Barga: Mallegni (FI) chiama a raccolta chi è alternativo a sinistra: “Solo con unità possiamo vincere. Auspico tavolo Feniello, Simonini, Mastronaldi”

- 1

“Io sono il Senatore eletto nel collegio uninominale che comprende anche il Comune di Barga e per tanto rappresento tutto il Centro Destra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia). A Barga abbiamo un’occasione unica, quella di mandare a casa un’amministrazione che da troppo tempo governa e opprime il territorio e tutta la popolazione barghigiana. Tutti coloro che si sentono alternativi alla sinistra e al potere di colui che ho sconfitto (il riferimentio è al senatore Andrea Marcucci ndr) il 4 marzo scorso, sono miei amici con i quali dialogo e vado anche a pranzo”.

Così interviene nella vicenda politica delle elezioni comunali di Barga il senatore di Forza Italia Massimo Mallegni con in riferimento, alla fine del suo discorso, anche all’incontro avuto in questi giorni con il candidato a sindaco di Progetto Comune, Francesco Feniello visto a pranzo qualche giorno fa.

“Chi vuole veramente mandare a casa questa gente – continua poi Mallegni riferendosi alle forze di centro sinistra ora al governo – ha il dovere, nei confronti dei cittadini, di realizzare un’unica lista in modo da contrastare lo strapotere che per troppo tempo ha condizionato la media valle e quindi vincere le elezioni amministrative. Ma c’è solo un modo: unità”.

“L’obiettivo – conclude – deve essere quello di costruire una sola lista con tutti dentro che finalmente possa tornare a far sperare la gente di Barga e le sue frazioni. Auspico un tavolo tra i tre pretendenti, Feniello, Simonini e Mastronaldi, tutte e tre persone per bene che sono certo hanno a cuore il destino della propria Gente”.

Tag: , , , , , , ,

Commenti

1

  1. Giuseppina lucignani


    Ognuno cerca di portare acqua al proprio mulino, per dirla in modo carino, per dirla male questi sono tentativi per mettere le zampe in casa d’altri.
    Anche basta sarebbe meglio per tutti e soprattutto per la chiarezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*