Il rapporto cane/bambino, nelle scuole un progetto sperimentale di sensibilizzazione

- 1

A metà marzo parte il secondo progetto di sensibilizzazione dal titolo “Progetto C Laboratorio di sensibilizzazione sul rapporto Cane/Bambino” proposto dall’Associazione locale per la tutela degli Animali “Arca della Valle”. Dopo il successo dell’anno scorso di una serie di incontri tenuti dai volontari in varie scuole della zona, l’associazione prosegue il suo impegno nelle scuole con questa nuova iniziativa resa possibile grazie alla Fondazione Banca del Monte di Lucca che ha creduto in questo progetto concedendo un contributo per realizzarlo.

Quest’anno il laboratorio di sensibilizzazione, in via sperimentale, sarà curato dall’educatrice cinofila e circo pedagogista Sara Leona Santini e sarà frequentato da due classi della scuola elementare di Barga (2B e 3A).

Il laboratorio sarà rivolto sia ai bambini che già possiedono un cane, sia a quelli che non hanno avuto ancora un approccio diretto con l’animale e verrà dedicata particolare attenzione ai bambini che hanno sviluppato la paura nei confronti dei cani, sia per una mancata socializzazione, sia per una passata esperienza negativa con questi animali. Santini affronterà con i bambini, in modo pedagogico attraverso giochi interattivi, argomenti come il superamento delle paure nei confronti dei cani, apprendimento di come approcciarsi a un cane sconosciuto, conoscenza della comunicazione e sfera emozionale del cane, acquisizione della consapevolezza di possedere un animale domestico e il benessere nella relazione con il cane.

Sonia Ercolini, segretaria dell’Arca della Valle che cura eventi, progetti e raccolta fondi, ringrazia chi ha reso possibile la realizzazione di questo progetto sperimentale e quindi la Fondazione per il sostegno economico, la Preside Patrizia Farsetti e le docenti della scuola che hanno accolto il progetto e l’educatrice Sara Santini per la sua preziosa collaborazione.

Per info: arcadellavalle@virgilio.it

Tag: , , , ,

Commenti

1


  1. Grande progetto C e avanti a zampe elevate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*