La pagina dei Lettori

- di Redazione

“Via Geri di Gavinana come una discarica. Togliete quel cassonetto”

FORNACI – Una lettrice, Sara Tinacci che abita a Fornaci in via Geri di Gavinana, ci segnala una situazione di degrado presente nella via. “Ormai è una discarica a cielo aperto. Questa è la situazione questa mattina presso il cassonetto degli indumenti, e non è la prima volta. Ci viene abbandonato di tutto e questi sono i risultati. Noi abitanti del posto richiediamo la rimozione del cassonetto perché non ne possiamo più. Anche se, va detto che ogni volta passano gli addetti a ripulire quello che viene abbandonato, resta il fatto che una indecenza del genere in centro è una schifezza che non si può più sopportare”.

- di Redazione

Nuovo atto vandalico alla stazione di Ghivizzano

GHIVIZZANO – Con rammarico dopo che nelle scorse settimane, ignoti lanciarono un sasso contro un finestrino di treno in transito nella stazione di Ghivizzano, dobbiamo segnalare un altro atta vandalico. A farne le spese questa volta è stata la pensilina a servizio degli utenti nell’attesa dei treni. Fu installata qualche anno fa dopo la richiesta del Comitato Pendolari a Rete Ferroviaria Italiana, e da settimane insieme all’amministrazione comunale di Coreglia stiamo chiedendo l’installazione di una seconda pensilina visto l’aumento dell’utenza. Come rappresentante dei pendolari ho già segnalato all’Amministrazione di Coreglia e a RFI, ma cxi chiediamo: perché  bisogna danneggiare un bene al servizio della comunità? Presidente Comitato Pendolari Lucca-Aulla Michel Rocchiccioli

- di Redazione

Alla primaria di Fornaci tazzine del caffè plastic free

Le insegnanti della scuola primaria di Fornaci di Barga, appena rientrate a scuola a settembre, hanno pensato, su iniziativa della loro capo plesso Luciana Comparini, di accogliere il messaggio, partito lo scorso anno dall’appello di Greta Thumberg: porre in essere una semplice azione per contribuire a ridurre l’inquinamento del pianeta e diminuire il consumo e l’utilizzo della plastica, almeno quella non necessaria al vivere quotidiano,; facilmente sostituibile con materiali a meno impatto ambientale e riutilizzabili. Pertanto, senza aspettare il 2021, data scelta dal Consiglio europeo per abolire tutte le stoviglie di plastica, le docenti hanno deciso di eliminare i bicchierini di plastica dalla macchina del caffè, tè e cioccolata. Ogni insegnante, ora, ha la propria tazzina in coccio, corredata da cucchiaino. Un’iniziativa che vuole diventare un messaggio per tutto il mondo della scuola e non solo: la terra è la nostra casa, quella dei nostri bambini e tutti insieme, partendo da noi adulti, abbiamo il dovere di mantenerla sana e…

- di don Stefano Serafini

A proposito della Giornata per la custodia del creato

SOMMOCOLONIA – Domenica 1 settembre, per  il quinto anno consecutivo, si è celebrata nel Vicariato di Barga la “Giornata per la custodia del Creato”. Un gruppo numeroso di circa cinquanta persone sul far della sera si è ritrovato a Catagnana con don Stefano Serafini, don Giovanni Cartoni e il diacono Marco Tomei, i referenti di altre confessioni cristiane e di associazioni coinvolte e attraverso il bosco, assaporando i colori del tramonto, ha raggiunto il paese di Sommocolonia percorrendo  l’antica mulattiera. Accogliendo l’invito di papa Francesco, abbiamo riflettuto sulla sua Enciclica, la Laudato sì’, e affrontato la problematica che in spirito ecumenico riguarda tutti: la perdita della biodiversità. Poiché con il termine biodiversità  si indica la grande varietà di specie viventi che abbiamo sulla terra,   perdita della biodiversità  significa distruzione della vita sul nostro pianeta. È impressionante pensare ai ritmi incredibili con cui diminuiscono le creature viventi: ogni giorno scompaiono 200 specie, tanto che siamo nella sesta estinzione di massa dopo quella dei dinosauri di…

