Una panchina rossa nel calcio femminile, al Rony Stefani di Ponte all’Ania

-

BARGA – Dopo aver inaugurato, nei parchi, nei giardini e lungo le strade, tante panchine rosse contro la violenza sulle donne e nel ricordo di Vanessa Simonini uccisa nel 2009, è arrivata la prima panchina rossa in ambito sportivo. Si trova allo stadio “Rony Stefani” di Ponte all’Ania, impianto che ospita le gare interne del Filecchio Calcio femminile, militante in Serie C.

 

Al termine dell’incontro di calcio, è avvenuta l’inaugurazione, alla presenza tra gli altri della mamma di Vanessa Simonini, Maria Grazia Forli,  e con la presenza, quali mascotte, delle bimbe del settore calcio giovanile filecchiese. Questa iniziativa ha di fatto concluso la settimana successiva alla giornata dedicata a questo delicato tema, che ha visto la nostra provincia molto attiva con tante iniziative, a Gallicano: nella sala Guazzelli alla presenza di tanti studenti provenienti da vari plessi scolastici della valle è stato presentato lo spettacolo teatrale “Mosaico” prodotto dall’amministrazione Comunale di Gallicano, allestito dall’Associazione “Il circo e la luna” diretto da Michela Innocenti che ha portato in scena 7 storie di donne vittime di violenza. A interpretare i diversi ruoli…le donne della compagnia delle Nereghi. A seguire i ragazzi hanno partecipato al dibattito e in conclusione è stato presentato uno dei brani che faranno parte del cd realizzato dagli studenti della valle prodotto dall’Associazione “ l’Aringo di Gallicano ”.

Tag:

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*