Montagna. Toscana vara legge contro abbandono, Confcooperative e Cna “Soddisfazione per provvedimento utile e necessario”

-

FIRENZE – “La montagna deve essere considerata a tutti gli effetti un sistema economico da valorizzare in grado di integrarsi nel complesso dell’economia regionale. Per questo esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per l’attenzione data dalla Regione Toscana e dal Consiglio Regionale” E’ quanto dichiarato dal coordinatore del Tavolo della Montagna del Comune di Pistoia Alessandro Sottili (Confcooperative Toscana Nord) che commenta così l’approvazione in Consiglio Regionale di una legge presentata dal gruppo Pd per valorizzare, anche attraverso la costituzione di un tavolo regionale ad hoc, i territori montani e contrastare fenomeni di abbandono.

“Un provvedimento che è visto con maggiore interesse da territori come quello pistoiese dove l’attenzione a questo settore è stato a più riprese dimostrato sia dall’amministrazione comunale che dall’Unione dei Comuni della Montagna che sono stati promotori di numerosi progetti nati per favorirne il rilancio dell’economia locale. Fra i primi obiettivi del neo-costituto tavolo – spiega Sottili – il presidio dei progetti sui cammini regionali e sul turismo sostenibile”.

“Il tavolo – aggiunge Marco Buonomini, Presidente area territoriale montagna pistoiese di Cna Toscana Centroè nato dalla volontà delle categorie e dei sindacati per avere uno spazio di confronto utile a produrre proposte e idee per il rilancio delle politiche per la montagna. La legge approvata dalla Regione Toscana va proprio nella direzione auspicata: favorire un maggiore coordinamento tra le politiche regionali e i territori per sfruttare al meglio le dotazioni finanziarie già in essere, come i fondi leader gestiti dai GAL e le Aree interne. Intercettare nuovi finanziamenti derivanti da fondi regionali ed europei, continua Buonomini, potrebbe essere un auspicato incentivo per far nascere nuove imprese e ripopolare i nostri borghi”.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*