L’AS Barga presenta i nuovi arrivi per la stagione 2019/20

- 5

Presso il Ristorante La Pergola di Barga, l’ A.S.D. Barga ha presentato ai suoi tifosi e alla carta stampata i nuovi arrivi in casa azzurra per la stagione 2019/2020 che dovrà affrontare il Campionato di seconda Categoria.

La dirigenza azzurra era rappresentata dal Direttore Generale Nicola Autiero, dal Direttore Sportivo Luca Notini, dai dirigenti Leonardo Mori e Giuseppe Togneri, i quali dopo aver aperto con un piccolo saluto hanno proceduto alla presentazione dei nuovi arrivi e di graditi ritorni.

Il primo è stato il portiere Federico Sartini che già diversi anni fa difese la porta del Barga in Promozione e Prima Categoria ed è stato fortemente voluto da tutta la dirigenza, in primis il Presidente Guido Mori e da tutto lo staff tecnico; rappresenta sicuramente il primo tassello insostituibile della squadra, una vera garanzia per tutta la squadra e tra i migliori portieri dell’ intera Categoria. Considerata la sua grande esperienza Federico avrà anche il compito di far crescere il giovane portierone Davide Togneri, classe 2001.

Il secondo arriva in prestito dal Castelnuovo, il centrocampista Filippo Angelini, classe ’97, barghigiano doc, che ha iniziato calcisticamente nel settore giovanile del Barga per poi passare in quello gialloblu; con la casacca del Castelnuovo ha fatto tutta la trafila, dalle giovanili alla Juniores per poi esordire in prima squadra; nelle ultime stagioni era andato in prestito a diverse società della zona, l’ ultima il Vagli in seconda Categoria. E’ stato voluto fortemente dall’allenatore Stefano Marchi, il quale ne conosce le grandi qualità e rappresenta un altro tassello fondamentale della squadra azzurra.

Il terzo è il centrocampista Roberto Tognelli, classe ‘ 96, nato e cresciuto calcisticamente sempre nel Barga, nelle ultime stagioni per motivi di studio aveva preferito andare a giocare con gli Amatori, ma anche qui mister Marchi lo ha voluto fortemente e lo considera un giocatore duttile, in grado di poter ricoprire diversi ruoli, esterno basso, esterno alto e a volte anche centrocampista centrale.

Ed arriviamo al quarto; dopo i prestiti prima al Vorno in Eccellenza e poi in Promozione al Pieve Fosciana, torna alla casa madre il “bomber” Patrizio Balducci, classe ’97, che nella stagione 2017/2018 con la casacca del Barga realizzò la bellezza di 21 reti, contribuendo con le sue reti in maniera determinante alla salvezza del Barga.

Anche quest’anno il peso offensivo peserà sulle sue spalle, ma il D.S. Notini e tutta la dirigenza sono convinti che Patrizio anche grazie all’ esperienza acquisita nell’ ultima stagione in categorie superiori saprà trascinare tutta la squadra a suon di gol.

 

Tag: ,

Commenti

5

  1. Roberto Conti


    Da “Vecchiagloria” del Gatti Randagi Football Club, premettendo il dispiacere di perdere un così simpatico ragazzo e valente giocatore, come il Roberto Tognelli, facendogli i migliori auguri per la nuova e meno impegnativa avventura, vorrei fargli sapere che, personalmente, capisco il fatto aver ceduto alle lusinghe dei suoi amici, che militano nelle file dell’ ASD Barga 1924, e che, comunque, il giorno che se la sentirà di ritentare nel cimentarsi a un livello superoire, le porte del Gatti Randagi Football Club, secondo me, saranno per lui sempre aperte.