- 1 di Redazione

In pensione Anna Maria Biagioni, il saluto del Direttore Amministrativo dell’Istituto Comprensivo di Barga

Dopo più di 44 anni di servizio è giunto anche per me il momento di voltare pagina. Dal primo di settembre 2019 sarò in pensione. Sono stata in servizio all’ Istituto Comprensivo di Barga per 25 anni e, in precedenza, presso la segreteria della Direzione Didattica di Barga, del Distretto Scolastico della Media Valle del Serchio con sede in Barga e presso l’Istituto Magistrale di Barga e ITC “Magri “ di Barga. Molto impegnata negli Organi Collegiali della Scuola, per due mandati consecutivi sono stata eletta nel Consiglio Scolastico Provinciale di Lucca e ho fatto parte della Giunta, quale rappresentante del personale non docente. Confesso di chiudere questa pagina della mia vita lavorativa con una certa nostalgia, ma felice di aver dedicato alla scuola in questi anni il meglio di me stessa, e di aver operato sempre con entusiasmo, e soprattutto con amore. Ho cercato sempre di tener fede ai principi basilari, per me, quali l’onestà intellettuale, l’imparzialità e lo…

- di Redazione

Perché è sempre chiusa la chiesa di San Rocco a Sommocolonia?

Buongiorno, Scrivo per sapere perché la chiesa di San Rocco a Sommocolonia è chiusa. Secondo me dovrebbe essere sempre aperta in estate per le persone in vacanza che vogliono pregare. Anche per i ragazzi pisani che vengono ogni anno a Sommocolonia. Invece i residenti chiudono la porta perché non sono interessati. La chiesa era chiusa per San Rocco ed anche per Santa Maria. Avevo messo un cartello accanto chiedendo di non chiudere la porta ma è stato tirato giù. Anche se i residenti sono abitualmente in circa 20 e poco più a Sommocolonia, in estate, con la comunità estiva, siamo a circa novanta persone che qui portano vita e soldi. Sarebbe giusto che ci fosse dunque il rispetto per noi e per la chiesa   Saluti Andrea Vincenti

- di Bernard Nardini

L’arte di Keane? Fa bene a Barga

Biroldo, bicchieri, vanga, pennato, Madonnine, l’universo artistico di Keane, il più Barghigiano degli inglesi insediato a Barga, irradia con la sua arte il cuore antico della Garfagnana e di Barga. L’ultima sua mostra sui Pennati, curata con professionismo e originalità nella «Oxogallery» presso la piazza Salvo Salvi nella sua città, dimostra la presenza ancora viva della tradizione del nostro territorio. Il laboratorio di Keane, poco distante dalla mostra, è un serbatoio, anzi una pentola a pressione di cui esce si sprigiona un irresistibile profumo d’arte che si diffonde a 360 gradi. Il “Biroldo Tape”,  espressione musicale con la quale è capace di esprimersi, soffia la sua sensibilità come un’essenza insolita e dolce, che risveglia la curiosità di chi vuole o di chi sa soprattutto guardare veramente la gente e quello che ci circonda. La musica completa, in effetti,  i diversi modi di fare arte, di vivere il bello e il buono delle piazze, luoghi d’incroci e di socializzazione come una…

- di Redazione

Gruppo No al no a prescindere: “Sindaco Campani, vogliamo che ci incontri e ci ascolti”

Il Gruppo No al No a prescindere, che difende la realizzazione del progetto del gassificatore di KME, interviene sulla vicenda inviando una dura lettera aperta al sindaco di Barga Caterina Campani, accusata di non voler ascoltare le ragioni dei dipendenti di KME. Ecco il testo integrale.   “Caro sindaco Campani, riteniamo doveroso far sentire la nostra voce nei suoi confronti perché sempre più si sentono ragionare politici, politicucci locali, senatori riguardo alla nota vicenda pirogassificatore senza che quasi mai si riesca a far sentire la nostra voce. Vogliamo quindi rivolgerci direttamente a lei che, come forse sa, è anche recentemente stata votata da parecchi dipendenti del nostro stabilimento. Vogliamo in ogni caso rimarcare che 150 dipendenti diretti (senza tener conto dell’indotto che su vari strati moltiplica questo numero) sono residenti nel comune che amministra e che da sindaco, in ogni caso, dovrebbe avere a cuore anche questa fetta di popolazione. A nessuno di noi è infatti sfuggito il fatto che…

- di Redazione

Erba alta al cimitero

BARGA – Da un nostro lettore arrivano alcune foto relative all’erba alta presso il cimitero di Barga. Chiede che si faccia qualcosa per rendere più decoroso il camposanto, partendo appunto dalla cura dei prati.

