanza è data alle parole, portando l’attenzione sulla storia che sta alla base dell’album, legando ogni brano quasi fosse un telefilm a puntate. Nel disco Andrea Brunini inserisce volutamente alcuni richiami a libri o film: per esempio, nel brano “Follia” c’è un rimando ad “Alice nel Paese delle meraviglie”, mentre “L’isola dei giocattoli difettosi” riprende “The Perks of Being a Wallflower”. “Le canzoni di questo album sono state scritte tra luglio e agosto 2016, prevalentemente in viaggio o in quel mio posto speciale dove mi ritrovo a spendere le notti a…

- di Redazione

Venerdì 27 ottobre la finale del Barzellettiere

LUCCA – Mancano pochi giorni alla finalissima di “Mi fai sganascia’”, il concorso organizzato da Anffas Lucca in collaborazione con NoiTv per incoronare il miglior barzellettiere della città. Lo scontro finale di questa terza edizione è fissato per venerdì 27 ottobre alle ore 21 al teatro “Nieri” di Ponte a Moriano che ospiterà una serata di spettacolo e divertimento dal respiro ormai regionale.   I dettagli ve li sveleremo solo nei prossimi giorni, ma è certo che anche stavolta sarà un vero e proprio show di cabaret, con i concorrenti che si esibiranno sul palco per due ore di risate assicurate. L’obiettivo dell’iniziativa di Anffas resta quello di sensibilizzare le persone rispetto al mondo della disabilità intellettiva e relazionale e creare un’occasione di inclusione e di relazione “leggera” e aperta a tutti. Anche in questa occasione saranno presenti alcuni dei ragazzi e degli operatori che sono quotidianamente impegnati all’interno dei progetti realizzati dall’associazione. La serata è a ingresso gratuito.

- di Redazione

Le Comunità toscane al tempo del Risorgimento. Dizionario Storico. Sabato la preentazione

BARGA – Dalla A di Abbadia San Salvatore alla Z di Zeri: le 322 comunità della “Grande Toscana” al tempo del Risorgimento sono oggetto della meticolosa indagine curata dal professor Fabio Bertini. La ricostruzione storica prende avvio dagli ultimi anni di governo del granduca Pietro Leopoldo e dal suo progetto di riforma (ma talora si spinge a considerare anche più antiche radici storiche) e attraversa i grandi eventi successivi: la dominazione napoleonica, la Restaurazione, per soffermarsi sui fondamentali momenti di rivolta e di lotta per le libertà, l’indipendenza e l’unità nazionale, a volte anche facendo riferimento in proiezione a eventi successivi. Le voci del Dizionario riguardano non solo le popolazioni un tempo granducali, ma anche quelle che, in modo transitorio o continuo, hanno fatto parte di altri Stati, come Parma e Modena, e altre ancora che, un tempo toscane, oggi si trovano in altre regioni. Non solo della grande Storia si parla dunque, di celebri battaglie, di scambi di troni…

- di Redazione

Il ricordo di John Bellany: “Lui camminerà per sempre nelle vecchie stradine di Barga”

BARGA –  “Lui camminerà per sempre in queste vecchie stradine;  a Barga mi sentirò per sempre più forte perché il suo spirito rimane qui” Solo questa ultima frase basta a riassumere il bel ricordo che la moglie di John Bellany ha pronunciato questo pomeriggio in piazza Angelio in occasione della scopertura della lapide voluta dagli amici di Barga per tributare all’artista il ricordo perenne della “sua” Barga. In quella barga, come ha ricordato il senatore Andrea Marcucci dove dopo Pascoli anche Bellany scoprì il bello ed il buono e trovò il suo eden. E’ stato un bel pomeriggio per John bellany; il voluto riconoscimento di Barga per lui che ha portato nel mondo il nome della Scozia ma che il mondo poi lo ha condiviso grazie alle sue opere dedicate alla nostra terra, con la Valle del Serchio. A ricordare Bellany il sindaco di Barga, Marco Bonini, il sindaco di Molazzana Rino Simonetti, che ha coordinato il gruppo di amici…

- di Redazione

Nel segno dell’amicizia con Bellany

L’omaggio di Barga e dei suoi amici a John Bellany ha preso il via questa mattina con una breve cerimonia per aprire una mini mostra, che durerà solo per la giornata odierna, delle opere dell’artista scozzese. Le opere, tutte appartenenti a collezioni private, sono state esposte in quella che è stata per tanti anni la galleria di John Bellany, quella sede dove poi oggi verrà scoperta a nome degli amici, una targa commemorativa (ore 17,30). All’inaugurazione della mostra con il sindaco di Barga, MARCO Bonini, la moglie di Bellany, Helen con la figlia, il s sindaco di Molazzana, Rino Simonetti, principale fautore della iniziativa di oggi ed il sindaco di Fosciandora, Moreno Lunardi, comune dove Bellany aveva acquistato la sua casa in Valle del Serchio. Lunardi ha dichiarato che sarebbe felice di ospitare un evento del genere anche nel comune di Fosciandora  dove tutti conoscevano Bellany ed erano onorati della sua presenza. Il sindaco Bonini ha invece ricordato l’appuntamento di…

- di Adolfo Berti

Lettere in redazione: quegli zaini pesanti come macigni

Sono andato a prendere il nipotino a scuola: III elementare.  Gli ho preso lo zaino e mi ha spiombato! Sono arrivato a casa l’ho pesato kg 8. Ora ho capito perchè le bimbe hanno tutte il troller. Ma io mi chiedo: non c’è un modo di organizzarsi in maniera diversa? Possibile?  Non faccio polemica perchè le direi grosse come case. Possibile non ci sia nessun medico che brontola? nessun insegnate di educazione fisica? A me che vada bene cosi non pare proprio!