    • Caro Roberto,

      premetto che scrivo a titolo personale e ne farei volentieri a meno, allo stesso ritengo che le opinioni, in democrazia, sono tutte lecite e giuste se espresse in toni rispettosi, ma visto che sei recidivo la domanda nasce spontanea, tutto questo astio che esprimi tutte le volte che parli del Asd Barga da cosa nasce? Senza considerare che certe tue affermazioni possono creare attriti e malumori in una comunità dove ci conosciamo tutti.
      L’ho sempre affermato e te lo confermo, apprezzo i Gatti per il lavoro che svolgono, per l’amicizia e lo spirito di aggregazione che li contraddistingue e per i risultati ottenuti, siete, o forse gli altri Gatti sono un gruppo di amici stupendo.
      Ti faccio presente, che il sottoscritto, in qualità di facente funzioni del presidente, crede di avere un buon rapporto con i vari rappresentanti dei Gatti Randagi; ho la presunzione di pensare che abbiamo condiviso insieme con spirito di gruppo ed allegria i vari eventi che hanno coinvolto la nostra comunità in questi anni e mi auguro negli anni futuri. Continuo ad avere la presunzione che la tua sia una voce fuori dal coro!!!
      Tengo a precisarTI con assoluta cognizione di causa che ASD vuole dire Associazione Sportiva Dilettantistica e non come erroneamente ed a titolo diffamatorio hai affermato in altre occasioni evitando la querela solo perché siamo cresciuti insieme e ti reputo un amico.

      Non voglio essere borioso, ma giusto per correttezza e per confermarti quanto sopra, ti faccio presente che da circa venti giorni l’Associazione Sportiva ha messo a disposizione degli amici Gatti Randagi la cella frigo dello stadio per conservare il vs ghiaccio, in modo di farvi affrontare la Festa delle Piazzette senza disagi.
      Onde evitare disguidi ti faccio presente che questo “piccolo servizio” lo facciamo molto volentieri, lo riteniamo doveroso per i rapporti che mi legano con i gatti e ci rende orgogliosi di poter essere di aiuto, ovviamente senza oneri . . .
      PS ti rassicuro anche che la cella frigo è stata acquistata con soldi leciti, non ci sono mai stati conservati corpi di reato dovuti ad associazioni a delinquere . . . quindi bevi con gioia e serenità i cocktail della piazza Randagia e vivi sereno.

      Un abbraccio
      Leonardo Mori


      • Caro Leo, confermandoti che mi ricordo gli anni in cui siamo cresciuti insieme e che anche io ti ho sempre considerato un amico e premettendo che anche io scrivo e ho sempre scritto o parlato, a titolo personale, in quanto non ricopro alcuna carica gestionale all’ interno del Gatti Randagi Football Club; onestamente, rimango stupito e non capisco per cosa te la sia presa, ho scritto quel commento per fare gli auguri a un bravo e simpatico ragazzo, il quale,molto più che comprensibilmente, ha deciso di lasciare i Gatti per andare a giocare dove ha gli amici, che, altrettanto legittimamente, lo hanno invitato a unirsi a loro, dicendogli che, se un giorno vorrà ritornare, ritengo, che le porte saranno sempre aperte; se poi, il fatto che io ritenga (e qui si entra nel campo delle opinioni, che citavi te all’ inizio del tuo commento) il livello del gioco, che viene espresso tra le squadre di vertice che disputano il campionato di 1a Serie Dilettanti AICS, di quello che c’è nella Seconda Categoria Dilettanti FIGC, un attacco alla ASD Barga 1924, mi dispiace, ma mi lascia basito.
        Chiudo dicendoti che anche io avrei fatto volentieri a meno di dovermi impegnare a scrivere, su una polemica basata sul…niente, che il tuo invito a vivere sereno è superfluo, perchè io vivo…serenissimo!!!
        Contraccambio volentieri l’ abbraccio (anche se li preferisco di persona) e ti invito a venire alla Piazzetta Randagia, dove qualche drink, ricordando i vecchi tempi, te lo pago più che volentieri!!!


        • Roberto,
          sicuramente verrò a bere nella piazzetta, e sicuramente il livello delle due categorie non si discosta molto. Ti spiegherò volentieri il significato del mio post, perché probabilmente non ne hai colto l’essenza visto che ritieni la polemica basata sul niente. I social (compreso whatsapp) non sono il posto migliore per dialogare. Ci vediamo in piazzetta.


  2. Ieri sera dopo diverso tempo ho incontrato l’amico Roberto, ci siamo parlati, ognuno con le sue motivazioni e ci siamo chiariti dandoci appuntamento per una bevuta alla piazzetta Randagia. Il caso ha voluto che lui, Gatto Randagio e io AsdBarga1924 ci siamo incontrati a cena nella piazzetta degli amici del GS Barga testimonia che a volte il destino è portatore di buone cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*