In pensione Catia Gonnella, dopo cinque anni di dirigenza dell’ISI Barga

-

Dopo cinque anni di gran buon lavoro, lascia la direzione dell’ISI di Barga, di tutto il polo delle scuole superiori di Barga e Borgo a Mozzano, la dirigente scolastica Catia Gonnella. Per lei, dopo 43 anni di lavoro, è giunto il tempo del pensionamento che sarà definitivo dal 31 agosto scorso. Nei giorni scorsi la Gonnella, che è originaria di Barga ma che risiede a Lappato, è stata festeggiata anche a scuola e ringraziata dalla squadra amministrativa e dei docenti dell’ISI.

Il suo lungo percorso lavorativo era peraltro iniziato proprio a Barga; qui dal 1976 al 1983 aveva iniziato a lavorare come applicata di segreteria per poi divenire insegnante elementare.

Negli anni è stata preside incaricata al Comprensivo di Gallicano, è stata preside del comprensivo di Ponte Buggianese, ha avuto la reggenza per un anno all’Istituto Campedelli di Castelnuovo e per due anni all’alberghiero di Viareggio prima di arrivare a Barga nel 2014. Con lei le scuole barghigiane hanno vissuto anni di crescita delle iscrizioni, ma anche di profondi interventi di edilizia scolastica, come il rifacimento della scuola alberghiera.

“Lascio – ci dice – delle scuole in ottima salute, ma con tanti obiettivi davanti che spero possano essere realizzati dalla nuova dirigenza. Intanto mantenere il livello raggiunto dalle nostre scuole e poi mi auguro che si riesca a portare a termine un progetto che secondo me sarebbe la giusta continuazione del ruolo dell’alberghiero di Barga, che porta il nome dei Fratelli Pieroni che hanno fatto storia nel campo della ristorazione barghigiana nel mondo. Oggi, nel mondo, come loro, ci sono tanti studenti che hanno raggiunto un nome e che sono partiti da questa scuola alberghiera. Sarebbe bello che si facesse il possibile per riunirli in una associazione che fungesse poi da ‘scuola internazionale’ per la specializzazione dei nostri giovani. Tanti ex allievi potrebbero insomma accogliere i nostri studenti e farli crescere ancora. Il tutto per dare appunto una dimensione internazionale all’alberghiero Pieroni; le potenzialità ci sono ma ora questo lavoro va portato avanti.

Per quanto riguarda gli interventi di edilizia scolastica tanto è stato fatto in questi anni e mi auguro che presto possano partire anche i lavori di rifacimento della ala che un tempo ospitava la scuola media ed ora parte delle nostre scuole e gli uffici. Deve essere poi condotta una vera battaglia per il rifacimento e la valorizzazione di tutta l’area esterna degli impianti sportivi”.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*