Maresa Andreotti: “Ma che inciuci e convocazioni segrete? Vogliamo rendere villa Nardi al meglio”

-

La questione della gestione futura e passata di Villa Nardi, il centro sociale per anziani autosufficienti gestito dal Circolo Rita Levi Montalcini, dopo anche egli attacchi all’Amministrazione Comunale da parte del gruppo d’opposizione Progetto Comune, continua ovviamente a far discutere

Ad intervenire sulla vicenda è oggi il capogruppo di maggioranza: Maresa Andreotti:

“Per dare la possibilità a Villa Nardi  di ripartire e di continuare a svolgere al meglio la sua funzione di Centro Culturale e Ricreativo, la nuova amministrazione del comune di Barga – scrive Andreotti – attraverso la sua normale attività istituzionale, si è incontrata nei giorni scorsi,  alle luce del sole, con le associazioni e i cittadini interessati, nelle sedi del Palazzo Comunale, mettendo a disposizione i Tecnici e i Responsabili degli uffici, per trovare le migliori soluzioni attuabili e soprattutto per poter continuare ad offrire questi spazi, ad alta valenza sociale, alla comunità.

Non ne abbiamo parlato al bar, non ci siamo fidati del sentito dire, che può portare a veicolare informazioni sbagliate : non c ‘ è nessun decreto ingiuntivo a carico del comune di Barga.  Nessun inciucio, ma convocazioni in via ufficiale degli attori interessati,  nelle sedi opportune. Per democrazia, le questioni delicate si discutono nelle sedi democratiche. Altro che stanze segrete!

Ci stiamo lavorando e certi toni sono francamente irricevibili, privi di rispetto anche nei confronti del direttivo appena costituitosi. Abbiamo ben presente l’alto valore sociale della struttura e per questo ci stiamo adoperando a supporto del nuovo direttivo.  Vogliamo rendere villa Nardi operativa sfruttandone al massimo le potenzialità e tutti dovremmo lavorare in questa direzione.”

 

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*