Il 19 marzo in scena a Barga Il Misantropo di Molière

-

Il fascino senza tempo di un classico dei classici riletto da Marco Lorenzi, rilettura che piacerà senza ombra di dubbio ai giovani perché ne parla il linguaggio. Solo contro tutti, l’Alceste di Molière da cinque secoli combatte la sua battaglia contro chiacchiericcio e delazione in una partita a scacchi dove uomini e donne indossano maschere di falsità ed ipocrisia: Il Misantropo è senza dubbio commedia fuori dal tempo la cui rappresentazione, oggi, vuol dire confrontarsi con vizi e deformazioni dell’agire e del pensiero umano pronti a ripresentarsi in ogni epoca. Non fa eccezione «Il Misantropo di Molière», progetto della compagnia Mulino di Amleto in scena martedì 19 marzo alle 21 al Teatro dei Differenti di Barga con la regia di Marco Lorenzi. Un allestimento che prevede una relazione più attiva con lo spettatore grazie a una recitazione diretta e schietta sempre pronta ad aprire un dialogo con la componente pubblico. Non mancheranno le sorprese.

Per gli appassionati è anche previsto un evento collaterale che chiuderà la stagione di prosa 2018/19; ci sarà spazio per giovani studenti di teatro per l’unica realtà del territorio che propone un corso professionalizzante triennale per attori: l’Accademia Teatrale dell’Associazione Culturale Smaskerando. Gli allievi di Alessandro BianchiLaura Martinelli Michela Innocenti, docenti con esperienze professionali e di formazione sia in Italia che all’estero, guideranno gli studenti in un reading, “Riflessioni aspettando il Misantropo”,  nel foyer del Teatro dei Differenti di Barga, alle ore 18. Si tratta di un momento performativo legato a alcuni temi dello spettacolo Il Misantropo, in una sezione temporale e spaziale separate dall’evento vero e proprio, nel contesto del bar del teatro durante il momento dell’aperitivo, in un incontro conviviale nel quale il pubblico del teatro potrà avere l’occasione di seguire il work in progress di tre giovani talenti alla prova.

In scena alle 21 invece un Alceste quasi paranoico affidato ad Angelo Tronca, l’amante Celimene tratteggiata da Barbara Mazzi e nei ruoli di Eliante che spasima per Alceste c’è Roberta Calìa, mentre Yuri D’Agostino è l’Oronte con cui bisticcia Alceste, che ha nel Philinte di Raffaele Musella l’amico del cuore. Fabio Bisogni en travesti è Arsinoè, amica di Celimene.

Biglietti in prevendita a partire da 10 €. Info: Ufficio Cultura del Comune di Barga allo 0583724791 e su Facebook  pagina Teatro dei Differenti

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*