- di Redazione

Scaltritti risponde al Comitato della costituzione.

Ecco la replica di Scaltritti:   Calma, Marco Scaltritti è un uomo libero autonomo e responsabile. Non mi interessa alimentare polemiche,  contrapposizioni personalistiche, ovviamente sapevo benissimo che prendendo posizione su un tema così delicato mi sarei attirato molte critiche (legittime) e forse anche  qualche offese (meno legittime) perché  è un  tema profondamente divisivo  ed il mio pensiero è certamente minoritario. PARTO DA QUESTA CONSAPEVOLEZZA AL FINE DI CONTRASTARE E RESPINGERE CON NETTEZZA, ALLUSIONI  SCORRETTE  CHE SI VOGLIONO FAR PASSARE NELL’OPINIONE PUBBLICA. Nel documento del comitato per la costituzione si allude che sarei portatore di interessi particolari e strani e di voler pescare nel torbido… Una rappresentazione che è tutto l’opposto di chi sono: ho sempre combattuto,  lottato ed elaborato idee  e progetti  per promuovere  interessi generali e trasparenti per  generare  sviluppo e la crescita delle popolazioni della valle. Non difendo nessun potere oscuro ne tantomeno faccio parte di qualche complotto,  sono le mie convinzioni culturali, basate  anche sull’esperienza  professionale maturata,…

- 3 di Redazione

Scaltritti: “Sul progetto gassificatore di KME bisogna avviare un confronto senza pregiudizi”

Riceviamo e v pubblichiamo questo appello di Marco Scaltritti rivolto alle istituzioni locali della Valle del Serchio sull’impianto di pirogassificazione proposto dall’azienda Kme di Fornaci di Barga; progetto per il quale esprime il suo parere favorevole   Negli anni 70-80, cioè circa 35-40 anni fa, da dirigente del P.C.I.  assieme  a tanti amici e compagni (che tralascio di nominare  per evitare di essere accusato di strumentalizzazioni ), elaboravo proposte e iniziative affinchè la metallurgica potenziasse lo stabilimento di Fornaci in termimi occupazionali , rinnovasse gli impianti industriali al fine di coniugare l’ambiente con il lavoro e mi ricordo che uno dei primi obiettivi del movimento operaio , proprio per  la sua lungimiranza culturale,  nei confronti degli abitanti di Fornaci era la realizzazione del ponte sul Serchio,  a nord,  per togliere dal centro di Fornaci i 50 tir e oltre che tutte le mattine prima delle ore sei,  sostavano accesi in via della Repubblica, per farli entrare direttamente nello stabilimento  a…

- di Redazione

A Piano di Coreglia degrado in via del Colle e dintorni

Volevo segnalare che a Piano di Coreglia  via del Colle, dove è presente un antica fontana e pozzo, è in pessime condizioni. Il pozzo oltre ad essere pieno d alghe, cosa normale con il caldo, è pieno di bottiglie, lattine ecc. Immondizia, lattine, carte, piatti, bicchieri, bottiglie di plastica, vetri rotti sono presenti per terra per tutta la zona. Non è presente un cestino della spazzatura dove poterle gettare questo non giustifica l’atto di abbandonare tutta questa roba (c era ma è stato rimosso dal comune senza spiegazioni). Poco tempo fa la piccola statua di Santa Lucia che era presente, è stata vittima di vandalismo e distruzione da parte d ignoti. Non è presente neanche l’ illuminazione. Il tavolino di legno inoltre, è pericolante. Questa situazione va avanti da mesi, senza che nessuno faccia nulla se non qualche persona anziana che pulisce ogni tanto.  Aggiungo che sia al fontanone sia al campo sportivo sono due zone molto frequentate e prive di cestini della spazzatura…