Una rotatoria in Piangrande a Barga, marciapiedi più sicuri a Ponte all’Ania. Approvati i progetti

- 1

Una rotatoria nel Piangrande a Barga, l’eliminazione dei pericoli per i pedoni lungo via nazionale a Ponte all’Ania.

Per quanto riguarda Ponte all’Ania si tratterebbe della realizzazione di un percorso pedonale alternativo che eliminerebbe i pericoli esistenti attualmente per i pedoni che si trovano a percorrere via Nazionale, lungo la SR 445, dove è presente solo un esiguo passaggio pedonale; il tutto con un percorso pedonale alternativo ed anche il miglioramento di un tratto di marciapiede esistente, con l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il nuovo percorso pedonale dalla zona del market di Ponte all’Ania passerebbe nel retrostante parcheggio per poi ricollegarsi al marciapiede esistente nella zona della farmacia. Qui sarebbero anche abbattute le barriere architettoniche consentendo un migliore utilizzo  a chi ha difficoltà motorie.

A Barga invece si tratta appunto della costruzione di una rotatoria  che eliminerebbe la curva presente alla fine di via Puccini (zona Stadio); la rotatoria sarebbe uno dei lavori destinati non solo ad eliminare la brutta curva esistente (con l’allargamento peraltro del tratto di strada che arriva fino a via Funai), ma anche  in previsione della futura cittadella scolastica di Barga che dovrebbe sorgere in quell’area, con già la richiesta di finanziamento presentato dal Comune al MIUR per la realizzazione della nuova scuola materna.

Siamo comunque per il momento solo alle fasi iniziali di un iter avviato per la richiesta dei finanziamenti. E’ stato intanto approvato, infatti, il progetto definitivo  per la creazione della rotatoria nel Piangrande: un progetto di 150 mila euro totali di cui il comune ha richiesto alla regione Toscana un finanziamento nell’ambito del bando per l’azione regionale sulla sicurezza stradale. Il finanziamento, se concesso, sarebbe di 75 mila euro e ci sarebbe poi l’impegno del comune a coprire la differenza. E’ stato ugualmente approvato dalla giunta il progetto definitivo per la richiesta di finanziamento regionale, sempre nel medesimo bando anche per i lavori a Ponte all’Ania.  Il lavoro costerebbe 150 mila euro, con una quota parte del comune, in caso di accettazione dell’intervento dalla Regione, di 30 mila euro.

 

Tag: , , , ,

Commenti

1

  1. Valter Ghiloni


    Mi raccomando. Le scuole avviciniamole alle fonti di inquinamento, esistenti e in progetto. E’ una buona idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*