Jazzlive e Teatro Canzone al Barga Jazz Club

-

Aprile all’Associazione Culturale Barga Jazz Club parte con il live di FERDINANDO ROMANO QUARTET, venerdì 5, dalle 22. Ferdinando Romano al contrabbasso, Tommaso Iacoviello alla tromba, Manuel Magrini al pianoforte e Giovanni Paolo Liguori alla batteria presenteranno un repertorio inedito e originale, le cui influenze spaziano in modo ampio dall’hard-bop fino alla musica contemporanea e all’improvvisazione libera. Ferdinando Romano, diplomato presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, ha frequentato il corso di Composizione Sperimentale con il M. Paolo Furlani, conseguendo il compimento inferiore, nello stesso consevatorio. Nel 2015 consegue il Master in Performance con il M. Enrico Fagone presso il Conservatorio della Svizzera Italiana. Allo stesso tempo frequenta i corsi di musica d’insieme di Valdarno Jazz. Nel 2017 viene selezionato per partecipare al Master InJam a Siena Jazz con il trombonista Glenn Ferris e il sassofonista Logan Richardson. Viene insignito della borsa di studio per i migliori allievi durante i seminari estivi di Siena Jazz. Si esibisce con numerose orchestre e ha collaborato con l’Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani e la Swiss Jugend Symphony Orchestra. In qualità di compositore, alcune sue opere da camera e orchestrali sono state eseguite in rassegne e concerti. Ha lavorato come musicista e autore in ambito teatrale collaborando a lungo con l’attrice Maria Cassi e collaborando con alcuni studi di registrazione partecipando a registrazioni e produzioni musicali per la Rai e la Radio Televisione della Svizzera Italiana. In ambito jazzistico svolge un’intensa attività live e in studio, collaborando con numerosi jazzisti della scena italiana e internazionale e esibendosi con musicisti come Glenn Ferris, Logan Richardson, Jerome Sabbagh, Jon Boutellier, Joe Alessi, Allen Vizzuti, Michael Applebaum, Maurizio Giammarco, Bernardo Guerra, Cristiano Arcelli, Francesco Cusa, Carlo Atti, Andrea Beneventano, Aldo Bassi, Achille Succi, Fabio Morgera, Antonino Siringo, Ettore Bonafè, Giulio Stracciati, Leonardo Radicchi, Giovanni Paolo Liguori e molti altri. Ha pubblicato a suo nome insieme al chitarrista Marco Poggiolesi il disco “Tandem” per la casa discografica Philology Records e il disco “Tandem. A Ruota Libera” per Dodicilune. Di recente uscita è il disco “Don’t call it justice” di Arcadia Trio pubblicato per Alfamusic che ha visto il trio impegnato in un tour promozionale in tutta Italia insieme al trombonista Robin Eubanks (che annovera tra le sue collaborazioni Dave Holland, Michael Brecker, Art Blakey, Elvin Jones, Sun Ra, Barbara Streisand, Rolling Stones…).

 

Sabato 6, invece, sempre dalle 22, arriva il teatro canzone con: “Passo dopo”.
Lo spettacolo è un viaggio buffo nel mondo di Francesco Bottai, fatto di storie e canzoni surreali quanto comiche, attraverso le quali si dipana la narrazione. E’ uno spettacolo di Teatro Canzone, asciutto e sincero, che privilegia l’empatia alla scenografia: una chitarra, una voce e un pianoforte. Dopo l’esperienza decennale con I Gatti Mézzi, per Bottai, c’è la voglia di allargare gli orizzonti compositivi e testuali per approdare a una forma canzone più ampia e matura e che rispecchi lo stato attuale della propria esistenza. In questo senso si libera dai vincoli della sola toscanità per sondare la molteplicità dei territori che lo appartengono e lo stimolano. Lo spettacolo è stato pensato e messo in scena con la collaborazione della compagnia teatrale de Gli Omini, compagnia molto attiva sul territorio che ha ormai un’identità vera nell’ambiente teatrale nazionale. L’incontro di queste due sensibilità ha fatto scaturire una rappresentazione inedita e coinvolgente. Lo spettacolo vedrà protagonisti Francesco Bottai alla chitarra/voce e Daniele Aiello al piano.
Francesco Bottai nel 2005 fonda, insieme a Tommaso Novi, “I Gatti Mézzi” progetto con il quale incide 6 dischi vendendone oltre 50.000 copie. Intorno a 700 i concerti fatti (tour in Canada, Francia e Belgio), vince vari premi come il Premio Ciampi, Premio della Satira, Premio Barezzi e arriva in finale al Premio Tenco. Svariate le collaborazioni: Stefano Bollani, Dario Brunori, Bobo Rondelli, Paolo Migone, Petra Magoni, Dario Fo, Ascanio Celestini, Andrea Kaemmerle, Gianmaria Testa, Bandabardò, The Zen Circus, Alessandro Fiori, Nico Gori, Beppe Scardino, Mirko Guerrini, Tony Cattano, Francesco Carmignani e altri…
Nel Maggio 2017 uscirà “Vite Semiserie”, per l’etichetta Labella e è il suo primo disco solista.
Nel 2018, sempre per l’etichetta Labella esce in singolo “Passo dopo”. Nel 2019 prende avvio la collaborazione con Gli Omini, per la messa in scena dello spettacolo di Teatro Canzone dal titolo “Passo dopo”.
Entrambe le serate sono rivolte ai soci ACSI. Per info e prenotazioni: segreteria@bargajazzclub.com.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*